CHRISTIAN DE SICA/ Soffrivamo la fame io e Silvia la svolta con Vacanze di Natale (Panariello sotto l’albero)

- Francesco Agostini

Video, Christian De Sica sarà ospite dal comico toscano all’interno del programma Panariello sotto l’albero. L’attore romano, nel frattempo, racconta il difficile rapporto col padre.

Christian_De_Sica_Facebook_2017
La commedia in prima serata su Iris

Christian De Sica sarà ospite del varietà televisivo Panariello sotto l’albero. Alla corte del comico toscano si susseguiranno una serie di attori importanti tra cui, come accennavamo, anche il grande figlio d’arte di Vittorio De Sica. Un rapporto complicato quello col padre, come spesso dichiarato dallo stesso Christian. E non poteva essere altrimenti vista l’ingombrante figura paterna, così famosa non solo a livello nazionale ma anche a livello mondiale. Ma non è tutto oro quel che luccica. Lo stesso De Sica ha raccontato come avesse sofferto la fame per un periodo di tempo proprio per ripagare tutti i debiti (di gioco) accumulati dal padre. Racconta De Sica al quotidiano Il Giornale: “Soffrivamo la fame io e Silvia (la moglie, sorella di Carlo Verdone), a volte io digiunavo proprio perché non c’erano i soldi. Poi la svolta ci fu nel 1984 grazie al film ‘Vacanze di Natale’: vidi l’affluenza di pubblico e le risate in sala e capii immediatamente che non avrei più sofferto la fame.” Da lì in poi la carrriera di De Sica è stata tutta in discesa, con un successo al botteghino dopo l’altro.

‘LA MIA VITA PRIVATA NON ESISTE’

Lo sappiamo benissimo come funziona la vita di un personaggio famoso: non si ha alcuna libertà perché quando si cammina per strada si viene continuamente riconosciuti da qualche fan e, in questo modo, anche la serenità ne viene compromessa. Di questo ne è perfettamente consapevole un attore come Christian De Sica, che in Italia è famosissimo e molto, molto amato. Anche se ha dovuto convivete fin da giovanissimo con la fama, l’attore romano sembra non sopportarla più. Ha infatti raccontato alla rivista Today.it: “La mia vita privata di fatto non esiste più, purtroppo. Sono costretto ad andare in giro con un cappello per coprirmi la faccia perché solo così posso non essere riconosciuto. E’ brutto dirlo ma rimpiango quei giorni in cui non avevo un soldo e non ero nessuno: almeno avevo la mia vita.” Una dichiarazione forte, quella di Christian De Sica, che però fa riflettere bene su quella che è la reale coondizione dei vip una volta che si trovano al di fuori della presenza della macchina da presa. Non tutti, però, vivono così male la notorietà; ad alcuni, infatti, questo non pesa ma, anzi, sembra proprio piacere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori