Luca Zingaretti/ Il commissario Montalbano diventa trans: “è stato difficile, quasi infastidito dall’immagine”

- Valentina Gambino

Luca Zingaretti interpreta il ruolo di un transessuale al cinema, ecco la trasformazione del famoso Commissario Montalbano e le prime dichiarazioni sulla pellicola in uscita.

luca_zingaretti_amici_cs_2017
Luca Zingaretti, al cinema interpreta un transessuale

La notizia viene lanciata da Libero Quotidiano e, nella maggior parte dei casi lascerà tutti (o quasi) a bocca aperta. Luca Zingaretti indossa da molti anni le vesti del Commissario Montalbano, colui che, pur non essendo bellissimo, trasuda ugualmente erotismo da tutti i pori. Le donne lo desiderano e lui, con il suo fare virile e severo, sprizza sex appeal come se piovesse. Giacca, jeans e camicia, all’interno di una Sicilia assolata scritta ad arte da Andrea Camilleri. Questo, nell’immaginario collettivo comune, rappresenta la figura di Luca Zingaretti. Ascolti record per la serie TV così come successo personali ed anche al cinema e, proprio qui che inizierà la nuova avventura che potrebbe sconvolgere tutte le estimatrici. Nella nuova pellicola appena girata infatti, Zingaretti ha interpretato il ruolo di un trans. ‘Thanks for vaselina’ è il suo titolo e l’attore ha vestito i panni di un transessuale con tanto di parrucca bionda, tacchi a spillo e decolté in bella vista. Durante una intervista a ‘7 del Corriere’, l’attore ha affermato: “All’inizio è stata una scelta difficile. Ero quasi infastidito dall’immagine che lo specchio mi rimandava”.

Luca Zingaretti, al cinema interpreta un transessuale

Luca Zingaretti poi afferma che il suo personaggio è molto lontano dai soliti girati: “Non conosco transessuali, meno che mai padri in quella condizione”. Annalisa (nome del suo personaggio) è infatti anche un padre. ‘Thanks for vaselina’ è una pellicola che vi farà ridere ma anche riflettere e piangere, con una sceneggiatura scritta da Gabriele Di Luca che ne ha curato anche la regia. La trama, così come si legge sulla rivista cartacea, sarà ricca di colpi di scena e molteplici personaggi interessanti. Dal cinico Fil all’animalista Charlie, grande difensore dei diritti civili. I due decidono di cambiare la loro vita portando all’estero un quantitativo non indifferente di droga. Alla coppia di amici si aggiungerà anche Wanda e Lucia, madre di Fil e 50enne frustrata uscita da poco da una clinica per disintossicarsi. Dopo 15 anni di assenza, tornerà in scena il padre di Fil (Luca Zingaretti) che svelerà anche la sua trasformazione fisica. Il film, girato a Roma uscirà nelle sale nel corso della seconda metà del 2018.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori