IL PADRINO-PARTE III/ Oggi in tv su Rete 4: info streaming e trama del film con Al Pacino (26 dicembre 2017)

- Bruno Zampetti

Oggi, martedì 26 dicembre 2017, in prima serata su Rete 4 andrà in onda il film drammatico gangster Il Padrino-Parte III, terzo capitolo di una saga storica del cinema

il_padrino_parte_2
Il padrino - Parte II, in prima serata su Iris

Su Rete 4 va in onda il terzo e ultimo capitolo della saga “Il padrino”. In “Il padrino – Parte III” Sofia Copola, figlia del regista, interpreta Mary Corleone, figlia di Michael (Al Pacino). Inizialmente per la parte era stata scelta Winona Ryder, che lasciò il set dopo un giorno di riprese. La critica si è divisa sull’interpretazione della figlia di Coppola. Roger Ebert, nella sua recensione, scrisse: “Non si può sapere che tipo di prestazione Coppola avrebbe ottenuto da Winona Ryder. Credo che Sofia Coppola porti una qualità alla sua Mary Corleone, quella vulnerabilità e semplicità che credo siano appropriati per questo ruolo”. Gene Siskel, invece, criticò Sofia Coppola: “Un altro problema del film è la performance di Sofia Coppola, che è fuori dal suo campionato di recitazione qui”. La figlia di Francis Ford Coppola appare in tutti e tre i film della saga in tre ruoli diversi: nel primo è Michael Francis Rizzi, figlio di Connie Corleone e Carlo Rizzi; nel secondo è un’immigrata presente sulla stessa nave su cui viaggia Vito Andolini, mentre nel terzo film è appunto Mary. Alcune scene de “Il padrino – Parte III”, clicca qui per vedere il trailer, sono state girate in Italia. Ricordiamo che il film va in onda su Rete 4 a partire dalle 21.15, ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SUL FILM DI COPPOLA

Oggi su Rete 4 andrà in onda, in prima serata, il film Il Padrino-Parte III, ultimo capitolo di una saga molto famosa della storia del cinema. Dopo l’uscita al cinema del secondo capitolo della saga, il regista Francis Ford Coppola non sembrava intenzionato a dirigere un altro film che chiudesse definitivamente la saga. La casa di produzione Paramount, però, era più che mai desiderosa di dar vita a un altro capitolo, cavalcando l’incredibile onda di successo che i primi due film de Il Padrino riuscirono a riscuotere. Una curiosità legata a Il Padrino-Parte III riguarda una diatriba nata tra Al Pacino e la produzione del film. L’attore americano chiese un aumento di circa due milioni di dollari sul suo compenso, ma Francis Ford Coppola, per convincerlo a cedere, lo minacciò di eliminare definitivamente il suo personaggio. Con un budget di circa 54 milioni di dollari, il film ne incassò globalmente oltre 136, confermando quindi il successo della saga sui Corleone.

NEL CAST AL PACINO E ANDY GARCIA

Oggi, martedì 26 dicembre 2017, alle 21.15 su Rete 4 andrà in onda il film drammatico gangster Il Padrino-Parte III, terzo capitolo di una delle saghe dedicate alla mafia più osannate dalla critica e dal pubblico internazionale. La pellicola è stata diretta da Francis Ford Coppola nel 1990 e presenta il medesimo cast di protagonisti presente del prequel, ovvero Al Pacino, Diane Keaton, Talia Shire, Andy García ed Eli Wallach. L’unica novità fu rappresentata dalla presenza di George Hamilton, che sostituì il personaggio interpretato da Robert Duvall. La pellicola, con la quale termina la trilogia de Il padrino ha ottenuto ben sette nomination ai Premi Oscar. 

IL PADRINO – PARTE III

Siamo nel 1979 e Michael Corleone è ormai diventato un importante uomo d’affari, amato e rispettato da imprenditori e politici di ogni rango. È però malato e le sue condizioni di salute peggiorano di giorno in giorno. Sembra inoltre intenzionato a dire addio alla vita criminale, permettendo alla sua famiglia di intraprendere un cammino diverso e caratterizzato da attività legali e limpide. Con i suoi figli che non intendono collaborare al suo fianco, Michael Corleone trova l’appoggio di Vincent, figlio illegittimo di suo fratello Sonny. Il suo piano è quello di diventare azionista di maggioranza della Banca Vaticana. Per farlo, Michael decide di investire oltre 600 milioni di dollari. Parte del capitale servirà per sanare i debiti contratti dal cardinale Glday, prossimo alla bancarotta. Purtroppo però, qualcuno trama alle sue spalle e cercherà di evitare a tutti i costi che Michael assuma il controllo della Banca Vaticana. Nel corso di un incontro di lavoro nel New Jersey, il boss viene assalito da un misterioso uomo di nome Zasa, che uccide tutti i presenti alla riunione, tranne Michael. Nel finale quest’ultimo capirà che il suo piano per estromettersi dal crimine è totalmente inutile e affiderà tutto il suo impero a suo nipote Vincent.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori