Lorella Cuccarini/ “Viva le avance! Le molestie si denunciano nei tribunali, non in Tv!”

- Raffaele Graziano Flore

In un’intervista concesssa a Libero Quotidiano, la showgirl e presentatrice Lorella Cuccarini è tornata sul tema delle molestie nel mondo dello showbiz esprimendo un’opinione controcorrente

lorella_cuccarini_primopiano_facebook_2017
Lorella Cuccarini, in uno scatto (Facebook)

L’INTERVISTA DI LORELLA CUCCARINI A “LIBERO QUOTIDIANO”

Già alcune settimane fa la showgirl e presentatrice aveva detto la sua sulla questione, spiegando i motivi per cui non intendeva seguire l’opinione più diffusa e aggiungersi al coro di coloro che condannano senza se e senza ma le molestie che (sull’onda dello scandalo-Weinstein negli Stati Uniti) vengono denunciate sempre più spesso anche nel mondo dello shobiz italico: e ora Lorella Cuccarini è tornata sullo spinoso argomento durante una breve intervista concessa sulle colonne di Libero Quotidiano e, nel corso della quale, ha ripercorso a ritroso alcune delle tappe della sua oramai trentennale carriera in televisione. “Premetto di essere assolutamente a favore delle donne” spiega la diretta interessata, precisando però che delle denunce di cui si è saputo negli ultimi tempi (specialmente attraverso i social network) le è piaciuto poco il modo in cui è venuta fuori la faccenda. La 52enne romana, infatti, ha spiegato che “si rischia di infangare la vita delle persone senza concedere il diritto di replica”.

SULLE MOLESTIE E SUI TRIBUNALI TELEVISIVI

Nella sua intervista al giornale, Lorella Cuccarini è così tornata su un tema che le sta a cuore, ovvero la critica ai cosiddetti tribunali allestiti nei salotti televisivi, dove si lanciano accuse che spesso dovrebbero essere provate: “C’è una rincorsa alle interviste in tv per raccontare a volte il nulla” ha detto la conduttrice, spiegando che le “avances succedono” e che, anzi, “meno male che ci sono ancora uomini che ne fanno” dato che, a suo dire, sono una forma di corteggiamento. Ma con un distinguo ben netto: “Le molestie, invece, sono un’altra cosa e vanno denunciate nelle sedi opportune” ha ripetuto la Cuccarini. Inoltre, a proposito della sua personale esperienza, ha confermato quanto ammesso in passato, ovvero di avere ricevuto avances, anche se mai sgradevoli: “Una donna sa bene quali segnali mandare per farsi rispettare e affinché non diventino pesanti” ha ribadito, chiudendo la questione con una stilettata ad alcune sue colleghe: “D’altra parte, non si può negare che alcune abbiano costruito la propria carriera concedendosi…”.

IL SUCCESSO NEL MUSICAL E LE CRITICHE A “DOMENICA IN”

Oltre che su uno degli argomenti più à la page delle cronache di quest’ultimo periodo, Lorella Cuccarini ha risposto anche ad alcune domande a proposito dei suoi impegni attuali, della carriera e anche della sua recente uscita a proposito di “Domenica In”: “Sono molto orgogliosa de ‘La Regina di Ghiaccio’ (al Teatro Brancaccio di Roma fino al 7 gennaio, NdR) dato che è un prodotto interamente italiano in cui Maurizio Colombi ha trasformato un’opera lirica in uno show per tutti”, ricordando anche quanto è stato importante il musical nel suo repertorio nel corso degli anni. E alla domanda su quale sia il segreto del suo successo in questo genere, la showgirl ha spiegato che “forse perché si vede che è il mio sogno di bambina che si è realizzato”. Nell’intervista a Libero Quotidiano c’è anche tempo per una battuta su Sanremo (“Nel 2000 proposi un brano la Festival che fu scartato ma in futuro mai dire mai a un ritorno…”) e sulle critiche alla conduzione delle sorelle Parodi e ai temi trattati durante “Domenica In”: “Ma quali dichiarazioni bomba!” ha sbottato la Cuccarini, precisando che si è trattato solo di “una pioggerellina, dato che ho solo risposto raccontando la mia esperienza di tre anni nel programma…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori