La Piccola Principessa/ Le curiosità sul remake del film con Shirley Temple (30 dicembre)

- Susanna Sala

Va in onda su Italia 1 alle 19 oggi  la piccola principessa, film diretto da Alfonso Cuaron e remake dell’omonimo film con Shirley Temple. La trama e il cast della pellicola

piccola_principessa_1985_web
La piccola principessa in onda questa sera

La pellicola, la piccola principessa, in onda questa sera su Italia1, ha riscosso un buon successo di pubblico, e nonostante le grandi differenze con il volume su cui si è basato ha ricevuto finanche i plausi della critica cinematografica. Dell’omonimo romanzo, scritto da Frances Hodgson Burnett, era già stata realizzata una versione cinematografica nel 1939, nella quale la protagonista era la famosissima star bambina Shirley Temple. Ottime le location scelte dalla produzione, per gli interni è stato ricreato il collegio frequentato da Sarah negli studi della Warner Bros, gli esterni sono stati invece girati nella città di Chicago. Ha suscitato scalpore comunque l’uscita di scena dell’attrice principale, Liesel Matthews, la donna infatti nonostante l’ottima interpretazione all’interno della produzione è riuscita a girare solamente un’altra pellicola (Air Force One con Harrison Ford), scomparendo poi del tutto dal jet set cinematografico. 

LIESEL MATTHEWS NEI PANNI DELLA PICCOLA SARAH

La piccola principessa è un film ascrivibile al genere drammatico di produzione americana. La pellicola che ha visto la luce nel lontano 1995, è stata diretta da Alfonso Cuarón, con il regista che si è basato quasi integralmente sul romanzo, dal titolo omonimo, scritto da Frances Hodgson Burnett. Ottimo il cast di attori composto nei ruoli principali da Liesel Matthews e Eleanor Bron. Il film che è stato già programmato diverse volte all’interno dei palinsesti televisivi italiani andrà nuovamente in onda il 30 Dicembre prossimo su Italia Uno alle ore 19.00, esso è stato prodotto da un cartello di case di produzione (Warner Bros., Mark Johnson Productions, Baltimore Pictures). Il rgista del film, Alfonso Cuaron, regista di pellicole come il labrinto del fauno, ha vinto due oscar nel 2014 per la regia e il miglior montaggio per il film Gravity con Sandra Bullock e George Clooney, unico regista messicano a riuscire ad aggiudicarsi l’ambita statuetta.

LA PICCOLA PRINCIPESSA, LA TRAMA

La trama si basa sulla vita di Sarah Crewe, una giovane ragazza che nel 1914 dopo aver perso l’amata madre a causa di una malattia inguaribile, vive con il padre ufficiale dell’esercito, che presta servizio in India. La sua vita viene cambiata dall’entrata in guerra del Inghilterra, entrata in guerra che porta il padre in battaglia sul fronte europeo. L’uomo perciò si ritrova a dover lasciare la figlia in un college americano, college retto dalla perfida e crudele Miss Minchin. Inizialmente nonostante il trattamento privilegiato dovuto alla ricchezza del padre Sarah si comporta con generosità, non facendo pesare la sua ricchezza sulle compagne meno abbienti, e coinvolgendo nei giochi anche la servetta del college la fantasiosa Becky. L’atteggiamento di Sarah le porta l’antipatia della compagna di classe Lavinia, che fa di tutto per metterla in difficoltà dinanzi alle altre compagne.

Improvvisamente giunge però la notizia che il padre di Sarah è morto in battaglia e che i possedimenti dell’uomo sono state oggetto di confisca da parte dell’esercito britannico, Sarah si ritrova dall’oggi al domani povera, e per questo motivo rischia di essere cacciata dal college, evitando l’espulsione solo grazie alla sua bravura. Pur rimanendo dentro il collegio la vita per Sarah cambia radicalmente, la bimba viene immediatamente trasferita in soffitta e diventa di fatto una sguattera a cui sono riservati i compiti più ingrati e umilianti.

Soprattutto Lavinia la tartassa continuamente, facendole pesare la sua improvvisa povertà, e cercando di coinvolgerla nei lavori più umili. Per contrastare la paura, la bimba disegna un cerchio sul pavimento e lo chiama il cerchio magico, nel contempo ricorda le parole del padre, che spesso le ripeteva che tutte le donne sono delle principesse. Sarah non cambia però il suo atteggiamento generoso cercando di rimanere sempre ligia ai dettami del padre, pur nello sconforto che la situazione le porta. La bambina sogna spesso il padre defunto e spera che la notizia della sua morte sia falsa, ed effettivamente i suoi sogni si avverano. Il padre infatti non era morto ma era stato ferito gravemente dopo essere stato colpito dai gas tossici, cosa che gli aveva portato la perdita della memoria.

L’uomo trasferito in America per puro caso era stato accolto a casa di un anziano possidente che abitava vicino al collegio frequentato da Sarah, e che aveva la speranza di ritrovare il figlio disperso in guerra. Sarah e il padre si incontreranno in maniera rocambolesca quando Sarah stufa delle umiliazioni scappa dal collegio, da allora la sua vita ritornerà ad essere felice accanto al vecchio soldato, che ha riacquistato non solo la memoria grazie all’incontro improvviso con la propria figlia, ma anche tutte le sue ricchezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori