AMII STEWART/ Video, “Devo moltissimo a Knock on wood” (L’anno che verrà)

- Francesco Agostini

Video, Amii Stewart racconta del suo rapporto con a disco music e la dance degli anni settanta, non dimenticando anche un mostro sacro come Donna Summer.

Amii_Stewart
Amii Stewart (Wikipedia)

Amii Stewart è una delle poche cantanti internazionali che ha deciso di spostarsi in Italia dopo il percorso artistico che l’ha vista spopolare all’interno del mondo della musica. Per il concerto classico di Capodanno la Rai ha deciso di scegliere una location meravigliosa come quella di Maratea, uno dei luoghi più belli e suggestivi della Basilicata. Appena al di sotto del monte Sann Biagio e del famoso Cristo Redentore, si susseguiranno sul podio una serie infinita di artisti per celebrare il nuovo anno, questo 2018 che si prospetta carico di aspettative. Il programma in questione si intitola L’anno che verrà e srà certamente un grande successo di pubblico. Tra le maggiori ospiti, lo dicevamo in precedenza, Amii Stewart, la regina della disco music, che negli anni passati ha spopolato le classifiche. Sposata conun italiano, la Stewart ha deciso di mettere definitivamente radici in Italia, dove abita stabilmente da qualche anno. La saua casa, nemmeno a dirlo, è una lussuosa villa che si trova in Sardegna; negli scorsi anni era stata anche soggetta a problemi di tipo edilizio.

AMII STEWART E L’AMMIRAZIONE PER DONNA SUMMER

Amii Stewart è una grandissima cantatnte e ancora oggi resce a catturare l’attenzione di tantissime persone andando in tour per l’Italia assieme a Gerardo Di Lella. Instancabile e battagliera, la Stewart non ha mai smesso di fare musica, il suo principale amore. Tutto nacque con la canzone Knock on Wood. “Le devo moltissimo – afferma la cantante sulla rivista Panorama – così come devo moltissimo a tutto quel periodo della storia umana. C’era la guerra, il Vietnam e le persone avevano solo voglia di sorridere e di svagarsi un po’. Per questo il genere disco andò alla grande.”

Quello fu un periodo d’oro per la musica leggera, in cui non c’era ancora l’assillo delle case discografiche e vendere non era un obbligo a tutti i costi. A farle compagnia, un altro gigante come Donna Summer. Dice di lei Amii Stewart: “Donna era una grande della musica, aveva un’energia straordinaria dentro di sé. Senza la sua immagine enorme non ci sarebbe stata certamente la dance e la disco music. Oltre a questo aveva una voce fantastica e poteva cantare davvero qualsiasi cosa le paresse.” Siamo certi che anche a Capodanno, la Stewart farà sognare i suoi fans.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori