Robin Hood / Le curiosità sul film d’animazione diretto da Wolfgang Reitherman in onda su Rai2

- Cinzia Costa

Robin Hood, il film in onda su Rai 2 oggi, domenica 31 dicembre 2017. Nel cast: Rian Bedford e Peter Ustinov, alla regia Wolfgang Reitherman. La trama del film nel dettaglio.

robin_hood_film_animazione
il film d'animazione nel pomeriggio di Rai 2

I generi animazione, avventura e commedia con sfumature sentimentali, è stata realizzata nel 1973 con la direzione curata dal regista Wolfgang Retherman con il soggetto che è stato scritto da Larry Clemmons e Ken Anderson, quest’ultimo, ha anche esteso la sceneggiatura in collaborazione con Frank Thomas. La casa di produzione che ha fatto parte del progetto è la Walt Disney productions mentre la distribuzione della pellicola è stata eseguita dalla CIC. Il montaggio del film è stato realizzato da Tom Acosta e Jim Melton con gli effetti speciali di Dan MacManus e con le musiche di George Bruns, la scenografia è stata ideata da Basil Davidovich e l’art director da Don Griffith. Il film è stato realizzato in USA nel 1973 con la durata di 83 minuti circa. L’idea di raffigurare Robin Hood nei panni di una volpe venne ispirata dal personaggio di Renart la volpe, creato dalla penna di Ken Anderson. Come accaduto per tutti grandi classici Disney sino al 1981, il doppiaggio italiano del film venne diretto da Roberto De Leonardis che si occupò di adattare nella nostra lingua gran parte dei nomi dei personaggi principali della storia. A dieci anni distanza dall’uscita al cinema del film, Robin Hood venne anche distribuito in VHS. Nel 2002 è stata la volta della versione DVD, contenente una lunga serie di contenuti speciali ed inediti. Considerato uno dei grandi classici della Disney, Robin Hood sfiorò di dieci milioni d’incasso a livello globale con un budget di circa 1 milione di dollari. Il film si aggiudicò anche una nomination agli Oscar per la miglior canzone.

WOLFGANG REITHERMAN ALLA REGIA

Robin Hood, il film in nda su Rai 2 oggi, domenica 31 dicembre 2017 alle ore 15,05. Una pellicola animata che è stata diretta da Wolfgang Reitherman ed è stata prodotta dalla Walt Disney nel 1973, racconta le avventure di Robin Hood attraverso una rivisitazione favolistica della storia, i cui personaggi principali sono appunto animali. Si tratta del primo film realizzato dalla Disney dopo la morte del creatore della famosa casa di produzione statunitense Walt Disney. Nella versione originale i personaggi principali sono stati doppiati da Rian Bedford, Peter Ustinov, Terry-Thomas, Roger Miller, Monica Evans e Phil Harris. La pellicola, è uscita nelle sale cinematografiche americane nel novembre del 1973 per poi essere distribuita l’anno successivo nel resto del mondo. La trama del film d’animazione nel dettaglio.

ROBIN HOOD, LA TRAMA DEL FILM D’ANIMAZIONE

La narrazione della storia viene affidata a Cantagallo che racconta delle avventure di Robin Hood e del suo fedele compagno Little John. I due rubano tesori e ricchezze ai ricchi per aiutare le persone più povere e bisognose di Nottingham. Nel frattempo la contea è governata da Re Giovanni, che ha convinto (grazie all’auslio della magia) suo fratello Riccardo a dirigersi nei territori di guerra in cui imperversano le Crociate. Desiderosi di vendicare il torto subito da Re Riccardo, Robin e Little Jhon derubano le casse di Giovanni, provocando l’ira funesta del sovrano che decide di porre un’ingente taglia sulle teste dei due ladruncoli. Intanto lo sceriffo di Notthingam, alle dipendenze di Giovanni, impone alla famiglia di Otto il fabbro una tassa molto esosa. Per cercare di arginare la situazione, Robin porta loro del cibo e del denaro, oltre a regalare arco e frecce al piccolo Saetta. Quest’ultimo, mentre è in procinto di allenarsi con il regalo ricevuto da Robin, finisce per tirare una freccia all’interno del castello di Lady Marion. La giovane fanciulla e Robin Hood, da ragazzini, erano follemente innamorati l’uno dell’altra. Nel frattempo, il re Giovanni ha organizzato una gara di tiro con l’arco, chi vincerà otterrà un bacio dalla bella Marion.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori