PISTOL WHIPPED – L’ULTIMA PARTITA/ Sul Nove il film con Steven Seagal e Bernie McInerney

- La Redazione

Pistol Whipped – L’ultima partita, il film in onda su Canale Nove oggi, mercoledì 1 febbraio 2017. Nel cast: Steven Seagal e Bernie McInerney, alla regia Roel Reine. Il dettaglio della trama

canale_nove_R439
film seconda serata

Pistol Whipped – L’ultima partita è il film in onda su Canale Nove oggi, mercoledì 1 febbraio 2017 alle ore 21.20. Una pellicola d’azione uscita nel 2008 ma è arrivata in Italia direttamente sul circuito televisivo e attraverso i dvd. La regia è di Roel Reine mentre la sceneggiatura di Todd Ramsay. Steven Seagal, oltre ad essere l’attore principale è anche il produttore della pellicola. Nel cast compaiono anche Bernie McInerney, Antoni Corone, Matt Salinger, Paul Calderon, Lance Henriksen, Mark Elliot Wilson, Lydia Grace Jordan, Arthur Nascarella e Ashley Greenfield. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

Il protagonista della storia è Matt Conner, un uomo di mezza età al limite del collasso. Da tempo disoccupato Conner ha iniziato a bere e a giocare d’azzardo e i suoi brutti vizi l’hanno allontanato dalla moglie Liz. In passato l’uomo faceva parte delle forze speciali della polizia ma è stato allontanato con disonore quando su di lui sono cadute le accuse di corruzione e appropriazione indebita di denaro. Essendo un accanito giocatore di poker e con un conto in banca sempre in rosso i servizi interni non ci hanno messo molto a raccogliere insieme le prove per incastrarlo. L’unica persona a rimanergli accanto è la figlia Becky, che ha deciso di non lasciarlo neppure dopo il divorzio dalla madre. Un giorno un misterioso benefattore paga tutti i suoi debiti e lo assume come suo braccio armato per fare piazza pulita in città. L’uomo non conosce il suo datore di lavoro ma ogni volta che ne ha bisogno un misterioso personaggio, si presenta da lui con un dossier sul suo prossimo incarico. Per pagare il suo debito Conner deve uccidere dei criminali su cui la giustizia non è riuscita a mettere le mani. Lo strano accordo sembra procedere senza intoppi fino a quando non gli viene affidato l’incarico di uccidere Steve, un suo ex collega di lavoro. Il braccio destro dell’uomo che si fa chiamare il Vecchio, un certo Blue, dice a Matt che Steve è un poliziotto corrotto ma non sembra scalfire la fiducia nell’ex collega. Purtroppo l’uomo si dimostra realmente senza scrupoli e non esita a uccidere a sangue freddo Padre Joe, cappellano della chiesa di quartiere dove Matt è solito andare in cerca di conforto. Matt viene così arrestato dallo stesso Steve con l’accusa di aver assassinato il prete. Insieme con alcuni poliziotti Steve prova a uccidere Matt ma non ci riesce. Matt non ci mette molto a scoprire che è stato proprio Steve a farlo cacciare dalla polizia e che il furto di cui è stato accusato è stato commesso proprio dall’ex collega. Tra i due uomini lo scontro diventa inevitabile e a peggiorare il tutto c’è anche il rapimento di Becky. Matt non esista a usare tutto il suo arsenale di armi contro Steve e i suoi colleghi per salvare la figlia e nell’ultima sparatoria ha la meglio. Durante lo scontro a fuoco anche Blue muore ma Matt riesce a salvare Becky. Padre e figlia si chiariscono e l’ex poliziotto promette di redimersi ma nel finale arriva un nuovo incarico da parte del suo benefattore e il film finisce in modo ambiguo e aperto, perché non ci fa sapere se Matt Conner accetterà o meno l’incarico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori