Gaetano Moscato/ Il nonno di Nizza sul palco dell’Ariston: con lui il nipote Filippo (Festival di Sanremo 2017, quarta serata 10 febbraio)

- La Redazione

Gaetano Moscato, il nonno eroe di Nizza, sale sul palco dell’Ariston per raccontare la sua terribile esperienza e la sua rinascita (Festival di Sanremo 2017, quarta serata oggi 10 febbraio)

Sanremo2017_Conti_Maria_Scale_R439
Carlo Conti e Maria De Filippi (Lapresse)

L’hanno soprannominato il nonno di Nizza si chiama Gaetano Moscato e ha perso una gamba durante l’attentato di Nizza per salvare i suoi due nipotini. L’uomo è ospite della quarta serata del Festival di Sanremo 2017 e racconta la sua commovente vicenda di fronte al pubblico del Teatro Ariston. Insieme a lui c’è anche il nipote Filippo. Sicuramente questo Festival della musica italiana ci ha mostrato il grande amore dimostrato in questo ultimo anno dal nostro paese. E’ quindi tempo di dare spazio anche ai veri eroi della nostra Italia dai vigili del fuoco che tanto hanno fatto nell’emergenza nel centro Italia a questo nonno, Gaetano Moscato, che avrebbe dato la sua vita pur di saper vivi e felici i suoi nipoti. E’ la storia di un uomo vero, di grande commozione e di chi mette di fronte ai suoi interessi la vita di chi è più importante di noi. La stampa l’ha definito nonno coraggio anche se a Gaetano Moscato non piace molto questa definizione.

Sale sul palco del teatro Ariston per il Festival di Sanremo Gaetano Moscato, il nonno eroe che ha perso una gamba per salvare i due nipotini durante l’attentato di Nizza. L’uomo è al cospetto di Carlo Conti e Maria De Filippi per la rubrica “Tutti cantano Sanremo” e, sicuramente, parlerà della sua esperienza nel luglio del 2016, quando si trovava nei pressi della Promenade della città francese, pensionato Olivetti di Chiaverano. Moscato ha perso una gambe per evitare che il tir travolgesse i due nipoti di 18 e 13 anni e i medici sono stati costretti ad amputargli l’arto sinistro all’altezza del ginocchio. La sua storia fece molto scalpore proprio per il suo gesto clamoroso. Nicola Moscato, il figlio dell’uomo, aveva urlato la sua rabbia per il dramma vissuto dal padre durante quell’attentato sanguinoso. Lo stesso Gaetano ha avuto modo di raccontare la sua terribile esperienza subito dopo la sua operazione in un letto dell’ospedale di Nizza, indicando come diede una spinta ai due nipoti per salvarli mentre lui si lanciò verso il gardreil lasciando però che il camion passasse senza ostacoli sulla sua gamba. Oltre a Gaetano Moscato, all’Ariston avremo come ospiti star internazionali del calibro di Robin Schulz, ma anche Luca Zingaretti e Virginia Raffaele.

Gaetano Moscato sale sul palco dell’Ariston per la quarta serata del Festival del Sanremo 2017. L’uomo, dopo il dramma che lo vide protagonista, è tornato a far parlare di sè nel corso dei mesi scorsi per i suoi miglioramenti. Grazie alle protesi del centro di Vigorso, l’uomo ha ripreso a camminare e ha più volte dichiarato di voler iniziare una nuova vita, magari fare un viaggio con la moglie, senza pensare troppo agli obiettivi, ma vivere la vita giorno dopo giorno. Si è augurato di poter tornare a correre un giorno: inoltre, Moscato ha voluto lanciare un “appello” per poter ritrovare l’uomo che gli ha salvato la vita, forse uno straniero. Riuscirà il palco di Sanremo, in Eurovisione, ad essere la giusta vetrina per Moscato per farsi ritrovare da colui che gli ha “ridato” la vita?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori