Vittoria Markov/ Non sopporta la tensione e scoppia in lacrime (Amici 16, 18 febbraio 2017)

- La Redazione

Vittoria Markov, la ballerina di Amici 16 dovrà dimostrare di non deludere le aspettative dei professori. Portatrice di un messaggio “anti-skin”, riuscirà a vincere? (18 febbraio 2017).

amici_logo_facebook_R439
Amici di Maria De Filippi

Vittoria Markov è una delle protagoniste della scuola di Amici 16 che forse è più messa sotto pressione da tutti: bersagliata sin dall’inizio per il suo aspetto fisico, che non rispecchia quello della classica ballerina, è stata sostenuta solo da Vittoria Peparini. Proprio durante una delle sue ultime prove con lei è scoppiata a piangere nel corso di un esercizio di danza in cui doveva ballare senza musica e urlare il suo nome: non è un periodo facile questo per la ballerina, che ha subito dei giudizi poco carini da parte di Garrison. Vittoria è cresciuta molto nel corso della sua esperienza nella scuola e gli occhi del pubblico e degli insegnanti sono tutti puntati su di lei: c’è da dire però che al minimo errore la ragazza viene subito bersagliata da commenti e giudizi troppo negativi, cosa che non sembra fare affatto bene alla sua autostima. E il fatto che sia scoppiata in lacrime ne è l’ennesima dimostrazione.

Vittoria Markov è riuscita nell’impresa di commuovere Garrison Rochelle, cosa impensabile se si pensa a come era stato il primo impatto con il professore. Giudicata troppo formosa, è riuscita comunque a mostrare un lato seduttivo marcato fin dagli esordi, nonostante una figura non proprio filiforme. Vittoria è una ballerina a tutto tondo, ma la sua immagine non la aiuta e non mette in risalto il suo talento eclettico in molteplici stili. Ora che Garrison è dalla sua ha però fatto l’errore di ritenersi nella posizione di poter sostituire Sebastian, colpito da influenza e quindi inabile alla sfida, ma la sua coreografia è stata subito sminuita dai professori. “Impresentabile, meglio Sebastian con la febbre”, ha commentato freddo Garrison e Vittoria ha subito perso i punti che si era guadagnata, incrinando la fiducia dimostratagli dal maestro nell’occasione precedente. Solo Veronica Peparini la difende: “Ti voglio al serale e anche lì dovrai andare avanti. Non pensare minimamente alle critiche degli altri”. Ora Vittoria vive un momento di potenti contrasti interni, perchè malgrado la squadra le dia fiducia e l’abbia convinta a dimostrare di poter guidare il gruppo come capitano, le aspettative nei suoi confronti si sono alzate a dismisura. Tutti vogliono sapere se Vittoria avrà una crescita sensibile anche in prove difficili, come la rumba che Natalia Titova le ha fatto provare in palestra bendata così da stimolarla a seguire di più il suo istinto, o crollerà sempre al momento decisivo dello speciale del sabato. Malgrado i maestri volessero fortemente Sebastian, Vittoria ha avuto il pregio di riuscire a imporsi e a dire la sua. 

Quello di Vittoria Markov è un messaggio forte che arriva soprattutto alle ballerine a lei simili, ovvero a tutte le ragazze non proprio magrissime ma con una costanza impareggiabile nel sostenere le battaglie della vita e, in questo caso, credere fino in fondo nella danza. La giovane di Abano Terme ha un fuoco dentro incapace di spegnersi e questo animo la aiuta a scontrarsi con una realtà di ballo che non la accetta così com’è. Inutile parlare delle carenze delle sue performance, non così evidenti se messe in rapporto a quelle di altri meno criticati di lei, perchè la verità è tutta nel suo stato fisico e va al di là dell’esibizione fine a se stessa. Quello di cui la grande macchina di Amici ha paura è proprio la diversità di questa ragazza. Fin da subito, infatti, Garrison è stato ostile nei suoi confronti senza motivo, mettendola in panchina a guardare allenarsi gli altri ragazzi e coinvolgendola solo in corso di coreografia. Il suo è il pregiudizio tipico dell’industria della danza, perchè anche di quello si tratta quando entra in gioco il meccanismo televisivo di apparire in una data maniera davanti alla telecamera. Vittoria non trasmette l’ideale tipico della ballerina minuta e magrolina, ma ha carismo e una carica sexy invidiabile, nonostante quel filo di pancia in più. Eppure Vittoria passa sempre per l’inadatta, anche se la sua massa non è nemmeno così eccessiva come i professori le vogliono far credere. Lei lo sa e mette i suoi limiti al servizio del suo corpo, per dare un respiro nuovo in ogni passo di danza che muove sul palco di Amici. Anche gli stili più duri, il classico o il latino, dove mostra il fianco a una sorta di goffa attitudine, sono affrontati dalla giovane con personalità. Forse troppa, perchè Vittoria a volte si sente talmente bene da credere di poter essere il perno della sua squadra, mettendosi in primo piano con l’energia della sua giovane età.

È il momento di riscatto o di caduta per la rossa di Abano Terme. L’obiettivo di Vittoria Markov sarà ora guadagnarsi definitivamente la fiducia dei giudici. Non si tratta solo di trovare l’approvazione momentanea grazie ad esibizioni particolari, ma serve davvero che qualcuno creda fino in fondo nella concorrente, se vuole mantenere il posto nella scuola di Amici. In questo speciale ci sono quindi speranze, sogni ed illusioni di Vittoria, che potrà incontrare il gradimento dei professori oppure inimicarseli una volta di troppo. La sua permanenza nel talent è resa più difficile proprio per il confronto con le altre allieve, più agevolate da un punto di vista fisico e “visivo”. Vittoria Markov rappresenta quindi una sfida per i professori, anche se non è chiaro se ci sarà qualcuno fra loro in grado di assumersi la responsabilità della crescita della concorrente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori