DAVID DI DONATELLO 2017/ Nomination e candidature: i film di Virzì, De Angelis e Rovere fanno il pienone

- La Redazione

Il 21 febbraio alla Casa del Cinema di Roma si svolgerà la cerimonia che assegnerà le candidature per la premiazione della sessantunesima edizione dei David Di Donatello. 

Alessandro_Cattelan_E_poi_ce_cattelan_2017_comunicato
Alessandro Cattelan.

Sono stati annunciate le candidature ai David di Donatello 2017: le categorie del Miglior film e del Miglior regista sono, in questo senso, molto curiose da osservare, dal momento che sono composte esattamente dagli stessi nomi. Sembrerebbe proprio che il lavoro dei registi abbia valso alle loro pellicole anche una chance di aggiudicarsi l’altro ambito premio. Marco Bellocchio è in gara con “Fai bei sogni”, Claudio Giovannesi con “Fiore”, Edoardo De Angelis con “Indivisibili” e Paolo Virzì con il suo “La pazza gioia”. Spicca infine anche il nome di Matto Rovere, con “Veloce come il vento”. Il vero pienone di candidature lo hanno portato a casa proprio “Indivisibili” di Edoardo De Angelis e “La pazza gioia”, di Paolo Virzì: in totale, infatti, sono 17, in diverse categorie. Segue con un solo ‘punto’ di stacco anche la pellicola di Matteo Rovere, che usa portato a casa 16 opportunità di vincere il tanto ambito David di Donatello. La premiazione, lo ricordiamo, è fissata per il prossimo 27 marzo 2017 a Roma.

Saranno svelate in diretta dalla Casa del Cinema di Roma le candidature all’edizione 2017 dei David di Donatello e le cinque principali cinquine dell’ambita statuetta saranno annunciate da Francesco Castelnuovo e Gianni Canova alle ore 12.00. I nomi dei candidati si possono conoscersi sintonizzandosi su Sky Cinema Uno HD, Sky Tg24, Tv8 e in streaming su Skycinema.it. Sarà possibile sapere chi si giocherà il titolo di Miglior film, Miglior Regia, Migliore attore protagonista, Miglior attrice protagonista, Miglior attore non protagonista, Migliore attrice non protagonista, Migliore scenaggiatura originale e Migliore sceneggiatura adattata. La premiazione vera e propria si terrà il 27 marzo e sarà trasmessa da Sky, presentata da Alessandro Cattelan dagli Studi De Paolis di Roma. Anche in questo caso, sarà possibile vedere la cerimonia in chiaro su Tv8.

I David di Donatello sono una sorta di Oscar del Cinema Italiano e sono considerati premi molto ambiti. Tra i candidati non si trovano solo film italiani ma anche internazionali e divisi tra quelli dell’Unione Europea e film Stranieri. Secondo i bookmaker, sarà possibile ritrovare tra i titoli anche le opere di Edoardo De Angelis, Edoardo Leo, Pif e Michele Placido. Chi si aggiudicherà la statuetta? C’è da dire che il premio prende nome dalla statua omonima e la cerimonia è iniziata nel corso degli anni cinquanta, con la prima che si ebbe nel 1956. La location può variare nel corso del tempo e, infatti, negli anni la premiazione si è svolta a Taormina, alle Terme di Caracalla e al Teatro dell’opera di Firenze.

La premiazione della sessantesima edizione dei David di Donatello si è svolta il 18 aprile, condotta da Alessandro Cattelan ed è stata trasmessa da Sky Cinema, Sky Uno e Tv8 dopo che le candidature erano state annunciate il 22 marzo. Il premio per Miglior Film è andato a Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese. Miglior regista è stato proclamato Matteo Garrone per il suo Tale of Tales. Gabriele Mainetti ha vinto come miglior regista esordiente per Lo chiamavano Jeeg Robot. Quest’ultimo film ha fatto incetta di premi dato che hanno ricevuto la statuetta anche i quattro attori principali e cioè Ilenia Pastorelli, Claudio Santamaria, Luca Marinella e Antonia Truppo nella categoria “protagonista” e “non protagonista”. In generale, le pellicole che hanno riscosso maggior successo nelle nomination sono state Non essere cattivo di Claudio Caligari, Lo Chiamavano Jeeg Robot, Perfetti Sconosciuti, Tale of Tales e Youth di Paolo Sorrentino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori