COLPO SECCO/ Su Rete 4 il film con Steve Carlson e Jeff Carlson. Le curiosità sulla pellicola

- La Redazione

Colpo secco, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 6 febbraio 2017. Nel cast: Steve Carlson e Jeff Carlson, alla regia George Roy Hill. Ma ecco la trama del film nel dettaglio

Foto-Mediaset_new
film

Colpo secco è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, lunedì 6 febbraio 2017. Una pellicola dal genere commedia, drammatica e sportiva che è stata affidata alla regia di George Roy Hill mentre la sceneggiatura è stata estesa da Nancy Down. La produzione è stata firmata da unna colla borazione tra Stephen J. Friedman con Robert J. Wunsh, Robert Crawford e Patrick Kelley. Il montaggio della pellicola è stato realizzato da Dede Allen e la scenografia ideata da Henry Bumstead. I costumi di scena portano la firma di Tom Bronson ed il trucco dei personaggi è stato curato da Stephen Abrums. Il titolo originale della pellicola è Slap Shot ed è stato prodotto in USA nel 1977, la sua durata è di circa 123 minuti. L’accoglienza iniziale del film non fu delle migliori, infatti il critico cinematografico di nome Gene Siskel inizialmente ebbe modo di parlare molto male di questo film, ma in una sua dichiarazione successiva affermò come sia diventato uno dei suoi film preferiti dopo averlo visionato diverse volte, arrivando a classificarlo come una delle migliori commedie prodotte negli Stati Uniti. L’impatto creato a livello culturale da questo film è enorme e vige tutt’oggi, non a caso nel mondo dell’hockey si usa fare ancora uso di citazioni e del lessico utilizzato in Colpo secco. Inoltre anche i gadget e le maglie della finta squadra sono ancora molto venduti. Da questo film si può dire che si è presa ispirazione per diverse iniziative di natura sportiva e non.

Colpo secco è il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 6 febbraio 2017 alle ore 16.05. Una pellicola prodotta negli Stati Uniti d’America e diretta dal regista George Roy Hill. La pellicola cinematografica, pubblicata nell’anno 1977, è basata su un romanzo scritto da Nancy Down e parla principalmente del mondo dell’hockey su ghiaccio, in particolare delle serie minori, in cui vi era un alto tasso di violenza, specialmente negli anni ’70. Tale violenza era il motivo per cui le persone erano attratte da questo gioco. I personaggi principali, ossia Steve Carlson, Jeff Carlson e Dave Hanson, erano anche giocatori veri di hockey. Ma scopriamo nel dettaglio la trama del film.

Il film parla di una squadra immaginaria di hockey chiamata Chiefs, risiedenti a Charlestown. Tale gruppo era militante nella Federal League, ed erano abituati a perdere quasi ogni partita. Inoltre, la società della squadra era indebitata pesantemente a causa del fatto che l’unica grande fabbrica della città aveva chiuso poco tempo prima. Così i dirigenti decisero di far giocare ai Chiefs un’ultima stagione prima di sciogliere definitivamente la squadra. Grazie ad un riassortimento dell’organico, entrano a far parte dei Chiefs i fratelli Hanson, conosciuti nell’ambiente per essere estremamente violenti nel campo di gioco. Inizialmente l’allenatore non da modo alla coppia di mostrare la propria abilità, ma in un momento di estremo bisogno li fa entrare in campo, rimanendo meravigliato dalla bravura e dallo stile di gioco risultante molto aggressivo rispetto alla norma. La prestazione offerta dai fratelli è ottima, tanto da convincere l’allenatore Dunlop modifica la squadra per poterli fare giocare al meglio delle loro abilità, cosa che viene accettata da tutto il gruppo. Dunlop inoltre mente alla squadra, affermando che essa sarebbe stata comprata a fine campionato, mentre in realtà la società pensava di porre fine a tutto quanto. Successivamente si scopre che il general manager non voleva assolutamente sfruttare l’opportunità di vendere il gruppo dei Chiefs per godere di un’ottima remunerazione economica derivante dalla chiusura della squadra. La cosa verrà fuori durante l’ultima partita di campionato, dove i Chiefs inizialmente decisero di giocare la partita in maniera “pulita” per poi finire immischiati in una grande rissa in campo specialmente dopo esser stata segnalata la presenza degli osservatori della NHL, ossia la National Hockey League. Ned Braden, che rimane in panchina tutto il tempo, notò la moglie sugli spalti, vestita particolarmente bene per l’occasione, è questo sarà il motivo per cui lo stesso Ned andrà a centro campo per spogliarsi, causando le risa generali delle due squadre. L’unico a non ridere del simpatico sipario è il capitano della squadra avversaria dei Chiefs, che dopo aver chiesto in malo modo all’arbitro di espellere Braden, lo colpisce, sancendo così la vittoria del campionato a tavolino ai Chiefs. Infine si verrà a scoprire che dopo la partita finale Dunlop ha ottenuto un nuovo posto di lavoro come allenatore all’interno di un’altra squadra di hockey, ed è intenzionato a portare tutti i ragazzi dei Chiefs con se.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori