Clementino/ “Ragazzi fuori”, l’artista rischia di uscire: il sostegno del collega Marracash (Festival di Sanremo 2017, prima serata)

Seconda volta consecutiva per Clementino sul palco dell’Ariston, dove quest’anno porterà “Ragazzi fuori”, un inno alla speranza (Festival di Sanremo 2017, prima serata 7 febbraio)

07.02.2017 - La Redazione
sanremo2017_ok_R439
Sanremo 2017

Anche Marracash è intervenuto sulla sua pagina Twitter ufficiale per fare il tifo per il collega Clementino, e a ragion veduta. Ieri sera, durante la prima del Festival di Sanremo 2017, il rapper campano ha presentato a pubblico e giuria la sua “Ragazzi fuori”, la canzone che ha portato in gara in questa 67esima edizione della kermesse, che però non ha scritto da solo. Si tratta di un brano nato da quattro mani, realizzato proprio insieme a Marracash. Anche per questo, poco prima che l’artista salisse sul palco dell’Ariston, il collega ha cinguettato, carico di entusiasmo: “Ho aiutato mio bro @CLEMENTINOIENA a scrivere la sua canzone per Sanremo. Forza Clemente spacca tutto!!” (clicca qui per il tweet). Il televoto e il verdetto della giuria hanno però deluso, dal momento che alla prima serata Clementino è finito a rischio eliminazione, e domani sera dovrà rinunciare alla Cover scelta in partenza, il pezzo “Svalutation” di Adriano Celentano. La strada sembra in salita per il campano, ce la farà a recuperare il gruppo di Big che già si sono aggiudicati un posto per i prossimo appuntamenti con il Festival di Sanremo 2017? Staremo a vedere…

Clementino a rischio in questo Festival di Sanremo 2017: il rapper è andato in scena durante la prima serata della kermesse musicale guidata da Carlo Conti ha presentato al pubblico e alla giuria la sua “Ragazzi fuori”. Insieme a Giusy Ferreri e Ron, è finito però nelle ultime tre posizioni e dunque domani sera, giovedì 9 febbraio 2017, non andrà in scena con la Cover scelta per il Festival ma si giocherà – insieme anche ai tre peggiori di oggi – il posto all’interno dell’evento giusto alla sua 67esima edizione. L’attesa sui social network era alle stelle per Clementino, “#sanremo2017 siamo con te big bro #clementino”, “Ed ora tocca a @CLEMENTINOIENA! Spacca tutto iena! #Sanremo2017 #Clementino #RagazziFuori”, e in molti sono in realtà rimasti più che soddisfatti del pezzo presentato dall’artista: “Piacevolmente sorpreso da #Clementino #Sanremo2017”, “Non capisco proprio il giurisdizionale su #Clementino…” ha aggiunto un utente, proprio in riferimento al rischio di essere eliminato “o forse sì: è un rapper e non va a genio alla antiquata giuria. #sanremo2017”, e ancora “#Clementino Bel testo, bella musica. Bravo ma son di parte, per campanilismo #Sanremo2017”. Ora non resta che scoprire come se la caverà Clementino domani sera e se riuscirà o meno ad arrivare in finale…

Clementino fa scintille nell’esibizione a Sanremo 2017 con il suo ‘Ragazzi Fuori’. Il rapper napoletano ha realizzato questo brano con l’amico Marracash, dedicandola a tutti i giovani e alle problematiche tipiche dell’età adolescenziale, ma non solo. In una intervista a ‘Repubblica’ l’artista campano ha così spiegato il suo pezzo: “Parla dei ragazzi fuori. Chi sono? Sono quelli che non hanno ancora fatto una scelta di vita, e il loro nemico principale è la noia, quella di vivere senza lavoro o senza una passione. Questa condizione porta a fare delle stupidaggini. La canzone – ha proseguito Clementino – vuole proprio trasmettere un messaggio di riscatto e speranza. Io sono stato un fortunato, perché ho avuto la passione per il rap, che mi ha permesso di battere la noia. Anche io sono un ‘ragazzo fuori’“. Il noto rapper conta su tutti i suoi fan per arrivare fino in fondo a Sanremo, ma dovrà necessariamente conquistare anche la stampa. Ce la farà?

Torna al Festival di Sanremo Clementino dopo il successo dello scorso anno con ”Quando sono lontano” quest’anno porta invece ‘‘Ragazzi fuori’‘. Non dimentica i suoi fan il rapper campano che su Instagram chiama a raccolta tutti i suoi fan. Pubblica una foto e scrive: “Dal centro all’hinterland fino a Sanremo in attesa di salire sul palcoscenico dell’Ariston stasera circa alle ore 23! State con me!”, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Il ragazzo ha dimostrato di avere grande coraggio e di essere ormai pronto anche per questi appuntamenti anche grazie a una crescita personale che alla soglia dei trentacinque anni l’ha portato a diventare un artista completo. C’è grande attesa per la sua canzone anche perchè Clementino ha sempre dimostrato di essere un cantante innovativo e in grado anche di ribaltare le regole del rap italiano. Inoltre l’altra indicazione che da è che stasera sarà sul palcoscenico attorno alle ventitrè, una informazione per leggere meglio anche tutta la scaletta del Festival di Sanremo.

Clementino si prepara per il Festival di Sanremo, conscio che dopo la kermesse canora italiana dovrà partire alla volta degli Stati Uniti. Il 24 febbraio, infatti, il rapper napoletano ritirerà insieme a Carlo Carlei, il regista della serie ‘I bastardi di Pizzofalcone’ il riconoscimento ‘LA Italia Exellence Award’ che verrà consegnato anche a Giuliano Sangiorgi e Giovanni Veronesi. Clementino potrà quindi esibirsi per la prima volta negli Stati Uniti al Teatro Cinese, ed accompagnerà il film ‘Zeta’ di Cosimo Alemà, che racconta il mondo del rap e dell’hip hop italiano. Tony Renis, presidente del Festival, ha indicato Clementino come il miglior freestyle italiano: “E’ il nostro più brillante freestyler, apprezzato anche dai big di Hollywood come Helen Mirren e Antonio Banderas. Sarà la prima volta per lui negli Usa”. Clementino per ora pensa a Sanremo, poi sbarcherà negli Stati Uniti, un mese all’insegna delle emozioni.

Clementino sarà tra i cantanti del Festival di Sanremo 2017 che vedremo in gara stasera, 7 febbraio, nella prima serata della kermesse canora. Nei giorni scorsi il rapper di Avellino si è dichiarato soddisfatto per come sono andate le prime prove sul palco dell’Ariston: “Le prove sono andate bene, io incrocio le dita e darò il massimo. Clementino ha ben chiaro il messaggio che vuole portare sul palco: “Il mio è un messaggio di speranza. La canzone si chiama Ragazzi Fuori e tanti ragazzi si rispecchieranno in essa”. Il rapper ha detto anche la sua sulla manifestazione canora: “Ormai fa parte del folklore di questa Nazione e del calendario. C’è Pasqua, Natale, Carnevale, Ferragosto e Sanremo”. Clicca qui per vedere l’intervista a Clementino.

Clementino partecipa per la seconda volta a Sanremo e lo fa con il nuovo brano dal titolo Ragazzi fuori, un pezzo dedicato alla vita dei giovani nei luoghi che spesso la canzone italiana dimentica. In questo secondo anno consecutivo sul palco dell’Ariston Clementino porta un brano scritto con il collega Marracash e lo descrive così: “E’ una canzone che parla di speranza. Sono stato anche io un ‘ragazzo fuori’, come tutti. Molte volte quando diventi più famoso e non sai gestire la fama, è facile cadere in tentazioni. Ho semplicemente parlato della mia vita, dedicando questo brano alle nuove generazioni”. Clementino ha detto di aver appreso che avrebbe partecipato all’edizione 2017 del Festival di Sanremo proprio durante la trasmissione di Carlo Conti Sarà Sanremo. Quindi lo ha saputo esattamente nello stesso istante in cui è stato dichiarato ai suoi fans. Dopo poco ha twittato un commento di apprezzamento e soddisfazione, ringraziando i sostenitori e facendo presagire che avrebbe ancora cantato per gli emarginati della società, portando i temi a lui cari all’attenzione del pubblico sanremese. Successivamente ha mostrato sui social una foto che lo ritraeva a tavola con Gigi d’Alessio, cantante che parteciperà alla medesima kermesse, annunciando: “Buon appetito! Super terroni a Sanremo!” scherzando con l’appellativo a sfondo razziale che troppo spesso viene ancora attribuito a chi proviene dal sud e ribadendo il concetto, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, che la sua sarà una partecipazione attiva alla manifestazione. Sarà ancora una performance con l’obietivo primario di portare la voce di quella terra splendida e difficile che è la Campania, Napoli e tutto il meridione. Da Clementino ci si aspetta che passi alla fase finale, potendo competere con i migliori della scena sanremese. Il rap non è un genere che si adatta particolarmente bene a manifestazioni di questo tipo ma lo stile di Clementino è una piacevole eccezione. Per cui ci si può immaginare che arrivi tra i primi posti della classifica grazie a un brano che farà sicuramente breccia nei cuori dei più giovani. Clementino stesso ha detto di aver composto il pezzo proprio per dedicarlo alle nuove generazioni a cui si rivolge.

Nell’edizione 2016 della manifestazione sanremese, condotta da Carlo Conti, Clementino partecipa con un pezzo bellissimo intitolato Quando sono lontano. Il brano arriva settimo e riceve recensioni più che positive da parte del pubblico e dagli addetti ai lavori. La canzone di Clementino unisce il rap a questioni di rilevanza sociale non indifferenti e problematiche legate all’abbandono della propria terra per emigrare in cerca di nuove occasioni. La terra di origine è quella napoletana, ma ascoltando il pezzo si può traslare il concetto alla situazione generale dell’emigrazione, trovando analogie tra i processi internazionali e i sentimenti contenuti nel testo di Clementino. Il brano è più di una semplice canzone rap, più di un motivetto da cantare, più di un pezzo da trasmettere in radio. L’alternanza tra l’italiano e il dialetto conferisce una maggiore concretezza al testo, che risulta toccante e profondo. L’emigrazione non viene affrontata come un aspetto economico ma come una sensazione, quella di quando ti allontani dalle cose che sembrano più semplici ma la cui assenza fa più male. A Sanremo 2016 Clementino ha presentato la cover di Don Raffaè, il celeberrimo pezzo del cantautore Fabrizio de André. L’interpretazione è stata accattivante e caratterizzata dalla partecipazione emotiva dello stesso rapper che si è dimostrato capace di spaziare tra generi molto differenti come il rap e la canzone d’autore, in un mix notevolmente interessante.

Clemente Maccaro, in arte Clementino, nasce nel 1982 ad Avellino. È un rapper insolito, che parte dalle strade del territorio napoletano per portare la musica e la dimensione di quei posti all’attenzione del grande pubblico. Gli ascoltatori apprezzano molto i suoi testi, sempre interessanti e mai banali, gonfi di significati dettati dall’esperienza della strada e dei quartieri difficili. Le prime collaborazioni con altri gruppi e le manifestazioni a cui partecipa sanciscono l’inizio di un successo notevole. Già nel 2012 viene affiancato da artisti del calibro di Fabri Fibra, Marracash e Jovanotti. Clementino entra in polemica con un giornalista de L’Espresso per una frase contenuta nella canzone Amsterdam, poi censurata. Il rapper viene anche criticato per la collaborazione con Moreno, visto che nel mondo dell’hip pop la partecipazione ai talent show come quello di Maria de Filippi resta tuttora malvista. Per Clementino prevalgono, tuttavia, gli attestati di stima, non soltanto dal mondo del rap ma da tutto il panorama musicale e dagli esperti del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori