MAURIZIO CROZZA/ Video, copertina del comico al Festival: anche Salvini nel mirino, la replica su Facebook (Sanremo 2017)

- La Redazione

Maurizio Crozza: la copertina del Festival: il comico genovese prende in giro Renzi, la Raggi e Salvini e se la prende con il cachet di Carlo Conti (Sanremo 2017, prima serata)

maurizio_crozza_lapresse_R439
Maurizio Crozza (LaPresse)

Anche Matteo Salvini, leader della Lega Nord, è finito nel mirino di Maurizio Crozza (insieme a Renzi, Gentiloni, all’Europa e diversi altri volti e temi) ieri sera, per la prima del Festival di Sanremo 2017. Il comico genovese non è intervenuto fisicamente sul palco dell’Ariston, al fianco dei conduttori, ma ha guidato la sua copertina satirica (di cui sotto troverete il video) da lontano, salutando i padroni delle scene, Carlo Conti e Maria De Filippi, e iniziando con un consiglio per il direttore artistico di questa 67esima edizione. Salvini, dopo aver ascoltato le parole di Maurizio Crozza, ha voluto commentare personalmente il suo intervento, non ritenendosi molto soddisfatto. Con un messaggio sulla sua pagina Facebook ha infatti chiarito: “Festival di Sanremo, non so voi ma a me Crozza non fa più ridere…. Contro Trump e contro di me, banalotti. Milionari che fanno la morale #tristezza”. Chi finirà prossimamente nel mirino del comico genovese? Ricordiamo che Crozza terrà compagni al pubblico tutte le sere: clicca qui per vedere il post di Matteo Salvini direttamente dal suo account social ufficiale.

Maurizio Crozza al Festival di Sanremo 2017: sarà il comico genovese – fino a qualche tempo fa impegnato in Crozza nel paese delle meraviglie su La7, ora passato a Discovery – a tenere compagnia al pubblico della kermesse durante la 67esima edizione. Nel primo appuntamento di ieri, 7 febbraio 2017, la satira politica è stata al centro del suo intervento (insieme ad un iniziale e non velato riferimento a Renzi, senza dimenticare Salvini, l’Europa e gli evasori). Davanti agli spettatori dell’Ariston, e naturalmente al cospetto di Conti e De Filippi, le parole di Crozza sembrano davvero aver diviso il pubblico dei social network. C’è chi, entusiasta, non riesce a trattenersi dal riportare su Twitter le sue battute, “Il Festival di Sanremo sarà trasmesso in eurovisione proprio per far un dispetto all’Europa #Crozza #genio #Sanremo2017”, “Rogiti e Polizze sembra una canzone di Carmen Consoli #Crozza #Sanremo2017”, “Un Super #Crozza ricorda agli italiani di pagare le tasse e si scusa subito per gli ascolti di #Sanremo che si abbassano”; ma anche chi ammette di non aver apprezzato molto. “#Crozza A Sanremo si è mantenuto basso. Ha voluto imitare Renzi ma nn ha fatto ridere. È la Rai ragazzi. Non si scherza!” si legge infatti su Twitter, e i messaggi sono molteplici. Stasera, in occasione della seconda serata del Festival di Sanremo 2017, riuscirà a mettere d’accordo tutti? 

(- Maurizio Crozza colpisce enl segno con la sua irriverenza e le sue battute anche se non è pungente come al solito. La copertina del Festival di Sanremo 2017 firmata da Maurizio Crozza non arriva a inizio programma come tutti si aspettavano ma dopo quasi un’ora di diretta e l’attesa ci sta tutta quando poi ci troviamo davanti ad un grande comico che mette da parte le imitazioni e si lascia andare su in intervento a braccio tra politica (soprattutto Raggi, Salvini e Renzi) e le polemiche che hanno travolto Carlo Conti e il suo onorario per la partecipazione al Festival di Sanremo. Il toscano ride quando Crozza non solo rivela che Conti gli darà tutto il suo cachet visto che lui è genovese e non ha intenzione di partecipare gratis come ha deciso di fare Maria De Filippi. Il suo intervento si chiude con la promessa di tornare anche domani sperando che il suo discorso abbia un filo logico e non salti da un argomento ad un altro facendo una sorta di infarinatura di vari argomenti. 

Ecco qui il video del suo intervento in questa prima serata del Festival di Sanremo.

(- Dov’è Maurizio Crozza? In molti se lo sono chiesti di fronte ai primi minuti del Festival Di Sanremo. Ci si aspettava che il comico e conduttore aprisse il festival con quella che è stata chiamata appunto “copertina”, invece le esibizioni sono iniziate, i primi ospiti hanno fatto il loro ingresso, ma di Maurizio Crozza nemmeno l’ombra. Sul web la curiosità è davvero tanta e sono in molti a credere che lo spazio a lui dedicato sia stato posticipato di molto o, addirittura, cancellato. Possibile? I tweet che lo invocano sono davvero a decine: “Ma Crozza? Perchè tarda ad arrivare?” oppure “E menomale che Crozza doveva fare la copertina!”, e ancora “Grave perdita! Crozza era come un “fil rouge”..se lo sono fatti scappare..”. L’attesa è, insomma, davvero tanta per il conduttore e comico satirico che, in occasione del Festival, lascia La7 per tornare proprio lì dove, qualche tempo fa, ha attirato i fischi del pubblico.

Maurizio Crozza sarà protagonista della copertina del Festival di Sanremo 2017 e pronto a tagliare con la sua satira sarà protagonista ovviamente attesissimo. Intanto però sulla pagina Twitter di Crozza nel paese delle Meraviglie possiamo veder ripescato un tormentone del passato e pubblicato un video di una canzone che fece molto discutere quando su La7 il cantante rilanciò con grande spessore e intelligenza: “Crozza tweet – Razzi se la cantava già prima del Festival di Sanremo 2017. Il nostro senatore avrebbe potuto presentarsi tra i big”, clicca qui per il video e per i commenti dei follower. Ricordiamo che proprio quest’anno Maurizio Crozza ha lasciato La7 chiudendo la sua storia a Crozza nel paese delle meraviglie e che a fine mese tornerà su Nove con Fratelli di Crozza.

Maurizio Crozza è pronto a far divertire il pubblico dell’Ariston nella prima serata del Festival di Sanremo 2017. In attesa di assistere in diretta su Rai Uno alla sua “copertina”, sono già iniziati i pronostici per cercare di capire quali imitazioni farà il comico genovese. Se dovesse decidere di rischiare una nuova contestazione, come quella del 2013 quando imitò Berlusconi sotto elezioni, potrebbe ad esempio decidere di indossare i panni di Paolo Gentiloni, ma in questo caso è difficile che resista alla tentazione di impersonare Renzi o il suo rivale nel Pd (Pierluigi Bersani, “siam mica qui…”). Dal momento che la sua copertina è prevista ad ora tarda, Crozza potrebbe addirittura decidere di rispolverare un personaggio cult come Gigi Marzullo (“Siamo qui, amici della notte”), ma quel che è certo considerando la bravura di Maurizio è che il suo sarà certamente un intervento “straordinErio” (cit. Arrigo Sacchi, ndr). 

Maurizio Crozza è uno dei nomi più attesi della prima serata del Festival di Sanremo 2017 in onda oggi, 7 febbraio, su Rai Uno. Il comico genovese, fortemente voluto da Carlo Conti, sarà presente in tutte le serate della kermesse musicale, e c’è già chi si chiede se la sua satira sarà politica o musicale. Quest’anno, il comico proporrà le sue celebri “copertine”: ma se di solito queste aprono le serate, come dimostrato in Ballarò o DiMartedì, a Sanremo per gustarsele bisognerà attendere le 23.00 circa. Maurizio Crozza non è nuovo al festival di Sanremo: già nel 2013 era approdato al Festival, tuttavia fu un momento increscioso poiché il noto comico e conduttore televisivo italiano improvvisò un’imitazione nei panni di Silvio Berlusconi, che provocò l’ira dei presenti. Fu un momento imbarazzante, che nemmeno il presentatore di allora (Fabio Fazio) riuscì a gestire. Dopo l’addio a La7, Maurizio Crozza è pronto a debuttare sul gruppo Discovery, al quale appartengono canali come Real Time e Dmax: l’esordio avverrà molto probabilmente agli inizi del mese di marzo con un nuovo show tutto da scoprire. Nato a Genova nel 1959, Crozza ha iniziato la sua carriera molto giovane, grazie al gruppo comico genovese chiamato Brocoviz, debuttando nei palinsesti della Rai. Ha lavorato anche per Mediaset, nel programma Mai Dire Goal, accanto al trio comico Gialappa’s Band, ma è su La7 che ha ottenuto i maggiori successi di ascolti con Crozza nel paese delle meraviglie, Crozza Italia e Crozza Alive. Diverse volte Crozza è stato criticato: nel lontano 2005, a causa di un’imitazione del papa che ha indignato gran parte della critica durante un episodio del programma “Crozza Italia”. Il “Crozzismo” è il termine attraverso cui si indicano le reazioni dei politici imitati da Maurizio Crozza stesso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori