ROBERTO PERUGINI/ Sarà lui a lasciare la cucina del cooking show? (MasterChef Italia 6, ottava puntata 9 febbraio 2017)

- La Redazione

Roberto Perugini, il concorrente sta rischiando dopo il Pressure Test della scorsa settimana, sarà lui ad essere eliminato? (MasterChef Italia 6, Ed.2017 ottava puntata 9 febbraio)

MasterChef_Masterchef6_Shaolin_r439 MasterChef Italia 6

I giudici e il pubblico di Masterchef Italia 6 si aspettavano grandi cose da Roberto Perugini. Il cuoco amatoriale dallo spiccato accento romagnolo sembra invece essersi spento. Ha usato proprio queste parole Bruno Barbieri, suo conterraneo, che dopo l’ultima Mistery Box l’ha strigliato ben bene nella speranza che possa risvegliarsi dal torpore in cui sembra essere inciampato. Ma lo chef pluristellato, almeno per il momento, non ha ottenuto l’effetto desiderato. Dopo una prima prova piuttosto deludente, nel corso della quale si è limitato a preparare un piatto senz’anima assemblando gli ingredienti in maniera apparentemente casuale, Roberto ha dovuto affrontare un Pressure test senza precedenti. I concorrenti a rischio eliminazione, per la prima volta, hanno “duellato” a bordo di un catamarano. Insieme a Gabriele, Giulia e Michele, ha dovuto preparare in cambusa quattro piatti richiesti dai giudici dello show, che attendevano le loro ordinazioni sul ponte dell’imbarcazione. Gli sfidanti hanno dovuto cucinare in condizioni veramente estreme, in uno spazio ridottissimo e con un solo fornello a testa. Roberto Perugini, purtroppo, ha toppato sin dall’inizio. La sua insalata di anguria salata con bottarga e limoni di Procida è stata giudicata pessima da Cracco, Barbieri, Cannavacciuolo e Bastianich, increduli al pensiero che quel piatto fosse stato preparato da colui che era considerato uno dei concorrenti più promettenti della sesta edizione. Ma il peggio, per il cuoco romagnolo, doveva ancora venire. Il suo astice alla catalana, le polpette alla Luciana e il pesce all’acqua pazza, secondo i giudici, altro non erano che diverse versioni dello stesso piatto, come se il 37enne non fosse a conoscenza delle differenze basilari tra le varie preparazioni da loro richieste. Un disastro su tutta la linea, insomma. I suoi sfidanti non hanno fatto poi così meglio, ma due di loro si sono difesi: Giulia e il giovane Michele si sono salvati, mentre Roberto e Gabriele non sanno ancora che ne sarà di loro. Per la prima volta nella storia del cooking show, infatti, l’eliminazione è stata rinviata alla puntata successiva. Dalle anticipazioni mostrate al termine del Pressure test, sembra che i due finalisti si affronteranno in uno scontro diretto nella cucina degli studi di Sky.

Da un punto di vista umano, Roberto Perugini è amatissimo sia da suoi compagni di squadra che dai giudici. Alle selezioni della sesta edizione di Masterchef, la sensibilità e la genuinità che lo contraddistinguono avevano commosso al punto tale che a Joe Bastianich era scappata una lacrimuccia. In quell’occasione, il romagnolo con la cresta da duro e il cuore tenero aveva presentato un piatto che aveva messo tutti d’accordo. E se all’inizio della gara era partito carico come una molla, qualcosa, durante il prosieguo dello show, dev’essersi spezzato. Roberto potrebbe non essere in grado di sopportare la tensione e la fatica ed essersi quindi, in un certo senso, arenato, incapace di tornare a galla e di fare come ha sempre fatto. Eppure, siamo certi che la sua passione per la cucina sia ancora lì che arde da qualche parte. La paura dell’ultimo Pressure test, qualora dovesse salvarsi, potrebbe essere decisiva.

È improbabile che Roberto venga eliminato questa sera. Gabriele, pur avendo una certa esperienza e dimestichezza in cucina, non è preparato quanto gli altri concorrenti. È lecito credere, dunque, che sarà lui a doversi togliere il grembiule. Ci si aspetta, a questo punto, uno scatto d’orgoglio da parte del romagnolo, che dopo aver sfiorato l’eliminazione potrebbe finalmente rendersi conto che sprecare un’occasione del genere, con delle potenzialità come le sue, sarebbe un vero e proprio peccato.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori