LEONARDO CAGLIOSTRO/ Il personaggio interpretato da Lino Guanciale: chi è la talpa? (La porta rossa, mercoledì 1 marzo 2017)

Leonardo Cagliostro, cosa ha fatto nella scorsa puntata il personaggio interpretato da Lino Guanciale: oggi indaga su Stella e cerca di dissuadere Anna (La porta rossa, 1 marzo 2017)

01.03.2017 - La Redazione
Porta_Rossa_Facebook_r439
La porta rossa (foto da Facebook)

Ritorna questa sera l’appassionante appuntamento con la fiction di Rai 2, La porta rossa. Il principale protagonista è Leonardo Cagliostro interpretato dal buon Lino Guanciale. In attesa di scoprire quali altri colpi di scena ci riserverà questo nuovo appuntamento (tra indagini su Stella e decisioni dolorose di Anna) ricordiamo quanto fatto da Cagliostro nell’ultima puntata. Il commissario Leonardo Cagliostro è stato costretto a vedere il proprio funerale. Nessuno può vederlo e sfrutta la cosa per cercare di capire quello che gli è successo, per cui segue il suo feretro fino al cimitero. Tra le lapidi, però, qualcuno sembra accorgersi di lui, si tratta di Jonas, un altro fantasma rimasto sulla terra per compiere una misteriosa missione. L’entità spiega a Leonardo che non solo soli e che ci sono altri fantasmi come loro, troppo legati ai viventi per poter passare oltre la porta rossa.

Grazie alla concentrazione i fantasmi possono interagire, anche se per poco, con i viventi e Leonardo impara a controllare la corrente elettrica in una biblioteca. Al commissario è chiaro fin da subito che il magistrato che si sta occupando delle indagini, vuole chiudere il suo caso in maniera grossolana e anche le esatte intuizioni dell’amico e collega Lorenzi, sulla presenza di un killer sul luogo del delitto, non portano a nulla di fatto. Senza sapere bene come fare per la seconda volta in pochi giorni, Leonardo chiede aiuto a Vanessa. Il fantasma sul luogo del suo omicidio ha notato il telefonino dello spacciatore soprannominato il Messicano, mentre la polizia non ci ha fatto caso. La ragazza non vuole avere a che fare con il fantasma, ma quando questi la aiuta a capire chi sono veramente le sue amiche, accetta di fargli da tramite. Vanessa recupera il cellulare del Messicano e lo porta alla polizia. Leonardo continua a seguire a distanza anche Anna, la donna ha recuperato gli effetti personali del marito tra cui anche la chiave di una cassetta di sicurezza e il suo telefonino. Grazie al cellulare del Messicano, giunto al commissariato in forma anonima, per la prima volta la polizia è sulla strada giusta, Cagliostro è stato ucciso da un poliziotto. Scoperta l’esistenza della talpa, Cagliostro inizia a sospettare di tutti i suoi colleghi e nota l’ambiguo atteggiamento di Stella. I due avevano una relazione clandestina ma la donna però ora è sotto ricatto perché Paoletto ha scoperto tutto. Leonardo non sa con chi confidarsi e torna da Vanessa, che lo ascolta e gli promette aiuto, questa volta senza nessuna resistenza. Intanto a distanza Leonardo segue anche i suoi colleghi. Stella si vede con un uomo misterioso e cerca informazioni su Paoletto, che a sua volta ha problemi a casa, mentre Lorenzi sembra l’unico ad essere preoccupato per come procedono le indagini. Una sera è Vanessa a chiedere aiuto a Leonardo. La ragazza ha bisogno di entrare negli archivi della questura per verificare alcune informazioni sul suo passato. Nonostante qualche perplessità il commissario decide di aiutarla, prima ad aggirare il sistema di sicurezza e poi ad entrare nella sezione dei documenti, dove la ragazza scopre con grande sconcerto che la madre è ancora in vita…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori