Giuseppe di Nazareth/ Tobias Moretti nel film su Rete 4: curiosità sull’attore

- La Redazione

Giuseppe di Nazareth, il film in onda su Rete 4 oggi, domenica 19 marzo 2017. Nel cast: Tobias Moretti, Ennio Fantastichini, alla regia Raffaele Mertes. La trama del film nel dettaglio.

Foto-Mediaset_new
film

Giuseppe di Natzareth è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, domenica 19 marzo 2017, a partire dalle 16.50. Una pellicola dal genere biblica che è stata diretta da Raffaele Mertes nel 2000. Il film è stato prodotto da Luca Bernabei e fa parte di un ciclo di quattro film a carattere biblico, che hanno per protagonisti delle figure vicino a Gesù. La pellicola ha diverse inesattezze storiche, una è relativa alla morte di Erode l’altra riguarda la presunta morte dello stesso Giuseppe. A questo proposito i testi sacri non riportano con esattezza la morte del padre di Gesù. In questa pellicola Giuseppe muore ormai anziano, mentre in un’altra, sempre prodotta da Bernabei, Giuseppe muore quando Gesù è ancora piccolo. A dare volto a Giuseppe è Tobias Moretti, attore e regista austriaco di origini italiane. Durante la sua carriera ha ricevuto molti riconoscimenti e premi per la sua interpretazione nella serie televisiva Il Commissario Rex, tra le altre sua interpretazioni vanno ricordate tra le altre Abel il figlio del vento, Lo straniero della valle oscura, Violetta, Io, Don Giovanni, L’isola del tesoro, Giulio Cesare, La libertà dell’aquila, Ombre, Workaholic e Il Commissario Rex. 

Giuseppe di Nazareth è il film in onda su Rete 4 oggi, domenica 19 marzo 2017 alle ore 16.50. Una pellicola di genere biblica dedicata alla figura di San Giuseppe che viene mandata trasmessa in occasione della festa del papà. La pellicola è una produzione italo-tedesco del 1999 ed è stata diretta da Raffaele Mertes. Gli attori principali sono Tobias Moretti, Ennio Fantastichini, Renato Scarpa, Francesco Dominedò, Mattia Sbragia, Omar Lahlou e Stefania Rivi. Il film racconta della vita di Giuseppe prima di diventare il padre di Cristo. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

La storia inizia con Giuseppe, giovane nazareno trentenne di Gerusalemme. L’uomo è un falegname molto talentuoso ed è stato assunto per realizzare la porta in legno del tempio della città. Gerusalemme vive da anni nel più cupo terrore del tiranno Erode e i suoi figli Antipatro, Aristobulo e Alessandro non sono da meno in fatto di angherie. Giuseppe lavora al tempio insieme al nipote Simone ed è proprio grazie al suo lavoro che fa la conoscenza di Anna e Gioacchino e della loro giovane figlia Maria. Grazie ai suoi nuovi conoscenti, Giuseppe torna nella sua città natale dopo cinque anni di assenza. Nel frattempo Simone e Giuda si avvicinano agli zeloti, un gruppo religioso che cerca di destituire il potere di Erode e dei romani. Giuda muore in seguito ad uno scontro mentre Simone scappa. Per mettere al sicuro Maria, Giuseppe si fidanza con la ragazza ma poco dopo i soldati di Erodo lo riconducono con la forza a Gerusalemme per completare il suo lavoro al tempio. Durante l’assenza di Giuseppe, Maria riceve la visita dell’arcangelo Gabriele e la notizia della sua immacolata concezione. La ragazza raggiunge la cugina Elisabetta, anche lei incinta. Quando fa ritorno a casa, Giuseppe scopre della gravidanza. La legge è dalla parte del giovane nello scioglimento del matrimonio ma il ragazzo riceve la visita dell’angelo in sogno e scopre quello che è successo. Con la nascita di Gesù a Betlemme e l’avvento della profezia Erode ordina il genocidio dei bambini e Giuseppe e la moglie fuggono in Egitto per scampare alla condanna. Una volta cresciuto e scampato il pericolo, Giuseppe conduce Gesù a Gerusalemme, dove il ragazzo inizia a farsi conoscere. Nel finale, Giuseppe, divenuto anziano, decide di andare a morire a Nazareth ma poco prima perdona il nipote Simone per il suo fanatismo religioso e per aver provocato la morte del fratello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori