OZZY – CUCCIOLO CORAGGIOSO/ Da oggi al cinema il film d’animazione diretto da Alberto Rodriguez (2 marzo 2017)

- La Redazione

Ozzy – Cucciolo coraggioso, è il film che esce nella giornata di oggi, giovedì 2 marzo 2017, nelle sale cinematografiche italiane. Diretto dal regista Alberto Rodriguez, la trama

Ozzy-Cucciolo coraggioso“, (titolo originale Ozzy-Fast & Furry) è un film di animazione realizzato nel 2016 per la regia di Alberto Rodriguez. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Juan Ramón Ruiz de Somavía. La colonna sonora è del compositore spagnolo Fernando Velázquez. L’uscita della pellicola nelle sale cinema italiane è prevista per il prossimo 2 marzo 2017, la società di distribuzione è la Eagle Pictures. E’ un film per le famiglie, divertente e molto indicato specialmente per i bambini. La durata della pellicola è di un’ora e trenta minuti. 

Il protagonista del film è Ozzy, un cane di razza beagle che ha avuto la fortuna di trovare due padroni buoni e affettuosi che gli garantiscono una vita facile e serena. Ozzy è un animale simpatico, fedele e leale, che ama le coccole e le comodità che il destino gli ha riservato, molto più fortunato di quello destinato ad un semplice cane da caccia. Un giorno però, inaspettatamente, le cose cambiano: i suoi padroni devono necessariamente partire, devono andare in Giappone e non possono portare l’animale con loro. Pur se molto dispiaciuta e rattristata dal fatto di dover lasciare Ozzy da solo, la famiglia Martins si dà da fare per trovare una collocazione temporanea per il cane, che sia all’altezza di Ozzy. I Martins prendono in considerazione diverse soluzioni, le valutano e alla fine decidono di scegliere il canile più lussuoso dei dintorni, il Blue Creek. Come spesso accade, non tutto è come sembra; infatti, quella che doveva essere la sistemazione ottimale e più idonea al cane di casa Martins, non è altro che una vera prigione per gli animali ospiti. Il canile infatti è gestito da un individuo che in realtà non ama gli animali e li tratta nel peggiore dei modi. Ozzy si rende conto di essere capitato nel posto sbagliato ma si fa coraggio e cerca di resistere alle malvagità dell’uomo. Fa amicizia con alcuni animali del canile, che cercano di rendere meno difficoltoso il soggiorno forzato di Ozzy. Grazie ai suoi nuovi amici e al loro aiuto disinteressato, Ozzy trova anche la forza di scappare. 

La pellicola affronta il dibattito che è sempre stato attuale sul conflitto tra sicurezza, privacy e verità. In nome della sicurezza troppo spesso avvengono fatti assolutamente contestabili, come il mancato finanziamento del progetto di Bill Binney e lo spreco di soldi dovuto al boicottaggio a favore di altre ricerche. Su queste tematiche vengono fatte indagini ufficiali e la discussione si allarga, investendo anche l’opinione pubblica americana. Il film, come genere, è a metà tra la biografia di un personaggio veramente esistito, il thriller cinematografico e il documentario. La storia è molto avvincente e tiene gli spettatori inchiodati allo schermo per seguirne gli sviluppi. Friedrich Moser gira un film interessante da vedere e un documento importante da conservare per la memoria futura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori