GORILLA NELLA NEBBIA – LA STORIA DI DIANE FOSSEY/ Su Rete 4 il film con Sigourney Weaver (oggi, 24 marzo 2017)

- La Redazione

Gorilla nella nebbia – La storia di Diane Fossey, il film in onda su Rete 4 oggi, venerdì 24 marzo 2017. Nel cast: Sigourney Weaver e Bryan Brown, alla regia Michael Apted. Il dettaglio. 

mediaset_logo
Mediaset

, è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, venerdì 24 marzo 2017 alle ore 15.50. Una pellicoal di genere biografica del 1988 diretta da Michael Apted (Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero, La morte non basta, Chasing mavericks) ed interpretata da Sigourney Weaver (la saga di Alien, Avatar, Ghostbusters – Gli acchiappafantasmi), Bryan Brown (Uccelli di rovo, Gods of Egypt, E alla fine arriva Polly) e Julie Harris (La valle dell’Eden, Riflessi di un occhio d’oro, Gli invasati). Il film è tratto dall’autobiografia omonima di Dian Fossey. Già durante gli ultimi anni di vita della giornalista, dopo la pubblicazione dell’autobiografia, era in fase di studio un film sulla sua vita, che fu però realizzato purtroppo postumo. In onore dell’opera della Fossey è stato fondato il Dian Fossey Gorilla Fund International, che si occupa dello studio dei gorilla e raccoglie fondi per la loro salvaguardia. Ma vediampo la trama del film nel dettaglio.

Congo, 1967. Dian Fossey (Sigourney Weaver) viene inviata dal National Geographic a fare un censimento dei gorilla di montagna. La Fossey abbandona quindi in Kentucky l’ex fidanzato e parte per l’Africa. Lì troverà una situazione estremamente pericolosa per i pochi gorilla rimasti, prossimi più che mai all’estinzione. Le tribù locali li cacciano per rivendere la testa e le zampe, mentre gli europei li cacciano per catturarli e rivenderli agli zoo. Nonostante siano una specie protetta, i gorilla sono una parte importante dell’economia della zona. Diane, riesce a creare un legame unico con i gorilla, grazie al linguaggio dei gesti, e gradualmente riesce a convincere anche le autorità locali a fare guerra ai bracconieri, riesce così a salvare i gorilla di montagna dall’estinzione ormai certa, oltre a regalare un punto di vista unico su una specie ancora poco conosciuta. In Congo, Dian conosce anche il fotografo Bob Campbell, con cui ha una relazione (Bryan Brown). Quello che era cominciato con un censimento diventa una nuova ragione di vita, e Dian si ferma in Congo per ben 18 anni. Nonostante sia diventata un personaggio pubblico, i nemici non mancano, perchè la caccia ai gorilla era una risorsa economica importante, sia per le tribù locali che per i cinici ed avidi cacciatori europei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori