MATTEO CAMBI / L’imprenditore ha perso il vizio? Nessun nuovo marchio, la smentita in radio

- Valentina Gambino

Matteo Cambi, nuovo marchio per l’imprenditore? Lui smentisce in radio con Alberto Dandolo, ecco le dichiarazioni ufficiale dell’imprenditore dal passato molto difficile.

matteo_cambi_01_2017
Matteo Cambi

Matteo Cambi perde il pelo ma non il vizio? Questa l’indiscrezione lanciata oggi dal celebre portale di Dagospia: cosa è successo all’imprenditore-scrittore? Intervistato da Alberto Dandolo e Fabio De Vivo durante “Casam2o” in onda su Radio m2o, il fondatore del marchio Guru ha molto da raccontare. Cambi apre la sua intervista con una precisazione: “Voglio categoricamente smentire una notizia che sta circolando in questi giorni sui principali settimanali e che mi vorrebbe fondatore di un nuovo marchio di abbigliamento che si chiama Marc Moore – ha chiosato Matteo Cambi – Sono stanco che venga sfruttato il mio nome e che si associ ad operazioni commerciali che non mi vedono coinvolto se non come consulente. Ho lavorato per soli 3 mesi per questo marchio emettendo regolari fatture. Ma la gente in questo settore si improvvisa senza avere competenza. Non sono ancora nella condizione economica di fondare un nuovo brand di abbigliamento e vivo facendo solo piccole consulenze che mi permettono di sopravvivere”. Matteo Cambi però, non intende mollare e racconta ancora di avere ancora voglia di lottare per tornare a vivere una vita decisamente normale. L’ex naufrago de L’Isola dei Famosi 10, ha anche affermato che superare le dipendenze non è mai troppo semplice, specie quando si parla di anni ed anni di eccessi ed uso continuo di cocaina. “Non sono ancora pronto per tornare a fare l’imprenditore, o quantomeno non ora. E poi in Italia non ci sono soldi, non si rischia più, non ci sono le condizioni per una nuova avventura imprenditoriale. Più facile emergere all’estero…magari a Miami”, ha quindi concluso. Se volete ascoltare l’intervista per intero, potete cliccare qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori