Il caso Thomas Crawford/ Anthony Hopkins nel film su Rete 4: ottima l’accoglienza per la pellicola?

- Cinzia Costa

Il caso Thomas Crawford, il film in onda su Rete 4 oggi, mercoledì 29 marzo 2017. Nel cast: Anthony Hopkins e Ryan Gosling, alla regia Gregory Hoblit. La trama del film nel dettaglio. 

mediaset_logo
Mediaset

Il caso Thomas Crawford è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, mercoledì 29 marzo 2017, in seconda serata. Una pellicola di genere drammatica e thriller, che è stata affidata alla regia Gregory Hoblit con il soggetto esteso da Daniel Pyne che si è occupato anche della sceneggiatura con Glenn Gers. La produzione è stata firmata da Charles Weinstock, il montaggio è stato realizzato da David Rosenbloom e le musiche della colonna sonora portano la firma di Mychael Danna e Jeff Danna La scenografia è stata ideata e prodotta da Paul Eads. Il film ha ottenuto critiche positive grazie al talento del cast, all’estro del regista, all’ottima caratterizzazione dei personaggi stessi (Thomas Crawford è un genio del male!) ed alle atmosfere tese presenti, che si ispirano al tipico thriller vecchio stile: il perfetto abbinamento di queste quattro caratteristiche ha creato un film coinvolgente, da vedere assolutamente.

, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 28 marzo 2017 alle ore 23.05. Una pellicola di genere thriller diretta da Gregory Hoblit e interpretata da Anthony Hopkins e Ryan Gosling, il quale ha destato una critica positiva grazie al suo ruolo, vincendo la nomination come miglior attore in un film thriller nei “Teen Choice Award” del 2007. Il doppiaggio italiano è stato diretto da Francesco Vairano, nella versione originale Thomas Crawford in realtà è chiamato Theodore “Ted” Crawford. Il film ha ottenuto un riscontro abbastanza positivo ed è stato premiato per le colonne sonore al “World Soundtrack Awards” del 2007 (Mychael Danna è stato eletto migliore compositore dell’anno) oltre a diversi riconoscimenti per Ryan Gosling. Ma vediamo la trama del film nel dettaglio.

Il protagonista come da titolo è Thomas Crawford, interpretato da Anthony Hopkins, il quale sorprende la moglie Jennifer (interpretata da Embeth Davidtz) a letto con un poliziotto, Robert Nunally (Billy Burke). L’uomo, accecato dalla gelosia e dalla rabbia, mette in atto il suo ingegnoso piano, il cui cardine è uccidere la moglie con la propria pistola. La moglie Jennifer cade in un coma profondo in seguito allo sparo, Thomas decide di centrare la testa, il proiettile ha solo sfiorato il cervello e non può essere rimosso, poiché sarebbe un intervento altamente rischioso. Si da il via ad un processo in tribunale, in seguito al quale l’uomo viene arrestato proprio dall’amante. Ciononostante, le cose non sono così semplici, si occupa del caso Willy Beachum ( Ryan Gosling), assistente distrettuale dotato di acume e lungimiranza. Pertanto, si scopre che l’arma del delitto non è la pistola di Crawford, successivamente l’uomo viene rilasciato e Robert si suicida. Come se non bastasse, è proprio Thomas ad essere responsabile della vita della moglie, se lasciarla vivere o spegnere le macchine, Jennifer muore, mentre l’assistente distrettuale Willy non riesce ad impedirlo. La vicenda sembrerebbe risolta, eppure c’è ancora qualcosa che non quadra, Willy Beachum continuerà ad indagare, per trovare e smascherare il vero colpevole del delitto. Si scoprirà che sia Thomas Crawford che Robert Nunally possedevano la medesima arma, che è stata saggiamente scambiata, questa sarà la nuova occasione per avviare un nuovo processo per far vincere finalmente la giustizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori