Shalpy/ Imma Battaglia condanna l’aggressione subita dal cantante

- Anna Montesano

Shalpy, confessione shock del cantante a La Vita in Diretta: “Mi hanno offeso e sputato addosso per strada, ora sono stato sedato per placare l’ansia”

shalpi_la_vita_in_diretta
shalpi la vita in diretta

Shalpy, confessione shock del cantante a La Vita in Diretta: Imma Battaglia condanna l’accaduto – Purtroppo la scienza e la società cercano di portare l’uomo ad un altro livello ma non tutti sono in grado di stare al passo con la modernità e questo spesso crea violenza e scompensi. Proprio ieri Shalpy ha denunciato un’aggressione subita e lo ha fatto in tv, a La Vita in Diretta. E’ stata immediata la condanna del popolo della rete e non solo visto che anche Imma Battaglia, leader del movimento LGBT in Italia e attuale compagna di Eva Grimaldi. La Battaglia ha preso la parola su Twitter per condannare il fatto e dire la sua al sindaco Virginia Raggi rea di aver taciuto e non aver preso posizione contro gli omofobi. Su Twitter, la Battaglia ha scritto: “Gravissimo l’attacco di omofobia subito da Scialpi, a cui va tutta la mia solidarietà […] Roma è sempre più una città pericolosa, violenta, in pieno degrado sociale e culturale …e il silenzio della Sindaca è ancora più grave ed inaccettabile! Mai come adesso urge una legge contro l’omofobia ma anche un serio piano di intervento contro la violenza, perché Roma torni ad essere una città dell’accoglienza e dei diritti. Per questo dico alla Sindaca, se ci sei, batti un colpo contro l’omofobia“. Al momento tutto tace a riguardo, quando smetteremo di sentir parlare di omofobia e violenza? La strada verso la modernità sembra ancora lunga da fare.

Shalpy, confessione shock del cantante a La Vita in Diretta: “Mi hanno offeso e sputato addosso” – A La Vita in Diretta nella puntata di oggi Marco Liorni ha annunciato un ospite speciale giunto, purtroppo, per raccontare una vicenda davvero terribile: Shalpy, il noto cantante, è stato offeso in strada da un uomo che gli ha poi sputato addosso. Un’intervista shock che Shalpy fa facendo una premessa: “Scusate se sono lento nel parlare ma sono un pò sedato per calmare l’ansia”. Il cantante annuncia infatti che la tensione è stata talmente tanta che il dottore, per evitare problemi di salute – visto che Shalpy ha il pacemaker – gli ha consigliato di fare una lieve sedazione. “Ora sono senza ansia ma comunque visibilmente scosso per quello che mi è accaduto. Marco Liorni dà allora spazio al racconto di ciò che è accaduto a Shalpy: “Stavo con Emily che è il mio cane e stavo tornando a casa, quando improvisamente ho visto una persona che mi ha guardato molto intensamente negli occhi. – esordisce il cantante che così arriva all’apice del racconto – Da questo sguardo ho capito che mi aveva riconosciuto, poi mi è passato accanto e sottovoce mi ha detto “Fro*io!” e mi ha sputato addosso, sui pantaloni”. Shalpy racconta di essere rimasto impietrito ma di non aver reagito: “Io sono un tipo mite e quindi non ho risposto, cosa avrei dovuto fare? Rispondere alla violenza con altrettanta violenza? Non è stato tanto l’insulto, quanto lo sputo che mi ha fatto davvero male”. Il cantante a La Vita in Diretta si dice davvero deluso ma ciò non fermerà la sua battaglia contro l’omofobia: “È solo l’ultima di una serie di terribili cose che mi sono accadute, è stata una battaglia di solo due anni ma molto intensa e non mi fermerò!” conclude.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori