BETTER CALL SAUL 3/ Al via lo spinoff di Breaking Bad. Anticipazioni 11 aprile 2017: Jimmy finirà in prigione?

- Morgan K. Barraco

Better Call Saul 3, anticipazioni puntata 11 aprile 2017, in anteprima su Netflix. Jimmy finirà nei guai per difendere Kim, ma il loro rapporto subirà delle conseguenze. 

bettercallsaul_facebook_2017
Better Call Saul 3, in anteprima su Netflix

Al via la terza stagione di Better Call Saul 3, che sarà disponibile in anteprima su Netflix dalla mattinata di oggi, martedì 11 aprile 2017. I fan di Breaking Bad e di Saul Goodman attendono da lungo tempo di assistere alla nuova trama, che ci illustrerà in che modo il protagonista sta subendo la sua inevitabile trasformazione, poco prima del suo incontro con Walter Whitman. Lo spinoff più amato dal pubblico televisivo continuerà infatti il suo viaggio mostrandoci gli ultimi sviluppi sulla personalità di Jimmy, interpretato da Bob Odenkirk, che ci accompagnerà lungo dieci nuovi episodi. Le incursioni del mondo di Breaking Bad non mancheranno, come già anticipato in precedenza dal creatore Vince Gilligan, durante la conferenza di presentazione dello show. Entreremo infatti in contatto con uno dei villain più caratteristici della serie madre: Gus Fring. Il personaggio di Giancarlo Esposito non sarà l’unica novità che ci attende. Kim e Jimmy, infatti, affronteranno un cambiamento del loro rapporto, corroso dalle attività illecite dell’avvocato. In precedenza, il futuro Saul ha infatti accettato il lavoo alla Davis and Main solo per fare un piacere a Kim, ma le cose non andranno come previsto. Il protagonista non è infatti avvezzo a lavorare in squadra, sempre più incline ad assumere un ruolo di primo piano ed in solitaria. Come potrebbe quindi adattarsi a questa nuova veste? Non ci è voluto molto perché Jimmy venisse infatti messo in cattiva luce, a causa di quel suo continuo saltellare sulla linea di confine che separa l’illegalità dalla legalità. A far crollare il tutto sarà infatti uno spot pubblicitario poco gradito, che metterà in dubbio la sua moralità. La conseguenza più grave sarà tuttavia mettere a rischio la stessa Kim, che dovrà pagare con una retrocessione e finirà quindi per provare un forte senso di frustrazione. A questo si aggiungerà la volontà di Jimmy di fare giustizia per la donna che ama e quindi a sabotare lo stesso Chuck, finendo per fare a sua volta una pessima figura con un cliente. E’ stato proprio il fratello, nel finale di stagione precedente, a scoprire l’illecito e ad accusare apertamente Jimmy di averlo tradito. L’avvocato non poteva far altro che confessare, senza sapere che Chuck stava mettendo in atto la sua vendetta. Quali conseguenze avrà tutto questo?

La terza stagione di Better Call Saul partirà proprio dal tradimento di Chuck e troveremo il nostro avvocato alle prese con la creazione di un’attività tutta sua. L’arrivo di Gus Fring è stato promossso inoltre dagli showrunner con un simpatico video, in cui lo vediamo intento a lanciare una campagna pro Los Pollos Hermanos. Una vera prelibatezza, in tutti i sensi, per quanti sono in cerca di lavoro. Ovviamente il video non fa altro che fare dei chiari riferimenti all’attività illegale di Fring, mascherata a dovere da un discorso da perfetto reclutatore. Esposito non sarà comunque l’unico personaggio della serie madre con cui entreremo in contatto. Durante una recente intervista, Aaron Paul ha infatti intuire che entrerà a far parte del cast dello spinoff, ma non ha voluto rivelare altro. Sarà una delle tante sorprese che attenderanno i fan, ma cosa succederà invece a Jimmy? La locandina lanciata dall’emittente madre alcune settimane fa lasciano intuire che potrebbe ritrovarsi dietro le sbarre. Nell’immagine, infatti, vediamo Jimmy su sfondo a strisce, un chiaro richiamo alla prigione. La tuta arancione sarà la sua prossima veste? Non ci resta che scoprirlo guardando la prima puntata di Better Call Saul 3!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori