LO SCUDO DEI FALWORTH/ Su Rete 4 il film con Tony Curtis. Le curiosità sulla pellicola (oggi, 13 aprile 2017)

- Cinzia Costa

Lo scudo dei falworth, il film in onda su Rete 4 oggi, giovedì 13 aprile 2017. Nel cast: Tony Curtis e Janet Leigh, alla regia Rudolph Matè. La trama del film nel dettaglio.

lo_scudo
Lo scudo dei falworth, film

Lo scudo dei Falworth, è il film che andrà in onda su Rete 4 oggi, giovedì 13 aprile 2017. Una pellicola di genere epica e avventura che è stata diretta da Rudolph Matè basato su un soggetto che è stato scritto da Howard Pyle e con la sceneggiatura di Oscar Brodney mentre la produzione è stata firmata da Robert Arthur e Melville Tucker appoggiati dalla casa di produzione Universal International Pictures (UI). Il montaggio è stato realizzato da Ted J. Kent e Edward Curtiss con gli effetti speciali curati da Hans J. Salter e con la scenografia ideata da Alexander Golitzen e Richard H. Riedel. La pellicola è stata prodotta in USA nel 1954 con la durata di 99 minuti. Curiosità – Tony Curtis e Janet Leigh, ai tempi della realizzazione di questa pellicola, erano sposati. Lo scudo dei Falworth è la seconda delle cinque pellicole in cui i due collaborarono durante il periodo del loro matrimonio, durato dal 1952 al 1961. Curtis ebbe, dopo la Leigh, sua prima moglie, altri 5 matrimoni, oltre ad un breve flirt con Marilyn Monroe rivelato solo nel 2009 in un suo libro di memorie.

, il film in onda su Rete 4 oggi, giovedì 13 aprile 2017 alle ore 16.35. Una pellicola di genere storica realizzata nel 1954 diretta da Rudolph Matè (L’eore di Sparta, Due ore ancora, Quando i mondi si scontrano) ed interpretata da Tony Curtis (A qualcuno piace caldo, La parete di fango, Operazione sottoveste), Janet Leigh (Psycho, L’infernale Quinlan, Fog) e Barbara Rush (Destinazione Terra, I segreti di Filadelfia, Magnifica ossessione). La trama del film è tratta dal romanzo Men on iron, scritto da Howard Pyle. Lo scudo dei Falworth è stato il primo film della Universal ad essere girato in CinemaScope, una tecnica lanciata dalla 20th Century Fox l’anno precedente con il film La tunica. Questa tecnica è basata sulla registrazione della pellicola con particolari lenti anamorfiche. In realtà il CinemaScope ebbe vita abbastanza breve, perchè fu presto soppiantato da altri standard più innovativi, ma è considerato il padre dei moderni formati cinematografici. Ma vediamo adesso la trama del film nel dettaglio.

Durante una battuta di caccia con il Re Enrico IV (Ian Keith) il conte di Alban (David Farrar) discute con un amico della sua avversione per il futuro re Enrico V (Dan O’Herlihy), mentre il monarca non riesce a sentirli. La battuta di caccia fa quindi una breve pausa in un villaggio rurale, Crosbey-Dale. Qui vivono l’arciere Diccon (Rhys Williams) con i figli Miles (Tony Curtis) e Meg (Barbara Rush). Una volta avvisata a la carovana reale in avvicinamento, Miles viene fatto nascondere, perchè sta evitando la leva obbligatoria sotto il conte di Alban. Quando uno dei nobili di scorta al Re cerca di abusare di Meg, però, Miles è costretto ad intervenire per salvare la sorella. I due si trovano quindi inseguiti dai soldati del conte di Alban, e si rifugiano nella casa di Fratello Edward (Leonard Mudie), che riesce a nasconderli e sviare le guardie. Il frate confessa poi ai due di essere in realtà figli di Lord Mackworth, mostrandogli una lettera scritta dal nobile stesso. Per salvarsi i due decidono quindi di partire, in incognito, alla volta del castello dei Mackworth, dove intendono far valere i loro diritti di nascita ed ottenere protezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori