I DUE MARESCIALLI/ Diretta streaming e trailer del film su Iris con Totò e De Sica (oggi, 15 aprile 2017)

- Cinzia Costa

I due marescialli, il film in onda su Iris oggi, sabato 15 aprile 2017. Nel cast: Totò, Vittorio De Sica e Gianni Agus, alla regia Sergio Corbucci. La trama del film nel dettaglio.

i_due_marescialli
Il film in seconda serata su Iris

Per il ciclo dedicato a Totò, scomparso ormai da cinquanta anni, viene messo in onda da Iris il film I due marescialli. Considerato uno dei capisaldi del repertorio del Principe della risata il film vede nel cast anche un altro splendido interprete e cioè Vittorio De Sica nei ruoli dell’indimenticabile maresciallo Vittorio Cotone. Sul web purtroppo non si trova un trailer dell’epoca del film, ma troviamo numerosi video interessanti. Tra questi c’è quello della famosa lettera sabotatrice in cui Totò esprime tutta la sua ironia e regala risate incredibili con tantissimi momenti di alta comicità, clicca qui per guardare il video. Sarà possibile seguire il film su Iris o anche in diretta streaming, grazie al sito di Mediaset, sui vostri dispositivi mobili come tablet, smartphone e pc cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Continua il ciclo di film dedicati al Principe della risata Totò con la proiezione su Iris del capolavoro I due marescialli. La pellicola è interpretata da Totò insieme a Vittorio De Sica per la regia firmata da Sergio Corbucci. Il film stabilì un record singolare nel 1961 alla sua uscita con quasi tre milioni di telespettatori, 2.765.531, e un incasso di oltre cinquecentomila milioni di incasso. Al tempo la critica ricevette anche delle critiche negative. Fu infatti etichettato come una farsa sgangherata e inconcludente e fu rimproverato agli sceneggiatori di non aver saputo valorizzare la presenza nel cast di due stelle come Vittorio De Sica e Totò. (agg. di Matteo Fantozzi)

, il film in onda su Iris oggi, 15 aprile 2017 alle ore 20:55. Una commedia del 1961 diretta da Sergio Corbucci (Django, Vamos a matar companeros, Chi trova un amico trova un tesoro) ed interpretata da Totò (La banda degli onesti, Guardie e ladri, Totò e Peppino e la malafemmina), Vittorio De Sica (Ladri di biciclette, Sciuscià, La ciociara) e Gianni Agus (Il venditore di palloncini, La pretora, Culo e camicia).Sia il regista che i protagonisti erano in quel periodo impegnatissimi. Durante i primi giorni delle riprese di I due marescialli Corbucci lavorava al film solo nel pomeriggio, perchè la mattina era impegnato a concludere le riprese per Romolo e Remo. Lo stesso De Sica aveva le mattine impegnate nelle riprese di un episodio di Boccaccio ’70, e poteva dedicarsi a I due marescialli solo nel pomeriggio. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

1943, alla vigilia dell’8 settembre, quando, deposto il Duce, Badoglio proclama l’armistizio con le forze alleate. Il maresciallo dei Carabinieri Vittorio Cotone (Vittorio De Sica) ha appena arrestato un ladruncolo, Antonio Capurro (Totò) in una stazione ferroviaria mentre stava rubando dei bagagli travestito da prete. Proprio in quel momento la stazione viene però bombardata e nel caos che segue, Antonio riesce a fuggire con la divisa del maresciallo, dopo aver fatto indossare all’uomo il suo abito da prete. I due si ritrovano in un paesino, Scalitto, su due fronti contrapposti. Il ladro Capurro, creduto un vero carabiniere, viene messo dal podestà fascista (Gianni Agus), appoggiato dagli occupanti tedeschi, a controllare il paesino. Il vero maresciallo, intanto, si rifugia in una chiesa e finisce rapidamente ad essere coinvolto nella resistenza locale contro i tedeschi. Il (vero) maresciallo Cotone riesce però a convincere il ladruncolo Antonio a continuare a fingersi un carabiniere, e fare il doppio gioco per la resistenza. Antonio però non è in grado da comportarsi da vero maresciallo, mentre Cotone non sa come comportarsi per fingersi un prete. A complicare ulteriormente il loro gioco arriva in visita Immacolata (Olimpia Cavalli), fidanzata di Vittorio. Per risolvere la questione viene organizzato un finto matrimonio fra Antonio, che deve continuare a fingersi il maresciallo e quindi il fidanzato di Immacolata, e la ragazza, mentre Cotone, in abito talare, officia la cerimonia. Quando gli Alleati stanno per arrivare in paese, però, due partigiani amici di Vittorio vengono arrestati dai tedeschi. Per onorare la divisa che indossa, anche se illegalmente, Antonio è disposto a giocare il tutto per tutto pur di liberarli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori