VENZONE/ Ha vinto il Borgo dei Borghi 2017 il comune della medaglia d’oro al merito civile

- Alessandra Pavone

Venzone, è un borgo che si trova in Friuli in provincia di Udine. Dal 1965 viene proclamato Monumento Nazionale (Finalista Il Borgo dei Borghi, 16 aprile 2017)

venzone_borgo_wikipedia_2017
Venzone, Finalista Il Borgo dei Borghi

Il comune di Venzone ha vinto Il Borgo dei Borghi 2017 trasmissione di Rai Tre che fa parte de Alle Falde del Kilimangiaro. Lo splendido borgo friulani sorge in provincia di Udine. Sicuramente è una gratificazione importante per questo splendido spicchio di Paradiso dove possiamo trovare delle meraviglie e una popolazione ancora molto attaccata alle tradizioni. Venzone è anche sede di splendidi boschi e montagne con anche la presenza della fauna selvatica. Basti pensare che c’è un’area protetta di circa diecimila ettari che forma parte del Parco naturale delle Prealpi Giulie. In questa porzione di territorio si trovano due orsi, tre linci, settanta stambecchi, mille caprioli e cinquanta camosci. Davvero una rarità che regala la meraviglia della fauna oltre a splendidi scenari. La speranza è ovviamente che il Borgo dei Borghi possa dare la possibilità a molte persone di conoscere un posto veramente straordinario. (agg. di Matteo Fantozzi)

Tra i finalisti de Il Borgo dei Borghi c’è anche Venzone. Questo splendido comune si trova in provincia di Udine in Friuli Venezia Giulia. Sicuramente una delle cose per cui viene ricordato è la Medaglia d’oro al Merito Civile ricevuta in un passato che sa di storia e grande emozione. Questa fu assegnata in caso di un terremoto disastroso e che vide tutti gli abitanti lavorare alla ricostruzione del loro splendido borgo. Fu così che ci fu una vera e propria rinascita sociale, morale e anche economica. Sicuramente ci troviamo di fronte a un luogo con un’atmosfera particolare e che regala emozione alla vista di splendidi paesaggi e costruzioni. Sono tantissimi i posti interessanti da vedere come ilDuomo di Venzone che è stato dedicato a Sant’Andrea Apostolo. (agg. di Matteo Fantozzi)

È un borgo che si trova in Friuli, in provincia di Udine. Dal 1965 viene proclamato Monumento Nazionale poichè unico borgo della Regione cinto da mura fortificate. Nel 1976 il sisma mise in ginocchio questo splendido borgo danneggiandolo in modo grave, ma fu deciso tempestivamente di rimuovere subito le macerie e di avviare un progetto di ricostruzione; fu così che dopo 8 anni il borgo riprese nuovamente vita insieme al Duomo, diventato il simbolo del terremoto e della rinascita di Venzone, la quale fu ricostruita dove e com’era, presentandosi così oggi come un esempio di protezione, custodia e attenta cura del patrimonio storico-culturale.

Passeggiando per il borgo si possono ammirare tantissime opere artistiche ed architettoniche: Casa Marcurele, che è il più antico edificio del borgo in stile romanico, innalzato nell’ XI sec.; il settecentesco Palazzo Zinutti e Palazzo degli Scaligeri, datato 1300. Il Duomo, all’interno del quale si trova la Cappella di San Michele del 1200 e sede del museo delle Mummie di Venzone.

Poi c’è la trecentesca Casa Calderari, il quattrocentesco Palazzo Radiussi, il Palazzo Comunale, decorato con gli stemmi delle nobili famiglie di Venzone, Palazzo Orgnani Martina, sede delle esposizioni e dei musei del borgo, Palazzo Pozzo, nobile palazzo del 1600 e l’ex convento degli Agostiniani, costruzione del XV sec. Subito fuori dalle mura fortificate di Venzone si può godere ammirare il panorama perlustrando i sentieri che si trovano nel Parco naturale delle Prealpi Giulie oppure passeggiando per l’antico sentiero celtico che unisce le Chiese votive del ‘400 che circondano il paese. Qui potete immergervi nella natura percorrendo itinerari escursionistici a piedi o in bicicletta tra le malghe e i bivacchi. Se vi trovate a Venzone nell’ultima settimana da ottobre è da segnalare la nota Festa della Zucca, manifestazione unica nel suo genere per il modo goliardico in cui vengono interpretati gli antichi racconti di Venzone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori