TRADITI DA UN SELFIE / Uomo pubblica su Facebook le foto del tradimento della compagna a letto con un altro

- Valentina Gambino

Traditi da un selfie: uomo trova la moglie a letto con un altro e pubblica le fotografie su Facebook, dopo pochi attimi gli scatti diventano virali, ecco la bizzarra faccenda.

selfie_a_tradimento
Selfie a tradimento

Se trovate la vostra dolce metà a letto con un’altra persona, qual è la vostra prima reazione? Sicuramente, le urla faranno parte del “pacchetto” e, con esse, potrebbero anche volare i piatti. Duston Holloway però, così come riporta Eric Tempesta tramite un articolo presente su “Daily Mail”, ha avuto la geniale idea di affrontare il tradimento della moglie proprio in un’altra maniera: cosa è successo? Il 23enne di Ermory in Texas, ha fatto rientro nella sua abitazione ed ha trovato la sua compagna a letto con un altro uomo. I due, mollemente adagiati sotto le coperte, erano totalmente addormentati dopo una notte bollente tra “acrobazie” da camera e alcool. Duston, evidentemente poco ferito nell’orgoglio, ha avuto la divertente idea di tirare fuori il lato ironico della bizzarra faccenda pubblicando gli scatti della fidanzata fedifraga sui social network. Il 23enne si è scattato una serie di selfie con alle spalle la fidanzata e il suo casuale amante e, dopo aver pubblicato le fotografie su Facebook, li ha uniti alla seguente didascalia: “Quando torni a casa e trovi un’altra persona accanto alla donna che amavi! Gli uomini bravi meritano brave donne”, ha scritto.

Gli utenti e gli amici del ragazzo però, si sono chiesti come mai abbia mantenuto la calma in questo modo e, la risposta non è tardata ad arrivare: “All’inizio volevo prendere il tizio a calci nel cul*, poi mi sono calmato. Ho provato a svegliare lei ma era troppo sbronza. Così ho cominciato a scattare foto”. Naturalmente, i singolari scatti sono diventati virali dopo pochissimo tempo così come i messaggi di sostegno indirizzati all’uomo tradito. Se volete vedere tutti gli scatti “incriminati”, potete cliccare qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori