THE INTERN/ Anticipazioni puntata 6 aprile 2017: Filiponi ha un segreto da nascondere?

- Morgan K. Barraco

The Intern, anticipazioni puntata 6 aprile 2017, in prima Tv assoluta su Fox Crime. Constance e Filiponi indagano sull’omicidio di un giudice ed un finto incidente. 

foxcrime_logo_facebook_2017
The Blacklist, su Fox Crime

Nella prima serata di oggi, giovedì 6 aprile 2017, Fox Crime trasmetterà due nuovi episodi di The Intern, in prima Tv assoluta. Sarranno il 5° ed il 6°, dal titolo “Amnesia” e “Demoni“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: la giovane nuotatrice Margot (Charlie Joirkin) viene trovata in stato d’incoscienza in piscina, dove stava affrontando un allenamento. I primi sospetti di Filiponi (Arié Elmaleh) sono diretti verso l’allenatore, David Grim, soprattutto perché la ragazza è stata violentata. Purtroppo Margot non ricorda nulla, ma esclude che il coach possa essere il responsabile e così anche la ssua famiglia. Filiponi trova la cosa strana, ma Costance (Michèle Bernier) ne approfitta per raggiungere la madre della ragazza nei bagni dell’ospedale. In questo modo scopre che Margot aveva cambiato atteggiamento negli ultimi tempi, ma Filiponi è convinto di tutt’altro. Una volta a casa, Costance fa una ricerca e scopre che una pratica ipnotica potrebbe aiutare la vittima a ricordare, ma Barth (Philippe Lelièvre) l’accusa di dedicare più tempo al suo lavoro piuttosto che a loro due. Il giorno dopo, Filiponi trova dei precedenti nel passato del coach che sembrano avvalorare la sua tesi. Più tardi, Filiponi viene informato dai medici dell’ospedale che nel sangue della ragazza sono state trovate tracce di sostanze dopanti. Decidono quindi di affrontare Margot, che crolla in un pianto ed ammette tutto. I genitori iniziano ad accusarsi a vicenda, soprattutto perché il padre ha sempre fatto pressioni alla figlia perché rendesse al massimo. Margot infatti rivela di aver cercato di rendere felici sia il padre che il coach, ma nega che Grim le abbia fornito la sostanza. Non riesce tuttavia a descrivere l’uomo da cui ha fatto gli acquisti, visto che l’ultima volta che lo ha visto era ad un incontro della squadra. Filiponi però non crede ancora alle sue parole, ma sposta i sospetti verso il medico della squadra. Una volta rintracciato lo spacciatore, Filiponi scopre che il ragazzo non è comunque colpevole, ma Constance è ancora convinta che debbano sondare i ricordi di Margot con l’ipnosi. Dopo aver convinto i genitori, la ragazza si sottopone alla terapia e ripercorre i momenti della violenza. Tutto procede bene fino a che non arriva al momento in cui l’aggressore la volta. Marjorie inizia a spaventarsi sempre di più e Filiponi accusa Constance di aver fatto un azzardo, ma la madre della ragazza conferm che ha riconosciuto l’aggressore. Alcune parole pronunciate dalla figlia le fanno infatti pensare che sia qualcuno della sua cerchia ristretta. Grazie all’aiuto di Barth, Constance ha la conferma che Sentier (Eric Viellard) potrebbe essere colpevole ed aver creato un falso alibi. Rintraccia infatti un’altra atleta che in passato ha avuto contatti con il medico, ma rifiuta di testimoniare. Filiponi e Constance organizzano quindi una ricostruzione della scena del crimine, facendo in modo che Sentier si avvicini alla ragazza. In quel modo Margot rivela tutto e il medico viene arrestato.

Negli ultimi due episodi di The Intern, Filiponi e Constance dovranno occuparsi di due casi particolari. Nel primo episodio, troveremo il giudice alle prese con un passato che sta cercando di tenere nascosto e che potrebbe compromettere la sua visione imparziale. Una celebre giudice francese viene infatti ritrovata morta lungo le gradinate di un palazzo, subito dopo aver finito il turno di lavoro. Filiponi accetta immediatamente di supervisionare le indagini, ma Constance realizza che forse le sta nascondendo un particolare importante. In seguito, Filiponi ammetterà di aver avuto una relazione con la vittima nel passato.  Nel secondo episodio di The Intern, Constance e Filiponi dovranno indagare sull’omicidio di un 31enne, ritrovato in mare. Il medico legale stabilisce che Fabien Varelle è morto per annegamento, ma la scena del crimine sembra indicare che si sia trattato solo di un banale incidente sfociato poi in tragedia. Constance invece è dell’opinione contraria, perché aluni dettagli le lasciano intendere che in realtà potrebbe trattarsi di omicidio, e che quindi il killer abbia cercato di simulare un incidente per depistare volutamente le indagini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori