Toni Servillo / L’attore nei panni di Berlusconi: come sarà il suo Cavaliere? (Che tempo che fa, 9 aprile)

- La Redazione

Toni Servillo, ora in sala con la pellicola Lasciati andare, tornerà presto a recitare con Paolo Sorrentino nella pellicola Loro e interpreterà Silvio Berlusconi 

fabio_fazio_tiziana_littizzetto_che_tempo_che_fa_lapresse_2017
Che fuori tempo che fa, conduce Fabio Fazio

Continua il suo sodalizio con Paolo Sorrentino e nella sua prossima pellicola ”Loro” sarà Silvio Berlusconi. Di questo e altro parlerà l’attore classe 1959 di Afragola da Fabio Fazio a Che tempo che fa. Al momento viene considerato al momento uno dei più grandi interpreti del cinema italiano. C’è molta curiosità nella parte che reciterà l’attore e se vestirà i panni di un Cavaliere positivo o negativo. In sostanza in molti si chiedono se il film sarà un ritaglio critico o meno di una figura che in un modo o nell’altro ha cambiato la storia recente del nostro paese. Toni Servillo non è nuovo a queste parti prestigiose perchè in passato ha già dovuto interpretare i panni di un altro grande e discusso capo di governo, Giulio Andreotti. Il film era sempre diretto da Paolo Sorrentino e portava il titolo de ”Il Divo”. Per quel ruolo Servillo vinse un David di Donatello e un Nastro d’argento. (agg. di Matteo Fantozzi)

E’ stato già Giulio Andreotti e presto vestirà i panni dell’ex premier Silvio Berlusconi. Stiamo parlando dell’attore Toni Servillo, già protagonista della pellicola premio Oscar La Grande Bellezza che tornerà a girare insieme al regista che lo ha reso celebre. Così, dopo il film Il Divo, Toni Servillo si calerà nuovamente nelle vesti di uno dei politici più controversi del nostro tempo. In questo modo, l’attore si conferma come uno dei più poliedrici ed ammirati del panorama cinematografico italiano, avendo all’attivo decine di pellicola e ruoli impegnativi e di un certo spessore, non disdegnando qualche impegno più soft. Infatti, lo scorso anno, Servillo ha prestato la voce all’adattamento live action del classico Disney Il libro della Giungla doppiando la pantera Baghera. Al cinema, nel 2016, ha interpretato un sacerdote chiamato a investigare su un delitto in Le confessioni e presto, quindi, prenderà parte al nuovo ambizioso progetto di Sorrentino.

Quindi, si è liberato dall’impegno con Matteo Garrone, che aveva chiamato l’attore a interpretare il ruolo di Geppetto in Pinocchio. Dopo lo slittamento della pellicola di Garrone (che dirigerà un film ispirato a Pietro Negri), Servillo è di nuovo alla corte di Sorrentino per questo nuovo progetto dal titolo Loro e di cui ancora si conosce molto poco. Nel frattempo, a partire dal 13 aprile, Toni Servillo sarà al cinema con una commedia, pronto a togliersi di dosso l’allure di personaggio antipatico. E’ nella pellicola di Francesco Amato Lasciati Andare, al fianco di Carla Signoris e Luca Marinelli. Servillo interpreta uno psicanalista annoiato dalla professione che un giorno, a causa di un malore, è costretto a mettersi a dieta e iscriversi in palestra dove fa la conoscenza della personal trainer Claudia, dando vita a una serie di eventi stravanti.

A Che Tempo che fa, l’attore parlerà sicuramente della pellicola che lo vede protagonista. Ha rilasciato recentemente delle dichiarazioni in cui si è detto felice di passare, finalmente, alla commedia. A Best Movie, Servillo ha detto di aver desiderato da tempo un’occasione diversa dai ruoli con cui ha raggiunto il successo e si era sempre augurato che, oltre al teatro, gli capitasse anche al cinema. “Questo film (Lasciati andare nrd) mi sembrava scritto con una mano felice e avvincente grazie alle situazioni improbabili che propone”. Servillo, riferendosi al ruolo di psicanalista che interpreta in Lasciati andare, ha detto come anche il palcoscenico sia una forma di terapia che ti fa accedere a una profonda conoscenza di te e degli altri. Servillo non si è detto stupito del successo che Il Divo e La Grande Bellezza hanno avuto all’estero e ammette di aver apprezzato, tra i titoli italiani recenti, La pazza gioia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori