Vincitore Eurovision 2017/ Trionfo Portogallo, pagelle. Il pubblico indignato per il risultato (Song Contest)

- La Redazione

Vincitore Eurovision 2017, vince il Portogallo, le pagelle: Sobral al top, Gabbani delude. Bene anche il bulgaro Kristian Kostov che si piazza al secondo posto in classifica.

EUROVISION2017
Eurovision Song Contest, le pagelle

Tutto il mondo continua a Twittare utilizzando l’hashtag dedicato all’Eurovision Song Contest, che nella serata di ieri ha visto trionfare il portoghese Salvador Sobral. Il vincitore, sul suo profilo ufficiale, ha scelto di non aggiungere altro alla vittoria di ieri, ma a coprire i suoi silenzi sono stati i tanti commenti di chi, nelle ultime ore, ha creduto fermamente in lui. Sulla pagina ufficiale di Rai Uno, però, nelle ultime ore, non sono mancati i commenti di chi è rimasto deluso dalla performance del portoghese, credendo nella netta superiorità della “scimmia nuda” di Francesco Gabbani. “Possibile che tutti i paesi abbiano votato per il Portugal? E il voto popolare sarà vero? Chi lo controlla? Chi è la giuria di qualità italiana? Il suo voto mi ha fatto ridere. “Vabbè non ci credo! Ho letto tantissimi commenti stranieri in questi giorni e la gran parte sosteneva Francesco, trovo assurda la 6^ posizione. La giuria tecnica ci ha penalizzato alla grande”, scrivono i follower. Riuscirà la canzone portoghese a conquistare l’Europa?

Salvador Sobral si aggiudica l’Eurovision Song Contest 2017 ma il pubblico italiano non sembra riuscirsi a fare una ragione della sconfitta di Francesco Gabbani e della sua “Occidentali’s karma”, data per favorita. Uno di quelli a cui è sicuramente piaciuta è Domenico Naso, giornalista de Il fatto quotidiano, che sulla sua pagina Facebook la condivide scrivendo: “E comunque stamoce: la canzone portoghese è bellissima”. Ma quello che più conta per Naso è la vittoria dell’Eurovision 2017 nella gara degli ascolti di ieri sera, che vedeva lo show contrapporsi al serale di Amici 2017: “In sovrapposizione, Eurovision al 19,98% di share e Amici al 19,83%. Un risultato enorme per uno spettacolo in inglese. Merito solo di Gabbani? Io voglio sperare che non sia così e che finalmente ci siamo resi conto del potenziale di uno spettacolo bellissimo”. Il suo post ha fatto il pieno di like ma nei commenti in molti fanno notare il peso di Gabbani: “Merito soprattutto di Gabbani ma non solo”, “Purtroppo solo per Gabbani”, “Un evento che fino a tre anni fa su Rai2 faceva l’8% di share, ieri ha ottenuto tre punti in più rispetto allo scorso anno nonostante i target simili con Amici. Un successo firmato Gabbani ma il “baraccone” comincia ad incuriosire anche i meno giovani (22% sul pubblico over)”. Clicca qui per vedere il post e tutti i commenti.

Anche se non ha vinto e si è fatto superare da ben 5 nazioni, Francesco Gabbani ha tenuto alto il nome dell’Italia all’Eurovision Song Contest 2017, dove si è classificato sesto alle spalle del Portogallo di Slvador Sobral, Bulgaria, Moldavia, Belgio e Svezia. In patria però Gabbani è un eroe e il suo pop ha convinto quasi tutti, compreso il critico musicale Paolo Talanca, che sulle pagine de Il fatto quotidiano scrive: “Francesco Gabbani all’Eurovision è entrato scimmia ed è uscito essere umano; solo sesto posto per il cantante di Carrara, arrivato a Kiev superfavorito. Questa manifestazione è comunque servita per consacrarlo come personaggio positivo, cosa che nel pop italiano davvero mancava”. Non mancano le critiche, ma l’esito finale è comunque positivo: “L’arrangiamento di Occidentali’s Karma, diciamocelo, è sempre stato bruttino, di certo non all’altezza dell’idea di fondo del brano e delle evidenti capacità di performer di Gabbani, che è sembrato più tarantolato del solito, forse proprio per ovviare a questa mancanza. Ad ogni modo, la sua canzone e il set previsto per eseguirla – con l’ormai famigerato ballo della scimmia –, se a Sanremo avevano vinto a mani basse, all’Eurovision hanno dovuto scontrarsi con una mentalità secondo la quale è ovvio unire icona visiva e icona musicale, per cui cioè il pop colpisce nell’immaginario sia per quello che si vede che per quello che si sente sul palco. A noi resta, infatti, Gabbani, come detto personaggio positivo, fresco, genuino, a dispetto di un pop italiano – diciamocelo – triste, provincialotto, asfissiante e permaloso”. Clicca qui per leggere tutto l’articolo.

Il portoghese Alex Florea ha sbancato l’Eurovision Song Contest 2017, vincendo con quasi 150 punti più della Bulgaria, medaglia d’argento. Ma all’indomani della finale su Twitter le critiche italiane sono soprattutto per il “tradimento” di San Marino. Francesco Gabbani ha ricevuto i “12 punti” che le giurie di qualità dei singoli Paesi potevano assegnare dalle vicine Malta e Albania, ma non dal Paese incastonato nel suo stesso territoriom, che ha preferito mettere al primo posto della sua classifica il concorrente del Portogallo. Un tradimento che fa più male del sesto posto arrivato dopo essere stati a lungo etichettati come favoriti. Su Twitter i commenti a riguardo sono tantissimi e gridano vendetta contro la Repubblica di San Marino: “Buongiorno! Inizia la marcia su San Marino”, “Io già ci vedo tutti a marciare contro #SanMarino al grido di ‘Namasté Alé’.E il Portogallo non li salverà”, “E se piazzassimo migliaia di casse acustiche verso #SanMarino e gli facessimo ascoltare Nino D’Angelo tutta l’estate? #Eurovision”. C’è addirittura chi immagina nei dettagli la marcia su San Marino: “Il 14 maggio 2017 alle ore 5:00 l’esercito italiano invase il paese. L’esercito sanmarinese fu colto alla sprovvista e già alle ore 14:00 l’esercito italiano era in controllo della situazione. Combattimenti sporadici durarono fino alla mattina del 15 maggio. Il nome dato dall’esercito italiano all’operazione militare fu: “La vendetta della scimmia”, a causa del tradimento, avvenuto la sera prima, da parte di San Marino, che diede solo 3 punti alla canzone ‘Occidentali’s karma’ di Gabbani, impegnato in gara all’Eurovison Song Contest”. Clicca qui per vedere il tweet.

È stato il portoghese Salvador Sobral ad aggiudicarsi il primo gradino del podio in questa 62esima edizione dell’Eurovision Song Contest 2017. Francesco Gabbani partiva come super favorito, al fianco della ‘scimmia nuda’ e della sua “Occidentali’s Karma”, ma non è riuscito a spuntarla: il cantante di Carrara, però, non è tornato a casa completamente a bocca asciutta. Se il Portogallo si è aggiudicato il Premio artistico, per Francesco Gabbani è arrivato il Premio della stampa: “#Eurovision #ESC2017 @Eurovision “Occidentali’s Karma” is Best Song according to The Collective votino for the accredited press! Thank You!”, si legge infatti sulla pagina social ufficiale di Gabbani. Più tardi, il pubblico italiano lo potrà ritrovare ospite nello studio di Rai 3 a Che tempo che fa. Curiosi di scoprire che cosa commenterà? Clicca qui per vedere il tweet di Francesco Gabbani.

Il boato del pubblico per Francesco Gabbani e la sua Occidentali’s Karma a Eurovision 2017 non è bastato per far spiccare il volo al cantante di Carrara. A noi, ovviamente, è piaciuto molto ma la versione di Kiev è stata certamente meno spregiudicata e grintosa rispetto a quella proposta a Sanremo, quando ha vinto il Festival. Gabbani si aspettava un piazzamento decisamente migliore, ma ha preso col sorriso il verdetto finale che ha premiato il campione portoghese Salvador Sobral, capace di coinvolgere ed emozionare tutta l’Europa con la sua voce. Voto alto per il cantante di Amar pelos dois, emozionato e quasi sorpreso della vittoria durante la proclamazione.

Nota di merito anche per la sensuale Alma Requiem, con la sua canzone in francese e per la coppia rumena formata da Ilinca e Alex Florea che si sono presentati con la gradevolissima Yodel It. Come non citare il secondo classificato di Eurovision 2017, Kristian Kostov, che ha tenuto testa a Sobral con Beatiful Mess: serata quasi da incorniciare anche per l’artista bulgaro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori