Flavio Insinna / Addio alla tv dopo i servizi di Striscia? La pungente risposta del conduttore (Carta Bianca)

- Fabio Belli

Flavio Insinna, la risposta in tv alle accuse di “Striscia”: nella puntata di Carta Bianca del 30 maggio il conduttore parla con Bianca Berlinguer dei suoi scottanti fuori onda

flavio_insinna_rai_lapresse_2017
Flavio Insinna, Rocchetta chiede i danni (LaPresse)

Fra Striscia la Notizia e Flavio Insinna non sembra ancora arrivato il momento della tregua. Dopo la diffusione delle registrazioni di suoi vecchi sfoghi con il team di Affari Tuoi, il tg satirico ha risposto punto per punto alle affermazioni fatte dal presentatore in un’intervista a Il Corriere della Sera. Un esempio? Eccolo. Insinna a Tommaso Labate racconta:”Quando arrivi a mandare in onda gli estratti del mio libro in cui parlavo dell’amore per mio padre che stava morendo, arrivando ad associare il racconto di quando ho sognato di picchiare l’infermiera nientemeno che alla parola “femminicidio”, allora siamo oltre”. Pronta la risposta di Antonio Ricci, che in un comunicato risponde citando le parole del conduttore Rai:”Insinna polemizza con l’uso del termine “femminicidio”, ma evita di ammettere un fatto molto facilmente verificabile, basta andare a pagina 88 del suo libro Neanche un morso all’orecchio (Mondadori), dove si legge del suo odio per l’infermiera della terapia intensiva dov’è ricoverato il padre, e che lui minaccia, appunto, di femminicidio: «Brutta nana stronza… se provi a denunciarmi io domani torno e ti ammazzo con le mie mani». È stato lui a scrivere quelle parole e a confermarle in un’intervista, non qualche suo nemico”.

Ma come si spiega la campagna di Striscia la Notizia nei confronti di Insinna? Il presentatore di Affari Tuoi sembra nutrire pochi dubbi al riguardo:”Perché ho avuto l’ardire di condurre un programma che andava nel suo stesso orario, e andava anche bene. E poi perché sono l’unico, insieme a Bonolis e a Fabrizio Del Noce, ad avergli risposto per le rime”. Anche in questo caso, però, da Cologno non ci stanno e spiegano che la volontà di colpire il personaggio Insinna non affonda le proprie radici nelle motivazioni addotte dal romano:”Insinna sostiene che Antonio Ricci ce l’avrebbe con lui perché ha avuto «l’ardire di condurre un programma che andava in onda nel suo stesso orario». Non dice però che Striscia ha sempre avuto dei competitor, da Enzo Biagi a Simona Ventura, da Antonella Clerici a Fabrizio Frizzi, da Pupo a Max Giusti fino ad Amadeus, ma con nessuno c’è mai stato alcuno screzio, forse perché si è sempre trattato di brave persone”.

Continua la bufera per Flavio Insinna. Gli attacchi di Striscia La Notizia non accennano a fermarsi, ma proprio oggi il conduttore ha condiviso su Facebook un post scritto da un concorrente, a firma di tanti partecipanti alla trasmissione: «Caro Flavio – si legge nel suddetto post – chi, come noi concorrenti, ha avuto il piacere di conoscerti, ha capito bene che persona onesta e corretta sei. Tante volte abbiamo notato che non hai mai messo in difficoltà concorrenti in imbarazzo o che non si comportavano molto bene. Non hai mai messo in ridicolo nessuno, ed avresti potuto farlo, come fanno tanti tuoi colleghi». «È umano – si legge ancora – qualche volta sfogarsi con amici e colleghi in privato. Probabilmente non tutti, all’interno del tuo gruppo di lavoro, sono stati tuoi amici. Volevamo farti sapere che siamo con te. Un caro saluto da tutti noi e prosegui sempre fiero di te stesso! #iostoconFlavio».

Nuovo brutto colpo per Flavio Insinna. Cogedi, la compagnia che distribuisce i marchi Uliveto e Rocchetta, ha deciso infatti di sospendere la messa in onda dello spot di Brio Blu che vede il conduttore protagonista. Una scelta presa dopo i filmati mandati in onda da Striscia la notizia, che inoltre proprio oggi ha definito lo spot “fra i più brutti degli ultimi 20 anni”. La Cogedi ha infatti spiegato, rispondendo alla lettera del presidente dell’associazione Viterbo Civica, che: “Noi per primi siamo rimasti stupefatti da quanto trasmesso da Striscia la notizia nelle serate del 23 e 24, in merito a comportamenti assunti dal signor Flavio Insinna nel contesto – fuori onda – del programma Affari tuoi e comprendiamo pertanto il suo disappunto. Desideriamo comunque informarla che la trasmissione, in ogni sede, dei nostri spot con il signor Insinna è stata immediatamente sospesa”.

Flavio Insinna potrebbe lasciare la tv per trasformare in politica il suo impegno civile. Lo ha rivelato l’attore e conduttore di Affari tuoi: dopo i duri attacchi di Striscia la notizia starebbe prendendo in considerazione l’ipotesi di lasciare il mondo televisivo. «Non ho problemi a chiudere per sempre con la tv», ha dichiarato al Corriere della Sera, ma intanto stasera tornerà a Carta Bianca, ospite di Bianca Berlinguer. Flavio Insinna non esclude l’ipotesi di un confronto con Antonio Ricci, a cui gli chiederebbe cosa gli ha fatto per finire nel mirino dei suoi attacchi. C’è però un aspetto della vicenda che lo preoccupa particolarmente, cioè il messaggio che passa: Flavio Insinna teme di essere disegnato come il peggiore di tutti. «In questi giorni penso spesso a quanti ragazzi si sono mostrati disposti a dare una mano a chi soffre dopo aver ascoltato le mie parole. Se anche solo uno avesse cambiato idea dopo questa campagna d’odio, ecco, quella sarebbe una sconfitta per tutti». (agg. di Silvana Palazzo)

Flavio Insinna ha paura: da quando Striscia la notizia ha mandato in onda le registrazioni di suoi vecchi sfoghi con i collaboratori di Affari tuoi, l’attore e conduttore sente di essere solo contro una persona potentissima. Lo ha rivelato nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera, la prima da quando è partito l’attacco nei suoi confronti da parte del tg satirico. Secondo Insinna ci sono due motivi per i quali Antonio Ricci ce l’ha con lui: «Perché ho avuto l’ardire di condurre un programma che andava nel suo stesso orario, e andava anche bene. E poi perché sono l’unico, insieme a Bonolis e a Fabrizio Del Noce, ad avergli risposto per le rime». Tutto sarebbe cominciato dal suo discorso a Carta Bianca, nel quale ha parlato del vivere in un Paese gentile. Il video è diventato virale e ha riscosso successo ovunque. Ma potrebbe aver cominciato anche a dare fastidio a qualcuno: «Come a dire, “e questo mo’ che s’è messo in testa, dove vuole andare?”». Un discorso, peraltro, che ha aperto a Flavio Insinna le porte della politica: tantissime le proposte ricevute, che aveva declinato. Ma potrebbe cambiare idea: «Adesso, con la campagna di odio che sto subendo, le rispondo che invece potrei pensarci». (agg. di Silvana Palazzo)

Martedì 30 maggio a Carta Bianca, contenitore di informazione condotto da Bianca Berlinguer, Flavio Insinna sarà ospite per raccontare la sua verità in merito al caso Striscia la Notizia, in merito al quale in Tg satirico aveva mandato in onda i fuori onda che vedevano il conduttore di Affari Tuoi lanciare epiteti e insulti verso i concorrenti e la produzione. L’immagine pacata ed educata comunemente conosciuta di Insinna ne è uscita compromessa, e per il conduttore c’è ora la possibilità di replicare in una tv nazionale dopo quanto pubblicato già sui suoi canali social. Insinna ha immediatamente dubitato della buona fede di Striscia la Notizia e del suo autore Antonio Ricci, sottolineando come, a programma ormai finito, sia stato tirato fuori pretestuosamente un fuori onda che risaliva in realtà a molto tempo prima, semplicemente per gettare una doccia fredda addosso al conduttore.

Nel video pubblicato su Facebook da Flavio Insinna in merito alla polemica con Striscia la Notizia, il conduttore avanzava una sua teoria secondo la quale i suoi insulti e le intemperanze fuori onda durante le registrazioni di Affari Tuoi siano stati riproposti dal Tg satirico di Mediaset con uno scopo ben preciso. Quando infatti Valerio Staffelli, inviato del programma, aveva consegnato a Insinna il “Tapiro d’Oro” per i presunti brogli relativi alla trasmissione Affari Tuoi, il conduttore aveva chiesto delucidazioni sulle accuse di evasione fiscale che avevano coinvolto il conduttore di Striscia la Notizia, Ezio Greggio. Accuse (respinte dallo stesso Greggio con un comunicato) di cui si era parlato sui media ma che erano cadute un po’ nel vuoto: dopo queste accuse il servizio sul “Tapiro” a Insinna non era stato più mandato in onda, e mesi dopo sono arrivati i fuori onda con gli insulti ai concorrenti sulla Rai. Insinna spiegherà a Carta Bianca, ai microfoni di Bianca Berlinguer, come a suo avviso tutto questo corrisponda a una strategia precisa di macchina del fango nei suoi confronti.

Nei suoi video sui social Flavio Insinna ha fatto dei riferimenti sull’intervista rilasciata a Carta Bianca a Bianca Berlinguer, sottolineando di non aver detto cose forse particolarmente originali, ma di aver aperto il suo cuore e di aver parlato con assoluta sincerità, la stessa sincerità che lo ha contraddistinto nel rapporto costruito con i telespettatori in molti anni di televisione. Rapporto che è alla base dello stupore per quanto visto nei fuori onda mostrati da Striscia la Notizia. Insinna ha insultato pesantemente una concorrente della Valle d’Aosta ed ha invitato esplicitamente la produzione a fare brogli nella scelta dei partecipanti ad Affari Tuoi, per scegliere persone più a loro agio col mezzo televisivo. Sono stati soprattutto i toni però a lasciare a bocca aperta, con un Insinna che pareva trasformato. Le anticipazioni dell’intervista a Carta Bianca parlano del conduttore contrito, ma deciso a difendere la sua bontà del lavoro ad Affari Tuoi, un ambiente definito unito come una famiglia anche quando si verificavano intemperanze come quelle che lo avevano visto protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori