L’indiana bianca/ Guy Madison nel film su Rete 4: curiosità sull’attore

- Cinzia Costa

L’indiana bianca, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 30 maggio 2017. Nel cast: Guy Madison, Frank Lovejoy e Vera Miles, alla regia Gordon Douglas. Il dettaglio della trama

indiana_bianca
Il film western nel pomeriggio di Rete 4

L’indiana bianca è il film che verrà trasmesso su Iris oggi, martedì 30 maggio 2017, dalle 16.45 circa. Una pellicola di genere western uscita nelle sale cinematografiche americane nel 1953: è stata prodotta dalla casa cinematografica della Warner Bros che si è anche occupata della distribuzione per la regia di Gordon Douglas mentre il soggetto e la sceneggiatura sono state scritte da James R. Webb. Il montaggio è stato eseguito da Folmar Blangsted, le musiche della colonna sonora sono state scritte da Max Steiner, il direttore della fotografia è J. Peverell Marley. Il principale protagonista di questo splendido film americano è l’attore statunitense Guy Madison. Nato a Bakersfield nel 1922 con il nome all’anagrafe di Robert Ozell Moseley e scomparso a plam Spring nel 1996, Guy ha avuto la possibilità di esordire sul grande schermo nell’anno 1944 recitando nella pellicola Da quando te ne andasti diretto da John Cromwell. Un paio di anni più tardi Madison è stato inserito da Edward Dmytryk nel cast del film Anime ferite per poi dare inizio ad una eccezionale carriera che lo ha visto recitare in tantissime pellicole di spessore come I lancieri del deserto, L’invasore bianco, L’ultima frontiera, lo spietato, L’avventuriero della Tortuga, Il figlio di Django, I Lunghi giorni dell’odio, I diavoli della guerra, La battaglia dell’ultimo panzer e Il baco da seta.

L’indiana bianca è il film che verrà trasmesso su Rete 4 oggi, martedì 30 maggio 2017 alle ore 16.40. Una pellicola di genere western dal titolo originale The Charge at Feather River, uscita nelle sale cinematografiche americane nell’anno 1953 per la regia di Gordon Douglas mentre nel cast figurano i nomi di grandi interpreti come Guy Madison, Frank Lovejoy, Vera Miles, Helen Westcott, Dick Wesson e Steve Brodie. Ma vediamo la trama del film nel dettaglio.

Ci troviamo nel selvaggio West nel periodo immediatamente seguente alla guerra di secessione. Un colonnello di nome Kilrain decide di richiamare al dove un valente soldato di nome Miles (Guy Madison) di cui ha enorme stima in ragione delle tante missione che ha saputo svolgere con abnegazione durante il periodo del conflitto. Il colonnello chiede a Miles la possibilità di recarsi presso un villaggio di Cheyenne per recuperare due ragazze che erano state rapite pochi mesi prima in una cittadina americana. Miles stanco della guerra e di vivere costantemente in pericolo decide di rifiutare la proposta del colonnello. Tuttavia si trova costretto a rivedere la propria posizione allorchè incontra un suo vecchio amico di nome Johnny il quale lo mette al corrente di come una di quelle due ragazze sia la propria sorella. Miles dunque ritorna dal colonnello per metterlo al corrente della sua decisione di accettare la missione che si preannuncia piuttosto disperata in quanto gli vengono assegnati degli uomini che sono tutt’altro che dei validi soldati. Infatti, si tratta di personaggi che hanno avuto a che fare con il mondo del crimine e che ora si offrono come volontari per redimersi agli occhi della società. Miles al capo di questo drappello si mette in marcia verso il territorio del villaggio dei Cheyenne e sfruttando un momento in cui quasi tutti i maschi sono lontano, riescono a rapire le due donne che tuttavia hanno un comportamento piuttosto inspiegabile. Infatti, le due donne non sembrano avere alcuna intenzione di abbandonare il villaggio degli indiani in quanto una delle due è innamorata del capo villaggio e presto lo prenderà in sposo e l’altra ha paura dei pettegolezzi della gente che per via delle presunte violenze sessuali subite dagli indiani, possono emarginarla. Miles però decide di portare a termine la propria missione ritrovandosi molto presto in una situazione molto difficile in quanto gli indiani nel frattempo hanno anche raso al suolo il forte dove lo stava attendendo il colonnello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori