ROMINA CARRISI POWER/ La figlia di Al Bano “Distrutta da alcol e droghe”: depressione dopo l’Isola dei Famosi

Romina Carrisi Power: “Ero dipendente da alcol e droghe”. La figlia di Al Bano racconta la sua depressione dopo l’esperienza all’Isola dei Famosi, ma pure la sua rinascita. Le ultime notizie

05.05.2017 - Silvana Palazzo
romina_carrisi_power_facebook
Romina Carrisi

Romina Carrisi Power è stata dipendente da alcol e droghe in passato: è stata la stessa ultimogenita di Al Bano e Romina a confessarlo. Lo ha fatto ai microfoni di Gente nei giorni in cui è in mostra alla galleria d’arte contemporanea di Milano la sua rassegna fotografica Stanza. Con i suoi scatti in bianco e nero, quasi sempre senza veli, ha voluto raccontare il suo periodo buio, una parte della sua vita che fortunatamente è riuscita a lasciarsi alle spalle. «Fu un periodo turbolento e il motivo di quel disagio era la popolarità. La gente mi riconosceva, non per qualcosa che avessi fatto io, ma solo perché ero figlia di qualcun altro». L’esperienza del 2005 all’Isola dei Famosi non permette a Romina Carrisi Power di togliersi l’etichetta di “figlia di”. L’ombra dei genitori è ingombrante. «Dopo iniziai a bere e a fare uso di sostanze stupefacenti», ha raccontato alla rivista.

Negli anni, però, è riuscita a ritagliarsi una propria identità. Ha cominciato a farlo il giorno in cui ha deciso di disintossicarsi a Los Angeles. Caduta in depressione per la troppa popolarità, la figlia di Al Bano Carrisi e Romina Power è riuscita ad uscire dal tunnel anche grazie alla fotografia. Nell’ultima mostra, infatti, ha messo a nudo la sua anima per raccontare il viaggio interiore che ha compiuto. Romina Carrisi Power si è messa alla prova anche con la recitazione: dopo la gavetta in teatro, tornerà in tv. Una nuova sfida per una ragazza che è riuscita a spazzare via i preconcetti: «La soddisfazione più grande? Quando dopo lo spettacolo le signore mi dicevano che erano venute a vedermi con tanti pregiudizi ma si erano ricredute».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori