Le Giubbe Rosse del Saskatchewan/ Alan Ladd nel film su Rete 4: la costanza dell’attore

Le giubbe rosse del Saskatchewan, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 9 maggio 2017. Nel cast: Alan Ladd e Shelley Winters, alla regia Raoul Walsh. Il dettaglio della trama

09.05.2017 - Cinzia Costa
le_giubbe_rosse
Il film nel pomeriggio di Rete 4

Le giubbe rosse del Saskatchewan è il film che verrà trasmesso su Rete 4 oggi, martedì 9 maggio 2017, a partire dalle 16.50. Una pellicola di genere western che è stata affidata alla regia di Raoul Walsh, con il soggetto e la sceneggiatura che sono stati estesi da Gil Doud. La produzione è stata firmata da Aaron Rosenberg mentre la casa di produzione che ha collaborato alla realizzazione del film è la Universal Pictures. Il montaggio è stato realizzato da Frank Gross e la scenografia è stata ideata da Bernard Herzbrun e Richard H. Riebel. La critica ha dimostrato nel corso del tempo di apprezzare la performance degli attori, le continue scene d’azione, i costumi di Bill Thomas e il trucco di Bud Westmore. Senza dubbio è stata premiata la costanza di Alan Ladd, l’attore infatti, si ammalò gravemente durante le riprese, ma decise di continuare ugualmente il proprio lavoro e non abbandonò il cast. Nel film, inoltre, compaiono più volte come comparse il celebre musicista canadese Moxie Whitney e i membri della sua orchestra.

Le giubbe rosse del Saskatchewan è il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 9 maggio 2017 alle ore 16.50. Una pellicola dal genere western che è stata realizzata nel 1954 e diretto dal regista statunitense Raoul Walsh. Il film è interpretato da Alan Ladd nel ruolo di Tom O’Rourke e da Shelley Winters in quello di Grace Markey. Tra gli attori principali del cast sono da menzionare anche J. Carrol Naish, Robert Douglas, Hugh O’Brian e George J. Lewis. Le giubbe rosse del Saskatchewan è stato girato in Canada, prevalentemente presso il Banff National Park nello stato di Alberta. Ma vediamo la trama del film nel dettaglio.

La vicenda si basa su Tom O’Rourke, un esploratore originario del Canada ma cresciuto presso gli indiani Crow. Il protagonista, durante una missione, si imbatte in una donna sopravvissuta a un’imboscata dei Sioux, decide quindi di portarla con sé al proprio accampamento vedendo in lei nient’altro che una fanciulla in difficoltà. I problemi iniziano quando Tom viene a sapere che la donna, il cui nome è Grace Markey, è in realtà ricercata per omicidio. La situazione è complicata dalla decisione del comandante del forte presso cui O’Rourke alloggia temporaneamente, ovvero quella di privare i Crow delle loro armi. Gli indiani, infatti, sono ritenuti un vero e proprio pericolo per i bianchi. Tom tenta invano di convincere il testardo comandante a rinunciare al suo proposito ed è anche costretto a disarmare personalmente un amico d’infanzia, Cajou, incrinando così il loro rapporto. Il forte, a questo punto, subisce un attacco che lascia ben pochi superstiti. I caduti sarebbero molti di più se non fosse per l’eroismo di Tom, il quale assume il comando con la forza e riesce ad allontanare dalla battaglia il gruppo di sopravvissuti. Il forte, nel frattempo, cade. Una volta passato il pericolo, O’Rourke è accusato di insubordinazione per essersi messo a capo della colonna di superstiti, mentre Grace viene arrestata. Solo alla fine la donna riuscirà a provare la sua innocenza, tra l’altro, il comandante viene aggredito dai Sioux, con i quali in precedenza aveva intenzione di avviare delle trattative, e si convince pertanto delle ragioni di Tom. Quest’ultimo, finalmente in libertà, può sposare Grace e iniziare una nuova vita con la sua amata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori