ALL IS LOST – TUTTO È PERDUTO/ Diretta streaming e trailer del film con Robert Redford in onda su Iris

- Cinzia Costa

All Is Lost – Tutto è perduto, il film in onda su Iris oggi, 1 giugno 2017. Nel cast: Robert Redford, alla regia J. C. Chandor. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

all-is-lost_Cinema_w_1343
il film drammatico in prima serata su Iris

All is lost – Tutto è perduto è il film che verrà trasmesso su Iris oggi, giovedì 1 giugno 2017. Una pellicola dal genere drammatica e avventura che è stata realizzata nel 2013 con la produzione firmata da Zachary Quinto mentre alla regia troviamo di J. C. Chandor il quale ha scritto il soggetto ed anche la sceneggiatura. Il montaggio è stato eseguito da Pete Beaudreau con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Alex Ebert mentre il ruolo di direttore della fotografia è stato affidato a Frank G. DeMarco. Nella versione italiana a prestare la propria voce a Robert Redford è il doppiatore Luigi La Monica. Un grande artista italiano nato a Portici nel 1944 e noto per aver doppiato eccezionali protagonista del fiammeggiante mondo di Hollywood quali Richard Gere, Harrison Ford, Steve Martin, Christopher Walken, Jack Nicholson e soprattutto Dustin Hoffman ne Il Laureato. Tornando alla pellicola, essa ha ottenuto un ottimo riscontro anche per quanto concerne la critica arrivando ad ottenere la nomination ai Premi Oscar per il miglior montaggio, il Golden Globe per la Miglior colonna sonora e la nomination sempre ai Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico a Robert Redford. A proposito di quest’ultimo pochi sanno che il suo vero esordio sul grande schermo sia avvenuto nel 1960 nel film In punta di piedi anche se poi non è risultato accreditato.

All is lost – Tutto è perduto è il film in onda su Iris oggi, giovedì 1 giugno 2017 alle ore 20.55. Una pellicola genere drammatica e avventura che è stata realizzata negli Stati Uniti nel 2013 prodotta da Zachary Quinto e con la regia di J. C. Chandor il quale ha scritto il soggetto ed anche la sceneggiatura. Un film alquanto sui generis in quanto vede quale unico ed incontrastato protagonista Robert Redford nei panni di un anonimo protagonista alla deriva con la sua barca nello sconfinato Oceano Indiano. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

Il film vede come protagonista un uomo (Robert Redford) che da sempre ha nutrito dentro di sé la passione per il mare. L’uomo è solito uscire con il suo yacht di ben quattordici metri per escursioni in cui ama stare al contatto con il mare e completamente in solitudine. È quello che decide di fare anche in quel maledetto giorno che segna per sempre la sua stessa vita. L’uomo infatti aveva programmato di fare un viaggio di diversi mesi in mare aperto ma di punto in bianco si ritrova senza neanche accorgesene in una situazione al limite in cui è costretto a confrontarsi con la natura e con i suoi aspetti più selvaggi. Mentre è in alto mare, l’uomo urta senza volerlo contro un container. Per la sua imbarcazione a questo punto ci sono moltissimi danni, con l’uomo in preda al panico perché cosciente del serio pericolo in cui si è imbattuto. L’uomo capisce fin da subito che deve fare del proprio meglio per cercare di sopravvivere. Si tratta di mantenere tutta la propria calma nonché di impiegare tutte le forze che ha a disposizione per cercare in qualche modo di sopravvivere. La situazione per lui è veramente al limite, a causa dell’urto contro il container la radio è praticamente fuori uso, non ha quindi la possibilità di comunicare con nessuno, inoltre su di lui e sulla sua imbarcazione o quantomeno ciò che resta di essa, sta per imbattersi una violenta tempesta. Ormai in balia delle onde, del forte vento e di tutti i pericoli dell’oceano, l’uomo inizia a perdere ogni speranza di salvezza. Tuttavia quando sembra non avere più possibilità l’uomo ritrova dentro di sé la forza giusta per continuare a combattere quella natura incontrollata anche grazie alle sue conoscenze di esperto marinaio. Per lui però a questo punto la sola salvezza è rappresentata dalla speranza che qualche altra imbarcazione si accorga di lui e possa riportarlo a terra sano e salvo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori