Matthew Lee / Il pianista ospite allo Sferisterio di Macerata ricorda l’appuntamento, video (Musicultura 2017)

Il celebre pianista italiano Matthew Lee è tra gli ospiti della serata finale dell’edizione 2017 di Musicultura trasmessa in diretta sulle frequenze di Rai 1.

25.06.2017 - Francesca Pasquale
fabrizio_frizzi_01_2017
Fabrizio Frizzi

Ci sarà anche Matthew Lee con la sua Big Band stasera, domenica 25 giugno, su Rai Uno per la finale di Musicultura 2017. Il pianista ha ricordato l’appuntamento con un post sulla sua pagina Facebook pubblicato nelle scorse ore: “Questa sera in diretta dallo Sferisterio di Macerata (MC) su Rai1 e Rai Radio 1 ci sarò anche io insieme alla mia Big Band! Vi aspetto! Matt”. Ad accompagnare il suo promemoria anche il video promo dell’evento, con la voce del conduttore Fabrizio Frizzi che ci ricorda cosa vedremo stasera allo Sferisterio di Macerata: clicca qui per vedere il breve filmato.

Tra poche ore viene mandato in onda su Rai 1 l’attesa serata finale dell’evento Musicultura dallo splendido Sferisterio di Macerata. A condurre la serata c’è Fabrizio Frizzi con tantissimi ospiti d’eccezione come nel caso del pianista Matteo Orizi meglio conosciuto con il nome d’arte di Matthew Lee. Un talento purissimo della musica italiana nato nel gennaio del 1982 a Pesaro e che già dalla tenera età di undici anni si è avvicinato in maniera rilevante alla musica iscrivendosi al celebre Conservatorio Gioacchino Rossi della stessa città di Pesaro. Tuttavia ben presto si rende conto di non essere portato per la musica classica piuttosto si appassiona del rock and roll di Elvis Presley. In carriera è stato ospite a Domenica In, a Speciale per me di Renzo Arbore ed ha pubblicato complessivamente due album di cui uno live.

Negli ultimi anni si è imposto all’attenzione pubblica per la splendida cover del brano di Edoardo Bennato L’Isola che non c’è e per essere stato eccezionale protagonista della passata edizione 2015 del Coca Cola Summer Festival con il brano È tempo di altri tempi assicurandosi la vittoria nella sezione Giovani. Una delle sue particolarità è quella di suonare il pianoforte in maniera piuttosto eccentrica utilizzando non solo le mani ma anche piedi e gomiti. Infine, sono particolarmente interessanti alcune cover di brani della musica leggera italiana che ha riproposto in chiave rock and roll.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori