Musicultura 2017 / Diretta streaming: vince Mirkoeilcane con il brano “Per fortuna” (25 giugno)

- Linda Irico

Musicultura 2017, anticipazioni e ospiti 25 giugno su Rai Uno: sul palco del festival della canzone popolare tanti artisti, da Ermal Meta a Enrico Ruggeri passando per Roberto Vecchioni  

musicultura_2017_fabrizio_Frizzi_piero_Cesanelli
Fabrizio Frizzi con Piero Cesanelli, direttore artistico di Musicultura 2017

MUSICULTURA 2017, DIRETTA 25 GIUGNO

Dopo l’esibizione di Ron, che ha interpretato “Una città per cantare”, a Musicultura 2017 è arrivato il momento di conoscere il vincitore. Sul palco per la premiazione è salito Simone Cristicchi: a vincere la 28esima edizione è Mirkoeilcane con il brano “Per fortuna”. «Controlla bene la busta, è tutto vero?», dice a Fabrizio Frizzi scherzando. «Dedico questo premio a Maria, una donna coraggiosa», aggiunge poi prima di ritirare il premio, che gli vale tra l’altro anche ventimila euro. Musicultura 2017 però si chiude con una sorpresa: il pianista Matthew Lee, introdotto da Fabrizio Frizzi prima di salutare il pubblico, ha proposto una canzone di Edoardo Bennato, “L’isola che non c’è”. Si chiude così, dunque, Musicultura 2017, l’evento che celebra la canzone d’autore e popolare. Nessuna traccia, invece, di Guido Catalano, che era annunciato tra gli ospiti della serata. (agg. di Silvana Palazzo)

L’esibizione di Simone Cristicchi, che ha interpretato Ti regalerò una rosa, ha interrotto solo per pochi minuti la finale di Musicultura 2017, in onda su Raiuno e Rai Radio 1. Ma sarà proprio lui che ha vinto l’edizione del 2005 a premiare il vincitore. A proposito della sua vittoria, sono state trasmesse le immagini di quel traguardo importante. Dopo di lui è salito sul palco il terzo finalista, Alessandro Sipoli, che ha proposto “Cresceremo anche noi”. L’ultimo finalista a cantare è Mirkoeilcane con il brano “Per fortuna”. Non è ancora il momento, però, di decretare il vincitore di Musicultura e, infatti, Fabrizio Frizzi ha accolto sul palco «il professore della canzone italiana», un’artista che «ha saputo scrivere poesie in musica»: Roberto Vecchioni, che ha deciso di festeggiare il suo compleanno a Musicultura. Il cantautore lombardo ha rievocato la sua “Sogna ragazzo, sogna”, un brano che del resto sembra fatto alla perfezione per Musicultura 2017. (agg. di Silvana Palazzo)

La finalissima di Musicultura 2017 si è aperta con l’esibizione di Giorgia: l’artista ha proposto la sua “Oronero”, apprezzatissimo dal pubblico e dai telespettatori. Nei giorni scorsi la cantante aveva spiegato il suo legame con questo evento: «Sono particolarmente legata a Musicultura: ho un grande rispetto per un progetto che va avanti da 28 anni contando sulle proprie forze, e che ha fatto miracoli per proteggere i nostri giovani cantautori», aveva dichiarato Giorgia recentemente, come riportato da Il Resto del Carlino. Poi si è esibito Enrico Ruggeri con i suoi Decibel: con la sua Contessa ha riportato i suoi fan indietro di molti anni. La finalissima si è aperta con Francesco Papageorgiou, che ha interpretato “Amo la vita da farmi male”. Dopo di lui a Musicultura 2017 “Non ci incontriamo mai” di Francesca Sarasso, accolta tra gli applausi. Lo show sta entrando nel vivo… (agg. di Silvana Palazzo)

La pioggia non ferma Musicultura 2017, evento che andrà in onda per la prima volta in diretta su Raiuno e su e Rai Radio 1. Mentre il pubblico riempie l’arena per assistere alla finalissima del concorso musicale, arriva la rassicurazione di Fabrizio Frizzi. Il presentatore dal palco del Sferisterio, come riportato da cronachemaceratesi.it, ha annunciato: «La serata si farà». Buone notizie, dunque, anche per i telespettatori che non vedono l’ora di seguire Musicultura tra poco su Raiuno e e Rai Radio 1. I quattro finalisti – Mirkoeilcane, Francesco Papageorgiou, Francesca Sarasso e Alessandro Sipolo – saliranno sul palco insieme a nomi eccelsi della storia del cantautorato italiano, come Roberto Vecchioni, Ron, Simone Cristicchi, lo storico gruppo punk Decibel, il pianista Matthew Lee e lo scrittore e voce di Caterpillar di Rai Radio 2, Guido Catalano. Francesca Sarasso, come ricordato da Il Resto del Carlino, si è già aggiudicata il Premio per la miglior musica e quello della critica del valore di tremila euro. (agg. di Silvana Palazzo)

Sarà una grande serata dedicata alla musica popolare e d’autore quella di Musicultura 2017, in onda oggi. L’evento, che andrà in onda in diretta su Rai Uno e Radio Rai Uno, vede tra gli ospiti anche i Decibel, la band storica di Enrico Ruggeri con cui il cantante si è ricongiunto recentemente. Anche loro si esibiranno sul palco dello Sferisterio di Macerata ma prima di regalare al pubblico presente e agli spettatori a casa un grande spettacolo gli artisti hanno voluto concedersi un momento di relax, come testimonia una foto pubblicata poco fa sulla pagina Instagram di Enrico Ruggeri. Nello scatto vediamo il cantante insieme a Fortu Sacka, bassista che lo accompagna in tour dal lontano 1998, mentre si godono un bagno in piscina sdraiati su dei materassini gonfiabili: “Con Fortu Sacka a preparare la serata di #musicultura Stasera #raiuno #punkstyle #punksnotdead #rocknroll #differentstyle #rockstar #rockstargames”. I fans di Ruggeri non vedono l’ora di ritrovarlo in tv e hanno risposto al suo promemoria con oltre un centinaio di like in un paio d’ore: clicca qui per vedere lo scatto

Fabio Frizzi conduce in diretta su Rai Uno la serata conclusiva di Musicultura 2017. Questo è un evento giunto alla ventottesima edizione e che ci porta sul palco di Macerata per assistere alle esibizioni di otto vincitori di diverse categorie. Saranno poi presenti esponenti importanti di musica, letteratura e cinema. E’ sicuramente un momento emozionante che ci mette di fronte a diverse situazioni importanti del nostro mondo dello spettacolo. Sarà interessante vedere volti noti esprimersi con grande intelligenza di fronte anche alla possibilità di diversi spunti legati a momenti di cultura importanti per il nostro paese. Una serata dedicata quindi a chi ama lo spettacolo, ma anche la storia del nostro paese in questo senso. Musicultura 2017 va in onda su Rai 1 in prima serata, lo potremo seguire in diretta streaming, grazie a Rai Play, sui nostri dispositivi mobili come pc, tablet e smartphone cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

MUSICULTURA 2017, CANTANTI E OSPITI SU RAI UNO, 25 GIUGNO

Giorgia sarà premiata sul palco dello Sferisterio di Macerata, splendida cornice di Musicultura 2017, in onda questa sera su Rai Uno. La cantante è una degli ospiti dell’evento e si esibirà cantando la sua “Oronero”. Nelle ultime ore l’artista ha voluto ricordare a tutti l’appuntamento e lo ha fatto condividendo sulla sua pagina Instagram un video in cui ascoltiamo la sua voce durante la performance, vedendo però non il palco ma l’interso Sferisterio, splendidamente illuminato: “Stasera in prima serata su @rai1official @musicultura la rassegna che da quasi trent’anni promuove i cantautori e la musica popolare italiana, grazie! presenta il mitico @fabriziofrizzireal dallo Sferisterio di Macerata, magico”. Clicca qui per vedere il video che ha collezionato oltre 6mila like in un’ora e tutti i commenti.

Nella finalissima di Musicultura 2017 che vedremo in onda questa sera, domenica 25 giugno 2017, su Rai Uno saranno quattro i brani in gara per la vittoria e uno di questi è “Amo la vita da farmi male” di Francesco Papageorgiou, cantante e tastierista de I musicanti di Grema. Dopo aver postato diversi video e foto tratti dalle prove e dal backstage, il gruppo di Parma fondato nel 2005 ha ricordato l’appuntamento postando su Instagram un selfie scattato davanti a un camioncino Rai, dando ai fans un’importante informazione: “CI VEDIAMO SU RAI 1 STASERA ALLE 21.20 ! Puntuali che saremo i primi ad esibirci!!”. Oltre a questo post, sulla pagina dei Musicanti di Grema troviamo anche un selfie con Giorgia (clicca qui per vederlo), un selfie con Ermal Meta (clicca qui per vederlo) e un video con il conduttore dell’evento, Fabrizio Frizzi (clicca qui per vederlo).

C’è anche la cantante jazz Simona Molinari tra i protagonisti di Musicultura, 2017, la ventisettesima edizione del Festival della canzone popolare e d’autore che vedremo in onda oggi, 25 giugno 2017 su Rai Uno. La cantautrice napoletana classe 1983 che è stata sul palco di Sanremo nel 2011 al fianco di Peter Cincotti, con cui ha duettato anche nei brani “La felicita’” e “Dr. Jeckyll e Mr. Hyde”, ha postato sulla sua pagina Instagram un video girato durante le prove nella splendida cornice dello Sferisterio di Macerata: clicca qui per vederlo. Qualche ora dopo si è poi mostrata nei camerini con indosso il lungo abito nero fatto di balze e pizzi scelto per l’occasione: “Pronta, in #antoniomartinocouture…a dopo!!!#Musicultura”. Clicca qui per vedere lo scatto nel backstage che ha ottenuto centinaia di like.

La ventisettesima edizione di Musicultura, il festival della canzone popolare e d’autore contemporanea andrà in onda questa sera, domenica 25 giugno 2017, su Rai Uno alle 21.25. Fabrizio Frizzi conduce Musicultura 2017 dallo Sferisterio di Macerata e John Vignola ce la racconterà su Radio Rai Uno. Tantissimi gli ospiti che saliranno sul palco: Giorgia, Roberto Vecchioni, Ermal Meta, Simona Molinari, Simone Cristicchi, Enrico Ruggeri con i Decibel, Ron, La Rappresentante di Lista, Teresa De Sio, Daniele Sepe col progetto “Capitan Capitone e i Fratelli della Costa”, Fausta Truffa, Matthew Lee, Guido Catalano, Barcelona Gipsy balKan Orchestra. Si esibiranno otto dei finalisti e sul palco con loro ci saranno anche grandi esponenti della canzone, della letteratura e del cinema. Il conduttore, Fabrizio Frizzi, ha commentato così la sua partecipazione all’evento: “Festeggio uno straordinario record: il mio nono anno a Musicultura e i festeggiamenti per la diretta del Festival su Rai1. Sono principalmente un fan della manifestazione da tanti anni. Mi ricordo quando facevo il tifo per Simone Cristicchi, che nel 2005 era in concorso con Studentessa universitaria”.

Il direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano, ha parlato così in conferenza stampa per presentare l’evento: “Domenica è una serata particolare, avrà vari sapori, tutti coerenti con la linea editoriale della Rai. Il primo è quello culturale, sia pensando al bellissimo set sia ai pezzi musicali; il secondo è legato alla strada che stiamo percorrendo come azienda, ovvero quella di costruire progetti editoriali attraverso il lavoro crossmediale della tv, della radio e dei social, ci troveremo insieme a radio e social per proporre al pubblico questa grande iniziativa culturale. E’ la prima volta che questo evento va in diretta, coinvolge una regione che è fra quelle a cui noi abbiamo voluto dedicare una serie di iniziative importanti per sostenere realtà delicate e dimostrare, senza operazioni retoriche, che il centro Italia è attivo ed ha tante cose belle da mostrare e da vivere”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori