J-Ax / “Da quando sono papà sono cambiato, ho smesso di fumare tutto”. E sulla difesa armata in casa…

- Anna Montesano

J-Ax si svela: “Da quando sono papà vedo il mondo con occhi diversi, ho smesso di fumare tutto”. E si schiera a favore della difesa armata in casa propria…

jax_facebook
J-Ax apre negozio di "marijuana legale"

J-Ax si svela: “Da quando sono papà vedo il mondo con occhi diversi, ho smesso di fumare tutto” – La vita di J-Ax è cambiata da poco e di preciso da quando nella sua vita è arrivato un figlio. Lo racconta in un’interessante intervista a Il Giornale, dove esordisce svelando proprio che «ho anche smesso di fumare. Di fumare tutto. Ed è successo naturalmente». Essere diventato papà ha messo il noto rapper di fronte a consapevolezze e preoccupazione che fino a poco prima non esistevano nella sua mente: «Vedo il mondo con occhi diversi» confessa – «Per tutta la vita ho trovato noiosi i padri che ti costringevano a vedere le foto dei figli, adesso no… Cambia il tuo punto di vista e inizi a preoccuparti del loro futuro, dalle cose più banali fino al riscaldamento globale. E inizi anche a rivedere il tuo passato». Con un bambino cambiano le priorità, aumentano le preoccupazioni, soprattutto quando si pensa a dover poi spiegare dettagli “particolari” del proprio passato; lo sa bene J-Ax, che infatti, sorridente, dichiara: «Beh da Tocca qui fino a Maria Salvador, ho molti testi sui quali dovrò dare spiegazioni» – e ancora spiega – «Diciamo che il punto fermo è che l’abuso di qualsiasi sostanza è sbagliato. Poi la prenderò alla larga parlando di libero pensiero e libertà di agire».

J-Ax  si schiera a favore della difesa armata in casa:  «Attenzione: non è una presa di posizione contro i clandestini” – Alcuni giorni fa, J-Ax in un post su Facebook si è schierato per la difesa armata dei cittadini; il rapper nel corso dell’intervista al Giornale ha però tenuto a chiarire la sua posizione: «Attenzione: non è una presa di posizione contro i clandestini o un invito a sparare al Rom, questa è roba da disinformazione. – e aggiunge – In realtà parto dal presupposto che dentro casa mia io sono il re. E lo stato ha fallito nell’intento di garantire molti diritti fondamentali ai cittadini. Tra questi la difesa. E quindi a questo punto credo che ogni uomo possa essere il re del proprio castello e mandare via chi vuole oppure non farlo entrare». Per quanto riguarda la musica, questo è stato un anno di grande successo per J-Ax e Fedez, la cui collaborazione ha entusiasmato non poco i fan. Il tour per i due si conclude il 3 settembre, dopo di che «Adesso sto scrivendo i featuring che mi hanno chiesto, tanto per dire, programmi tv, un gruppo underground e un trio di comici. E poi sia io che Fedez ci concentreremo sui nostri nuovi dischi solisti…» conclude Ax.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori