CHIARA FERRAGNI INCINTA?/ La madre pronta a diventare nonna: “Sarei felice e Fedez è un ragazzo d’oro”

Chiara Ferragni, la madre è pronta a diventare nonna: “Sarei felice e Fedez è un ragazzo d’oro”. Le ultime notizie sulla web influencer e su Marina Di Guardio, che ha ispirato la primogenita

06.06.2017 - Silvana Palazzo
fedez_chiara_ferragni_instagram
Fedez e Chiara Ferragni (Instagram)

Una famiglia social quella di Chiara Ferragni: anche le sorelle Valentina e Francesca sono seguitissime su Instagram, seppur non quanto lei. E la madre Marina Di Guardo non ha potuto fare altro che adeguarsi, del resto potrebbe averle proprio ispirate. «Da quando mi sono sposata ho tenuto degli album in cui ho conservato ogni loro progresso, festina, gita: ho documentato la loro vita in modo puntuale. Credo che questo abbia influenzato Chiara, quando ha iniziato, con le sue foto su Flickr», ha raccontato la scrittrice a Il Giornale. Ebbene sì, la madre di Chiara Ferragni, futura suocera di Fedez, scrive libri, ma per anni ha lavorato nel mondo della moda. È stata, infatti, vicedirettrice dello showroom Blumarine a Milano. Anche questo potrebbe aver condizionato la primogenita…

Marina Di Guardo comunque ha sempre avuto la passione per la scrittura, che è diventata un lavoro grazie al sostegno delle figlie. Così ha cominciato a scrivere thriller, appassionandosi anche alla psicologia. Del resto è un tema che le ha permesso di approfondire diversi aspetti della sua vita. Marina Di Guardo si sentiva una bambina invisibile, perché femmina. Una lezione che l’ha spinta a spronare le figlie anche quando non credevano in loro. Il trasferimento a Los Angeles di Chiara, però, proprio non l’ha digerito: «Ma una mamma deve solo accettare, e incoraggiare». In futuro, invece, potrebbe diventare nonna: «L’età di Chiara è quella giusta, sarei felicissima». Prima però c’è il matrimonio con Fedez: «È un ragazzo in gambissima, si è fatto da solo, ha sofferto e ha saputo superare qualsiasi esperienza negativa, affermando se stesso e il suo valore. Da parte mia, grande stima e incoraggiamento».

L’esposizione mediatica di sua figlia la porta inevitabilmente a parlare di social e marketing: «Non ero iscritta a nessun social prima di scrivere il mio primo libro. Se usati bene sono qualcosa di positivo e utile: per esempio per il contatto con i lettori. Troppe foto? È l’epoca in cui dobbiamo ostentare. Lo fanno tutti: le mie ragazze sono figlie del loro tempo. E poi sono scelte loro». Contano del resto anche logiche di marketing: «Anche se Chiara e Valentina non vogliono rinunciare alla spontaneità: se fossero finte, costruite, chi le segue se ne accorgerebbe subito», ha concluso Marina Di Guardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori