EQUIPE 84 / La storia, il successo e l’impegno politico della band (Techetechetè)

- Francesca Pasquale

La puntata di Techetechetè in onda questa sera su Rai 1 ha tra i propri protagonisti anche la celebre band italiana degli Equipe 84 guidata da Maurizio Vandelli.

logo_rai_1
il film drammatico nel primo pomeriggio di Rai 1

Mancano poche ore alla nuova puntata di Techetechetè, che stasera, fra i tanti artisti italiani, celebrerà il mito di una delle band più amata di sempre: l’Equipe 84. Con successi come “Quel che ti ho dato”, “Angelo blu”, “Io ho in mente te” e “Nel cuore e nell’anima”, il gruppo è infatti entrato nel cuore degli italiani, diventando in breve tempo la beat band più influente della musica degli anni ’60. Questa sera, una serie di filmati riproporranno le esibizioni più importanti della formazione, che nel corso della lunga carriera ha spesso intrecciato l’impegno musicale con quello politico. Nel 1975, infatti, il gruppo, in occasione delle elezioni politiche, ha inciso un 45 giri con un breve comunicato di propaganda per il P.S.I, lasciando al lato 2 un dialogo fra cittadini sulla speranza per il futuro. In attesa di scoprire quali saranno i filmati che celebreranno l’attività artistica dell’Equipe 84, a questo link è possibile visualizzare il video di “Nel cuore e nell’anima”. (Aggiornamento di Fabiola Iuliano) 

L’Equipe 84, il primo e più importante gruppo Beat italiano, sarà ricordato questa sera dal nuovo appuntamento di Techetecheté, che ripercorrerà i successi più importanti della band, alla luce delle loro partecipazioni nei programmi Rai più in vista. Sfruttando l’ampio patrimonio delle teche Rai, infatti, sarà possibile ricostruire i momenti più interessanti della formazione, dalla nascita a modena nel 1962 a opera di Maurizio Vandelli, fino al debutto discografico vero e proprio, che ha avuto inizio quando il gruppo, alla ricerca del successo internazionale, ha scelto il nome che tutti oggi conoscono. Molto importante, nel febbraio del 1966, la partecipazione al Festival di Sanremo in coppia con i Renegades, che portò la band a esibirsi con il celebre brano dal titolo “Tu mi cercherai”. L’appuntamento, per tutti i fan dell’Equipe 84 è a stasera, quando a partire dalle 20.35 su Rai Uno prenderà il via il nuovo episodio di Techetechetè. (Aggiornamento di Fabiola Iuliano)  

Promette grandi emozioni la puntata della trasmissione Techetechetè in onda questa sera su Rai 1. Per il pubblico, infatti, ci sarà la possibilità di rivivere momenti di grande televisione e musica come quelli regalati dalla storica band italiana degli Equipe 84. Il gruppo, capitanato da Maurizio Vandelli, ha lanciato tantissimi brani che hanno ottenuto un enorme successo come 29 settembre, Bang bang, Tutta mia la città e Io ho mente in te.

Insomma un grande appuntamento con la musica d’autore. In attesa di rivederli all’opera, vi segnaliamo come nell’ultimo periodo il frontman Maurizio Vandelli sia protagonisti di diversi concerti in giro per l’Italia ed in particolare proprio questa sera è atteso alle ore 22,00 all’Hit Casinos di Udine per inaugurare la stagione estiva all’insegna del puro genere beat che tanto andava di moda negli anni Sessanta e Settanta.

Gli Equipe 84 sono stati fondati nell’anno 1962 a Modena dall’unione di due formazioni musicali: i Giovani Leoni e Paolo & i Gatti. All’inizio erano presenti Maurizio Vandelli, Victor Sogliani , la sorella di Victor e Pierluigi Farri. Nel 1964 è stato pubblicato il primo 45 giri con titolo Canarino vai ed era di fatto l’inno di calcio della squadra del Modena che all’epoca prendeva parte al campionato di Serie A. Nella seconda metà degli anni Sessanta arrivano i primi importanti successi discografici grazie a brani come Io ho in mente te, Bang bang e Auschwitz. Nell’anno 1967 la premiata coppia composta da Battisti e Mogol scrive la canzone 29 settembre che poi verrà affidata proprio agli Equipe 84.

I successi arrivano in serie grazie ad altri brani ottimali come Angelo blu, Tutta mia la città e tanti altri ancora. Negli anni Settanta il gruppo va in crisi con una serie di adii e rientri con una nuova composizione che ha visto Maurizio Vandelli e Victor Sogliani assieme a Franz Di Cioccio e Dario Baldan Bembo. Nel 1979 c’è lo scioglimento per una riformazione che avrà luogo nel 1984 senza tuttavia Maurizio Vandelli per poi sciogliersi definitivamente nell’anno 2012. Complessivamente gli Equipe 84 hanno pubblicato 18 album.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori