NUOVO CINEMA PARADISO/ Diretta streaming e trailer del film su Rai Movie (oggi, 14 luglio 2017)

- Cinzia Costa

Nuovo cinema Paradiso, il film in onda su Rai Movie oggi, venerdì 14 luglio 2017. Nel cast: Salvatore Cascio, Jacques Perrin, Philippe Noiret e Leo Gullotta. Il dettaglio della trama.

Nuovo_Cinema_Paradiso_film
il film drammatico in prima serata su Rai Movie

È il film che si prenderà la seconda serata su Rai Movie. Film di grandissimo spessore è stato diretto da Giuseppe Tornatore nel 1988 ed è uscito in diverse edizioni. La versione originale dura 173 minuti ed è uscita come director’s cut nel 1973 mentre la prima era di 155. Nel 1989 ne è uscita una internazionale da 123 mentre in dvd è uscito ridotto in 118 minuti. Nel cast si segnala la presenza di uno splendido Philippe Noiret. Nuovo Cinema Paradiso va in onda dalle 23.05 su Rai Movie e potremo seguirlo anche in diretta streaming, grazie a Rai Play, sui nostri dispositivi mobili, cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

, è il film che andrà in onda su Rai Movie oggi, venerdì 14 luglio 2017. Giuseppe Tornatore è la mente e il braccio di questa pellicola datata 1988. Il famoso regista ha firmato regia, sceneggiatura e soggetto del film che è diventato un vero e proprio cult del cinema italiano e non solo per i temi ma anche per il cast che può vantare di un ottimo Leo Gullotta. Come spesso avviene, un capolavoro ci mette sempre un po’ a conquistare gli addetti ai lavori visto che, quando la pellicola uscì al cinema fu un disastro al botteghino. L’anno successivo lo stesso destinò toccò alla sua versione accorciata. Solo il Festival di Cannes regalò al film il lustro necessario tanto da ottenere l’Oscar che il Golden Globe come miglior film straniero.

Stato prodotto nel 1988 per la regia di Giuseppe Tornatore, suoi sono anche il soggetto e la sceneggiatura. Di genere drammatico, il film è stato interpretato da Salvatore Cascio, Jacques Perrin, Philippe Noiret, Leo Gullotta, Enzo Cannavale, Brigitte Fossey e Agnese Nano. Nel 1989, in occasione del Festival di Cannes, il film ha vinto il prestigioso premio “Grand Prix Speciale della Giuria”. Il regista Giuseppe Tornatore si è aggiudicato anche il premio “Oscar al miglior film straniero”. Ma vediamo adesso nel dettaglio la trama del film.

Salvatore Di Vita ha abbandonato il suo paese d’origine, Giancaldo, per andare a vivere a Roma, dove è diventato un regista di successo e sono trent’anni che non ritorna nel suo paesello. Quando viene a sapere dalla sua donna che a Giancaldo è morto un uomo di nome Afredo, Salvatore trascorre la notte ricordando gli anni della sua infanzia. La seconda guerra mondiale ha lasciato miseria e distruzione. Gli abitanti di Giancaldo hanno un solo diversivo, il cinema. Sono gli anni quaranta, Salvatore Di Vita detto Totò vive in una famiglia povera, fa il chierichetto nella parrocchia di don Adelfio (Leopoldo Trieste), che gestisce anche il “Cinema Paradiso”, l’unica sala di proiezione del paese.

Il prete è molto attento ad eliminare dalle pellicole le scene in cui i protagonisti si baciano, che secondo lui sono sconvenienti. Sasà è affascinato da tutto ciò che riguarda il cinema e cerca di vedere di nascosto le pellicole proiettate da Alfredo, un brav’uomo che diventa grande amico del ragazzino. Quando Alfredo deve fare l’esame per la licenza elementare, stringe un accordo con Totò, il bambino lo aiuterà agli esami e lui in cambio gli insegnerà i “trucchi del mestiere”. Una sera che il cinema era chiuso, di fronte alle proteste del pubblico, Alfredo e il suo giovane amico decidono di proiettare un film in piazza, sulla parete esterna di una casa. Purtroppo, a causa di un momento di distrazione, nellacabina di proiezione scoppia un incendio, Totò salva Alfredo che però, a causa delle fiamme, perde la vista.

Grazie alla generosità dell’uomo più ricco del paese, sorge un nuovo cinema che si chiamerà “Nuovo Cinema Paradiso” e dove Totò si interesserà delle proiezioni. Quando è ormai adolescente, Salvatore si innamora di Elena, la figlia di un dirigente della banca del paese. I genitori di Elena non vedono di buon occhio l’amicizia nata tra la loro figlia e Salvatore, quindi, per stroncare sul nascere l’innocente relazione tra i due giovani, decidono di andare a vivere altrove. Salvatore parte per il servizio militare e perde ogni contatto con Elena. Quando ritorna al paese si incontra con Alfredo che, da buon amico, gli consiglia di lasciare il paese.

A questo punto i ricordi si interrompono, Salvatore realizza di non essere felice malgrado il successo professionale e decide di tornare nella sua Sicilia. In occasione dei funerali del suo caro amico Alfredo, Salvatore ha modo di pensare al suo passato e alle persone che hanno fanno parte della sua infanzia. Il “Nuovo Cinema Paradiso” è chiuso da molto tempo e nulla si può fare per salvarlo, Salvatore rivede anche Elena, e questa è l’ultima volta che si troverà di fronte a lei. Elena ora è una donna sposata ma questo non basterà ad evitare di cadere l’uno nelle braccia dell’altro, anche soltanto per quella volta.

A questo punto Salvatore ritorna a Roma ma porta con sé una pellicola cinematografica che Alfredo aveva conservato per lui. Si tratta di un magnifico montaggio di tutte le scene dei baci tagliate da don Adelfio, la proiezione della pellicola commuove molto il regista che attraverso quei fotogrammi rivive la sua infanzia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori