THE BLACKLIST 4/ Anticipazioni del 14 luglio: verso una tregua fra Red e Mr Kaplan?

- Morgan K. Barraco

The Blacklist 4, anticipazioni del 14 luglio 2017, in prima Tv assoluta su Fox Crime. Ressler cerca di sparare a Red, Liz viene rapita dall’Esattore: chi è il mandante?

theblacklist_jamesspader_01_facebook
The Blacklist

EPISODIO 20 “L’ESATTORE”, LE ANTICIPAZIONI 

Nel prossimo episodio di The Blacklist 4, le cose precipiteranno ancora per Red. Liz viene infatti pedinata dall’Esattore, mentre Red chiede a Mr Kaplan di mettere da parte i loro contrasti. La informa infatti che l’agente è stata rapita dal mercenario, temuto in tutto il mondo. Allo stesso tempo, viene rivelato che un criminale che Liz ha arrestato in passato ha deciso di fargliela pagare. In seguito però emerge che si tratta sempre di Red, che ha sfruttato la situazione per incastrare Mr Kaplan e scoprire dove si trova. In un faccia a faccia con la donna, il blacklister le offre la possibilità di fare una tregua, ma riceverà un rifiuto. In seguito, Julian scopre che Ressler e Samar stanno cercando di fermare Red, ma quando l’agente gli sparano, finiscono per mancarlo. Mr Kaplan invece si dà di nuovo alla macchia.

ECCO DOVE SIAMO RIMASTI NELL’ULTIMO PISODIO DI THE BLACKLIST 4?

Nella prima serata di Fox Crime di oggi, venerdì 14 luglio 2017, andrà in onda una nuova puntata di The Blacklist 4, in prima Tv assoluta. L’episodio sarà il 20esimo, dal titolo “L’esattore“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana: Red (James Spader) continua a cercare di non perdere terreno nella sua attività, mentre Mr Kaplan (Susan Blommaert) si mette in contatto con il Dr. Bogdan Krilov (Rade Serbedzija), uno specialista della memoria che in passato ha cancellato i ricordi di Liz (Megan Boone). Il blacklister viene informato dell’incontro, mentre Ressler (Diego Klattenhoff) riceve una soffiata riguardo al ritrovamento di tre corpi collegati a Red. Chiede quindi a Liz di fare in modo che la task force non venga compromessa. Più tardi, Liz e Samar (Mozhan Marnò) riescono a seguire le tracce di Krilov ed individuano un container, dentro cui trovano diversi dispositivi medici. Intuiscono al volo che il medico cerchi di manipolare i ricordi di qualcuno, non sapendo che Krilov le sta osservando. Mr Kaplan trova tuttavia al volo un’altra dottoressa che potrebbe avere un’attrezzatura simile, informazione che giunge anche alle orecchie di Liz. Nonostante cerchi di avvisarla, la donna viene rapita proprio in quel momento. Selma Orchard si ritrova così nelle mani di Krilov, che non nasconde di doverla uccidere per evitare che parli. Liz ed il resto della squadra trovano la donna solo tramortita, mentre Ressler viene addormentato dagli uomini di Krilov, che prelevano Linda McFaden, un’importante testimone. Nel frattempo, Red trova Kaplan fra i passeggeri di un treno, ma scopre che ha preceduto ogni sua mossa ed ha lasciato un cellulare con cui mettersi in contatto con lui. Red chiede quindi a Liz la lista dei corpi già identificati dall’FBI, in modo da potersi salvare. Al suo risveglio, Ressler viene invece prelevato a bordo dell’auto di Laurel Hitchin (Christine Lahti). In seguito, Mr Kaplan raggiunge Werner von Hauser (Kenneth Welsh), un trafficante di armi e alleato di Red, e non gli nasconde di agire alle spalle del blacklister. Gli rivela la stessa cosa che Red ammette in quel momento a Dembe (Hisham Tawfiq), ovvero di essere stato l’organizzatore del rapimento del figlio ed indirettamente anche della sua morte. Per riuscire ad ingraziarsi Werner, a quel tempo il blacklister decise di ingaggiare due spietati criminali, che tuttavia non rispettarono il suo ordine di non fare del male al ragazzo. Intanto, Ressler parla con la Hitchin, ma si scopre che si tratta solo di ricordi installati da Krilov, che si prepara per proseguire con il progetto. Una volta che l’agente viene trasportato altrove, Liz e Samar irrompono nella struttura di Krilov e scoprono tutto, mentre Red uccide Werner grazie ad una talpa. In quel momento, Ressler agisce seguendo i ricordi installati da Krilov ed accusa la Hitchin di omicidio, oltre che di aver rapito l’unica testimone in grado di incastrarla.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori