Fantozzi/ Diretta streaming e trailer del film con Paolo Villaggio su Rete 4 (oggi 3 luglio 2017)

- Alessandra Pavone

Fantozzi il film in onda su Rete 4, in prima serata oggi luenedì 3 luglio 2017. Si tratta del primo storico film dei 10 poi girati dell’omonima saga. Il dettaglio della trama

anna_mazzamauro_Fantozzi_screen
Fantozzi, il film

Va in onda stasera su Rete 4 il film Fantozzi che prende il posto nella programmazione di Out of Time dopo la scomparsa di Paolo Villaggio. Questa pellicola è quella che ha aperto la lunga saga, durata dieci film, sulle vicende del ragioniere Ugo Fantozzi. Tratto dal romanzo omonimo scritto dall’artista genovese il film è stato diretto da Luciano Salce nel 1975. Nel cast troviamo già dei protagonisti che diventeranno storici nella saga da Anna Mazzamauro che interpreta la Sig.na Silvani fino a Gigi Reder nei panni di Renzo Filini passando per Giuseppe Antarelli che è Luciano Calboni. In questo primo capitolo però Pina, la moglie di Fantozzi, è Liù Bosiso mentre poi successivamente sarà sostituto da Milena Vukotic. Vediamo poi anche il debutto di Plino Fernando che interpreta il ruolo della figlia di Fantozzi Mariangela. Seguiremo Fantozzi su Rete 4 e potremo guardarlo anche in diretta streaming, grazie al portale di Mediaset, sui nostri dispositivi mobili come pc, tablet e smartphone cliccando qui. Clicca qui per una versione del trailer di Fantozzi al ritorno in sala insieme al secondo capitolo nella versione restaurata. (agg. di Matteo Fantozzi)

La programmazione di Rete Quattro prevede in questa prima serata di lunedì 3 luglio la messa in onda della pellicola di genere commedia Fantozzi. Si tratta del primo storico film dei 10 poi girati dell’omonima saga cinematografica. È uscito nelle sale cinematografiche nel 1975 per la regia di Luciano Salce, il soggetto tratto dai libri scritti da Paolo Villaggio Fantozzi e Il secondo tragico libro di Fantozzi mentre per la sceneggiatura c’è stata una collaborazione che ha visto il regista con lo stesso Paolo Villaggio, Leonardo Benvenuti e Piero De Bernardi. Il film è stato prodotto dalla casa cinematografica della Rizzoli Film, ha visto le musiche della colonna sonora scritte da Fabio Frizzi, il montaggio è stato eseguito da Amedeo Salfa mentre nel cast oltre al già citato Paolo Villaggio figurano Anna Mazzamauro, Gigi Reder, Liù Bosisio, Giuseppe Anetrelli e Umberto D’Orsi.

La pellicola vede come protagonista l‘impiegato Fantozzi (Paolo Villaggio) che lavora presso una grande azienda nella quale però è considerato come uno dei tanti ingranaggi della macchina organizzativa. Fantozzi trascorre le sue giornate completamente assorto nel lavoro, con la sveglia molto presto a causa di un cartellino da timbrare e la corsa a prendere l’autobus perennemente in ritardo e sempre super affollato. Il tempo infatti per l’impiegato Fantozzi non è mai stato un suo alleato anzi la sua vita è una lotta quotidiana contro il tempo con la speranza prima di non perdere l’autobus e poi di non arrivare tardi a lavoro. Dopo aver cominciato in questo modo le sue giornate, Fantozzi arrivato in azienda viene sommerso da un quantitativo di lavoro da svolgere: numerosissime pile di pratiche che i suoi colleghi furbamente gli affibbiano per evitare di svolgere loro quelle mansioni perché consci della troppa accondiscendenza e arrendevolezza di Fantozzi. Con molta fatica e coinvolto sempre in strane e divertenti situazioni, Fantozzi riesce finalmente a terminare la sua giornata di lavoro così faticosa. Arrivato però il momento di tornare a casa, Fantozzi non è mai pienamente sollevato in quanto si ritrova sposato con una moglie bruttissima che non ama neanche e una figlia tutt’altro che bella. Inoltre ad aumentare il peso di responsabilità e di compiti, Fantozzi molto spesso si ritrova vittima delle iniziative del collega Filini (Gigi Reder), che nonostante Fantozzi cerchi in tutti i modi di sottrarsi, questo organizza puntualmente gite aziendali noiosissime, partite di calcetto tra la squadra di ammogliati e quella degli scapoli, campeggi in cui a Fantozzi capita sempre qualcosa di sconveniente ed infine feste di fine anno che di certo non rallegrano il suo animo.

Tra i protagonisti di questa pellicola c’è l’attore italiano Umberto D’Orsi. Nato a Trieste nel mese di luglio del 1929 e scomparso prematuramente nel 1976, D’Orsi si è fatto apprezzare al cinema per aver recitato in tantissime commedie di successo. Il suo esordio sul grande schermo è avvenuto nell’anno 1956 nella pellicola Il marziano Filippo diretta da Cesare Emilio Gaslini e allo stesso tempo ha preso parte al film Lo svitato di Carlo Lizzani. Tra le principali pellicole in cui ha recitato ricordiamo La cuccagna, Gli Imbroglioni, Le tardone, Se permettete parliamo di donne, Il gaucho, I complessi, I due figli di Ringo, I due sanculotti, Come svaligiammo la Banca d’Italia, I due vigili, I due deputati, Franco Ciccio e il Pirata Barbanera, Zingara, Nel giorno del signore, Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda, Terza ipotesi su un caso di perfetta strategia criminale, Don Franco e Don Ciccio nell’anno della contestazione e tantissimi altri ancora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori