TUPAC E MADONNA/ Il rapper rivela i “perché” della separazione in una struggente lettera datata 1995

- Rossella Pastore

Tupac e Madonna tornano a far parlare della loro controversa relazione a seguito della battitura all’asta di una lettera che mette in piazza i retroscena del loro addio.

tupac_shakur_1_facebook_2017
Tupac lasciò Madonna, il perché in una lettera (Facebook)

Sta per essere battuta all’asta l’emozionante lettera del rapper Tupac Shakur alla “regina del pop” nonché ex compagna Madonna. Stando a quanto riportato dalla testata web TMZ.com, la missiva sarebbe stata valutata ben 100 mila dollari. Gli interessati potranno presenziare alla transazione tra il 19 e il 28 luglio nel corso della Rock & Roll Pop Culture Auction organizzata dal portale gottahaverockandroll.com. Come è noto, la relazione non fu mai ufficializzata, rimanendo sconosciuta ai più sino alla conferma della cantante avvenuta nel 2015. La storia tra Tupac e Madonna andò avanti per tre anni, dal 1993 al 1996, anno della morte del rapper. In realtà, i due si erano già detti addio qualche mese prima, quando Tupac le indirizzava queste parole: “Se ti facessi vedere in giro con un nero la tua carriera non ne risentirebbe. Anzi, ti dimostreresti ancora più aperta ed eccezionale. Per colpa della mia immagine invece, se mi vedessero con te deluderei metà delle persone che mi hanno reso quello che sono”. Il motivo della rottura, dunque, è meno scontato di quanto si possa pensare: Shakur temeva che la sua relazione potesse screditare lui e il suo lavoro, da sempre improntato verso l’abbattimento delle frontiere razziali e l’ascesa in società delle classi povere e discriminate.

Dalle parole di Tupac emerge il ritratto di un rapper che poi tanto duro non era: “Ho aspettato tanto per scriverti. Stavo lottando per trovare tutte le risposte e non lasciare nessuna domanda inevasa. Devo scusarmi con te perché, come hai detto, non sono stato il genere di amico che avrei potuto essere. Ti offro la mia amicizia di nuovo, ma questa volta sarà più forte. Se sei ancora interessata vorrei discuterne di nuovo, ma per dire certe cose non potevo più aspettare”. Dal carcere, Tupac esprimeva la volontà che l’allora fidanzata andasse trovarlo: “Non so cosa ne pensi di venire a farmi visita, ma se riuscissi a trovare il coraggio nel tuo cuore sarei felice di parlare faccia a faccia con te. È buffo ma questa esperienza mi ha insegnato a non dare il tempo per scontato”. E poi una raccomandazione: “Per favore stai attenta. Le persone non sono oneste come sembrano. I cuori di alcuni sanguinano con il male e l’invidia. Non esiterebbero un attimo a farti del male! I miei 5 proiettili ne sono la prova”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori