FRATE ALESSANDRO BRUSTENGHI/ Il primo frate ad aver firmato un contratto discografico (Una voce per Padre Pio)

- Francesca Pasquale

Il tenore Frate Alessandro Brustenghi è uno dei tanti ospiti che questa sera saranno presenti all’ormai consueta serata benefica Una voce per Padre Pio trasmessa in diretta da Pietrelcina.

bianchetti_greco_voce_per_padre_pio_cs_2017
Alessandro Greco, assieme a Lorena Bianchetti (Archivio)

Nella prima serata di Rai 1 viene trasmesso in diretta da Pietrelcina, la diciottesima edizione della serata benefica Una voce per Padre Pio, presentata da Alessandro Greco che si avvarrà del supporto di Lorena Bianchetti. Una importante manifestazione di raccolta fondi nella quale interverranno tanti volti noti del mondo dello spettacolo e della musica italiana tra cui Frate Alessandro Brustenghi, celebre tenore di levatura mondiale. In attesa di ascoltarlo in una delle sue eccezionali performance scopriamo qualcosa di più sul proprio conto.

Nato a Perugia il 21 aprile del 1978, Frate Alessandro Giacomo Brustenghi fa parte dell’Ordine dei Frati Minori, l’istituto religioso maschile di diritto pontificio. È balzato agli onori della cronaca non soltanto per le proprie doti di tenore ma anche per essere stato di fatto il primo frate ad aver sottoscritto un esclusivo contratto con una delle più importante case discografiche del mondo ed ossia la Decca Records appartenente al gruppo della Universal Music. Il suo primo album è stato pubblicato nell’anno 2012 con titolo La voce di Assisi. Un lavoro che ha ottenuto un straordinario successo tant’è che ne sono state previste una edizione francese intitolata La Voix d’Assise ed una internazionale Voice from Assisi.

Nel 2013 è invece uscito l’album Voice of Joy, nel 2015 Voice of peace e nel 2016 O Holy night – Canti natalizi. Naturalmente avendo fatto voto di povertà tutti i proventi derivanti dalla vendita dei suoi album sono andati all’Ordine come bene di beneficienza per sostenere opere di carità nel mondo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori