LINA SASTRI/ “Vi rivelo i miei errori” (Una voce per Padre Pio)

- Francesca Pasquale

L’artista napoletana Lina Sastri è tra gli ospiti che questa sera daranno il loro supporto all’ormai consueta serata benefica Una voce per Padre Pio trasmessa in diretta da Pietrelcina.

bianchetti_greco_voce_per_padre_pio_cs_2017
Alessandro Greco, assieme a Lorena Bianchetti (Archivio)

Serata di beneficenza ma anche di gala quella di scena a Pietrelcina per Una voce per Padre Pio, con tanti importanti personaggi dello spettacolo come l’artista napoletana Lina Sastri. Dunque una ghiotta occasione per vederla all’opera con le sue esibizioni che l’hanno resa famosa anche al di fuori dei confini italiani. Recentemente la Sastri è stata protagonista anche in libreria con un lavoro biografico dove racconta alcuni interessanti aneddoti e fatti riguardanti la sua eccezionale carriera. A tal proposito durante l’intervista rilasciata all’agenzia di stampa dell’Ansa nella conferenza stampa di presentazione del libro ha parlato di alcuni errori che sa di aver commesso ed in particolare: “Errori? Se ne fanno tanti. Sbagliai, ad esempio, a non cogliere il momento d’oro dopo Mi manda Picone. Mi offrivano di tutto e dissi ‘no’ a tutti. Ma avevo un amore che mi occupava il cuore, la vita e la testa. Doveva andare così”.

) – Durante la medesima intervista all’Ansa, Lina Sastri ha avuto l’opportunità di toccare tanti argomenti passando dal raccontare episodi che hanno caratterizzato la propria gioventù artistica con la sfrontatezza ed il coraggio di rifiutare importanti proposte professionali, fino ad arrivare ad evidenziare quelli che possono essere i suoi futuri progetti professionali piuttosto interessanti. La Sastri nello specifico ha rimarcato: “Progetti futuri? Mi piacerebbe girare il mondo rappresentando l’Italia con la musica napoletana. Sogno di fondare una compagnia tutta mia, anche se è un grandissimo rischio. Si parla di un film. Ma soprattutto voglio passare tutto il tempo che ho davanti in palcoscenico”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori