ANNA MARCHESINI/ L’unica esperienza al cinema con “A me mi piace” di Enrico Montesano

- Anna Montesano

Anna Marchesini, dalla carriera da attrice e comica, al successo del trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi fino all’artrite reumatoide che l’ha portata via

anna_marchesini_lapresse_2004
Anna Marchesini (Lapresse)

Tra i crucci nella carriera di Anna Marchesini c’è sicuramente quello di non essere riuscita ad avere una vera e propria esplosione nel mondo del cinema. La nota attrice di Orvieto infatti può contare sul grande schermo la partecipazione a un solo film e non in compagnia dei suoi due colleghi Tullio Solenghi e Massimo Lopez con i quali ha formato il famosissimo Trio. La splendida attrice ha lavorato nel 1985 a ”A me mi piace” film diretto da Enrico Montesano e scritto da questo insieme a Laura Toscano e Franco Marotta. Nel cast oltre ad Anna Marchesini troviamo lo stesso Enrico Montesano, Lara Wendel, Rochelle Redfield, Don Doby, Antonio Barrios e molti altri ancora. Sicuramente è un film che non è passato alla storia del cinema, ma che può essere ricordato proprio per questa unica partecipazione della splendida Anna Marchesini che ha ottenuto grandissimi successi sia a teatro che in televisione. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ATTRICE UCCISA DALL’ARTRITE REUMATOIDE: COS’E’?

Anna Rita Marchesini nata ad Orvieto il 18 novembre 1953 e deceduta nella sua città natale il 30 luglio 2016 è stata un’attrice, comica, doppiatrice, scrittrice e imitatrice italiana. Era malata da dieci anni di artrite reumatoide, lo aveva dichiarato pubblicamente nel 2014 in tv a Che tempo che fa, il programma di Fabio Fazio, diventando il volto pubblico di una malattia autoimmune che colpisce circa 400mila persone nel nostro Paese. Attraverso il sito reumatoide.it, scopriamo meglio la malattia. Si tratta di una malattia cronica che colpisce la membrana sinoviale delle articolazioni con un processo infiammatorio che arriva a distruggere l’articolazione stessa e tutti i tessuti che la circondano, incluso l’osso, provocando invalidità in chi ne soffre e a volte deformazioni di mani e piedi. Non solo, la malattia è sistemica, dunque finisce per colpire tutto l’organismo, dagli occhi ai polmoni, dal cuore ai reni. È una malattia autoimmune, nella quale cioè gli anticorpi che normalmente difendono l’organismo reagiscono invece contro lo stesso. Le donne sono le più colpite da questa malattia.

ANNA MARCHESINI: CARRIERA E SUCCESSI 

Riguardo la carriera dell’attrice è indimenticabile il Trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi, che ha lavorato con continuità dal 1983 al 1994 e si è eccezionalmente ricostituito per l’ultima volta nel 2008 – seppur per sole tre serate televisive – per festeggiare i 25 anni dalla fondazione. Dopo lo scioglimento del Trio, l’attrice ha continuato la sua attività al fianco di Solenghi nel biennio 1994 – 1995, per poi proseguire da sola la carriera di attrice teatrale. Ricordiamo in particolare il soggetto di pura comicità, la Signorina Carlo presente a Quelli Che il Calcio. Donna molto perbene, con alcune particolarità: La forte miopia, che genera il tormentone “che siccome che sono cecata…”. Il non riuscire mai, nonostante continui sforzi e continue ripetizioni, a farsi chiamare “Signorina” anziché “Signora”. La Marchesini è stata una perdita importante per la sua comicità unica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori