Marco Carta/ Interpreta Fausto Leali ma non convince il pubblico a casa (Tale e Quale show)

- Francesco Agostini

Marco Carta parteciperà a Tale e Quale Show, il famoso programma televisivo di Rai 1. Il cantante sardo si è presentato al pubblico con un breve video su Facebook. 

Marco_Carta_Tale_E_Quale_Show
Marco Carta a Tale e Quale Show 2017

Marco Carta per questa prima puntata di Tale e Quale Show 2017 si trova a dover interpretare Fausto Leali sull’indimenticabile “Mi manchi”. Perfetto il travestimento così come somigliante è il volto ma l’emozione è tanta da parte dell’ex allievo e vincitore di Amici di Maria De Filippi che, nonostante qualche piccolo errore durante l’esibizione piace e convince il pubblico che applaude. La giuria sarà dello stesso avviso? Christian De Sica si alza in piedi e incita il pubblico ma sul web qualcuno trova che la voce di “Marco” abbia poi sopraffatto quella di “Fausto” e che quindi l’interprete sia uscito un pò troppo. Se il pubblico in studio quindi applaude quello da casa non è convinto di questa esibizione. (Anna Montesano)

PRONTO A DARE IL MEGLIO

Marco Carta sarà un nuovo concorrente di Tale e Quale Show. Il giovane cantante sardo farà parte del team di Rai 1 per questa edizione, che si prepara ad essere una delle più seguite di sempre. La novità è stata espressa (come anche per gli altri partecipanti) su Facebook, sulla pagina social di Tale e Quale Show tramite un breve video postato dagli amministratori. In questo video il giovane cantante sardo, scoperto all’epoca da Maria De Filippi, si è presentato con il rinnovato look biondo-argentato e un vistoso orecchino all’orecchio sinistro. In pochi secondi Marco Carta è riuscito a spiegare le sue emozioni e cosa si aspetta da questa nuova edizione del famoso format di Rai 1. Dopo un periodo di transizione per lui, Tale e Quale Show può essere davvero la rinascita per un cantante che a inizio carriera sembrava proiettato verso lidi luminosi. Con il sostegno del pubblico e dei familiari, il giovane Carta potrà farsi strada e, chissà, anche vincere questa edizione.

IL CONTENUTO DEL VIDEO SU FACEBOOK

Marco Carta, tramite un breve video postato sulla pagina ufficiale di Tale e Quale Show, ha spiegato in modi chiari e semplici le motivazioni per cui ha deciso di partecipare come concorrente al famoso format di Rai 1. Una prima motivazione è stata il ‘volersi divertire tanto’ imitando dei personaggi a lui congeniali, probabilmente come movenze oppure come puro timbro vocale. L’approccio è quello sereno e giusto per un programma televisivo di questo tipo (‘non mi sono posto obiettivi di alcun tipo, voglio divertirmi’), consapevole che la serenità è forse la migliore consigliera in questo campo. Contrastanti, invece, le reazioni sui commenti di Facebook, come da sempre accade per il giovane cantante. Fin dagli esordi il giovane sardo ha diviso l’opinione pubblica tra amanti della sua voce (parecchi) e agguerriti detrattori (non certo pochi). Dopo molti anni di televisione, comunque, siamo certi che Marco Carta non stia a guardare queste cose ma che, al contrario, proceda sempre a testa alta.

 

 

IL PERCORSO DI MARCO CARTA

Come già affermato in precedenza, Marco Carta è una vera e propria scoperta di Maria De Filippi, che riuscì a capirne il talento musicale all’interno dell’edizione di ‘Amici di Maria De Filippi’nel 2008. Da lì la carriera di Marco Carta non si è più fermata con singoli e album di successo che ne hanno fatto una vera e propria realtà nel panorama musicale italiano. L’apice lo ebbe nel 2009, quando riuscì a trionfare nel Festival di San Remo con il brano ‘La forza mia’, una chiara dimostrazione del suo talento al canto. L’ultimo album risale a quest’anno, il 2017, ed è intitolato ‘Tieniti Forte’ che ha seguito ‘Come il mondo’ uscito appena un anno fa. Marco Carta è un cantante instancabile, continuamente alla ricerca della novità all’interno della classica melodia pop all’italiana. La sua patecipazione allo show gioverà alla sua carriera? Probabilmente sì, vista la grande popolarità della trasmissione di Rai 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori