Austin Powers – La spia che ci provava/ Le curiosità sul film in onda su Italia1 (oggi, 9 settembre 2017)

- Cinzia Costa

Austin Powers – La spia che ci provava, il film in onda su Italia 1 oggi, sabato 9 settembre 2017. Nel cast: Mike Myers e Heather Graham, alla regia Jay Roach. Il dettaglio della trama.

austin_power_la_spia
il film comico in seconda serata su Italia 1

Una pellicola di genere comica che è stata affidata alla regia di Jay Roach, il soggetto è stato scritto da Michael McCullers e la sceneggiatura è stata estesa da Mike Myers. La produzione del film è stata firmata da Eric McLeod con Demi Moore, Claire Rudnick Polstein, Jennifer Todd e Suzanne Todd affiancati dalla casa cinematografica New Line Cinema. Il montaggio del film è stato realizzato da Jon Poll con Debra Neil-Fisher e gli effetti speciali sono stati curati da Keith Marbory con Dave Johnson e Christopher Nelson mentre le musiche della colonna sonora sono state composte da George S. Clinton, la scenografia è stata ideata da Rusty Smith ed i costumi utilizzati durante le riprese sono stati confezionati da Deena Appel. La pellicola è stata realizzata negli Stati Uniti d’America nel 1999 e la sua durata è di 92 minuti circa. Nel 2002 è stato realizzato un ulteriore sequel della pellicola, Austin Powers in Goldmember, completando la trilogia dedicata al personaggio.

NEL CAST MIKE MYERS

Austin Powers – La spia che ci provava, il film in onda su Italia 1 oggi, sabato 9 settembre 2017 alle ore 13.45. Una pellicola di genere comica del 1999 che è stata diretta da Jay Roach (Ti presento i miei, L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo, Candidato a sorpresa) ed interpretata da Mike Myers (Fusi di testa, Love guru, Bastardi senza gloria), Heather Graham (Boogie nights – L’altra Hollywood, Una notte da leoni, Killing me softly – Uccidimi dolcemente) e Elizabeth Hurley (Indiavolato, Tutta colpa di Sara, Il mistero dell’acqua). Si tratta del secondo capitolo della trilogia cinematografica dedicata al personaggio di Austin Powers, creato ed interpretato dal comico americano Mike Myers come parodia di James Bond. Il film ottenne un successo sia economico che di pubblico ancora maggiore del capitolo precedente. Austin Powers – La spia che ci provava, incassò infatti oltre 300 milioni di dollari ed ottenne numerosi premi cinematografici, fra cui addirittura una nomination all’Oscar come miglior trucco.

Il film è ricco di battute e giochi di parole che, pur risultando spassosi in lingua originale, sono difficilmente traducibili. L’opera di adattamento in italiano è stata quindi affidata al gruppo di Elio e le storie tese, che hanno provveduto a trovare corrispettivi italiani alle battute di Myers. Un problema di traduzione è stato posto fin dal titolo originale, The Spy who shagged me, traducibile con “La spia che mi ha scopato”, considerato troppo esplicito da molti distributori internazionali. Anche in Italia il titolo è stato reso mantenendo il concetto di base ma rendendolo in modo meno volgare. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

LA TRAMA DEL FILM

Austin Powers (Mike Myers) è il migliore agente dello spionaggio inglese. La sua compagna però, Vanessa Kensington (Elizabeth Hurley) si rivela essere un robot, così Powers si trova ora nella difficile posizione di dover operare da solo. Il suo peggior nemico è il perfido Dottor Male (sempre interpretato da Myers). Quest’ultimo decide di vendicarsi dell’ennesima sconfitta da Powers subita grazie ad una macchina del tempo. Con quest’ultima si sposta nel 1969 e ruba alla spia il filtro magico che la rende invincibile. Dal passato il Dottor Male decide anche di attaccare alcune delle principali città del mondo, così Austin è costretto per recuperare la sua potenza sessuale e salvare il mondo, a tornare nel passato insieme alla collega Felicity Shagwell (Heather Graham) per affrontare nuovamente il suo arcinemico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori