DANIELA MAZZAFERRO/ Miss Curvy: la bellezza rappresenta i valori che ti porti dentro (Finale Miss Italia 2017)

- Alessandra Pavone

Daniela Mazzaferro in auge come Miss Curvy, questa sera sarà una delle finaliste del concorso di bellezza Miss Italia 2017 su La7 alle ore 21.10

daniela_mazzaferro_miss_italia_2017_web
Daniela Mazzaferro

Daniela Mazzaferro sarà di nuovo tra le protagoniste della fase finale di Miss Italia 2017 in onda questa sera, sabato 9 settembre su La7 alle ore 201.10. La ragazza di Civitanova, in provincia di Macerata, infatti, aveva già partecipato al concorso una prima volta nel 2009, in qualità di Miss Marche, senza però lasciare grandissima impressione, come da lei stessa ammesso. All’epoca era alta 1,76 metri e pesava 55 chilogrammi, mentre oggi la stazza è aumentata di qualche chilo, tanto da riportarla in auge come Miss Curvy. A fare la reale differenza, però, come da lei detto con estrema decisione, non sono stati i mutamenti del tutto normali intercorsi nel suo corpo, ma quello che è accaduto nel corso di questi sette anni. Un periodo durante il quale Daniela ha avuto l’opportunità di laurearsi come infermiera e ritrovarsi a lavorare in un settore delicatissimo.

UN’INFERMIERA A TEMPO PIENO

In una recente intervista concessa a margine del concorso, la ragazza marchigiana ha ricordato come in precedenza nessuno della sua famiglia avesse avuto l’opportunità di misurarsi con l’ambito sanitario. Di conseguenza quella di diventare infermiera è stata una scelta presa in assoluta indipendenza, senza pressioni. Lo sbocco naturale dei suoi studi, è stata l’assunzione in una casa di riposo abbastanza particolare, quella di Pieve Torina, diventata famosa a causa delle devastazioni operate dal terremoto che ha colpito il Centro Italia un anno fa. Da lei stessa definita miracolata, in quanto la struttura è stata ospitata dal comune di Matelica all’interno di un’area della struttura ospedaliera locale. Una scelta che la stessa Daniela non esita a benedire, in quanto da un lato ha impedito la dispersione dei pazienti e del loro carico di ricordi, mentre dall’altra ha evitato la cassa integrazione agli operatori. Proprio gli anziani della casa di riposo sono ora i suoi più accesi sostenitori, come da lei ricordato nel corso dell’intervista, riaffermando in tal modo il legame ormai sviluppatosi in una comunità che è stata colpita in maniera durissima dal sisma. Daniela ha poi affrontato il discorso relativo ai notevoli cambiamenti intercorsi a livello fisico in questi sette anni. In particolare ha voluto guardare ad un passato in cui tali cambiamenti erano stati inizialmente rifiutati, tanto da spingerla a rivolgersi ad un trattamento dietetico. Dopo aver affrontato tante diete estremamente rigide, spesso presentate come miracolose, ha infine capito di dover accettare con serenità il fatto di avere qualche chilo in più, un carico che però non va ad intaccare la sua bellezza del tutto naturale. Accettando i quindici chili in più, la ragazza di Macerata ha peraltro compreso come quello delle patologie alimentari legate ad un concetto di bellezza inarrivabile, rappresenti per molte ragazze un gravissimo pericolo, cercando di propagandare il messaggio opposto, ovvero che avere chili in più non significa una diminuzione. Proprio lei ha quindi affermato al riguardo come la sua seconda partecipazione a Miss Italia vada intesa come l’affermazione di un concetto alternativo di bellezza, nel quale l’essenza è rappresentata dai valori che si portano dentro, non quelli che fuoriescono o possono essere interpretati liberamente dalla copertina di un giornale. Naturalmente tutte le Marche tiferanno per la giovane infermiera di Civitanova, sperando di poterla vedere trionfare in un concorso che continua a rappresentare un punto fermo del nostro Paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori